Luc de Clapiers de Vauvenargues: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
m
(+citazioni)
*Il pretesto con cui per l'ordinario si giustifica chi è causa dell'infelicità di un altro è che gli voleva bene. (1923)
*L'arte di [[piacere]] è l'arte di ingannare. (1923)
*L'incredulità ha i suoi entusiasti, come la superstizione.<ref name=sordi>Citato in ''Dizionario delle citazioni'', a cura di Italo Sordi, BUR, 1992. ISBN 88-17-14603-X</ref>
*L'[[ingratitudine]] più odiosa, ma più antica e più comune di tutte, è quella dei figli verso i loro genitori. (1923)
*L'odio dei deboli non è così pericoloso come la loro amicizia. (1923)
29 324

contributi

Menu di navigazione