Noah (film 2014): differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
m
nessun oggetto della modifica
(metto traduzione "ufficiale" per incipit)
mNessun oggetto della modifica
|genere= azione, biblico, drammatico, epico, fantastico, avventura
|regista= [[Darren Aronofsky]]
|soggetto= ''[[Genesi]]'' <small>(raccontocapitoli sull'[[arca di Noè]]1-9)</small>
|sceneggiatore= Darren Aronofsky, [[Ari Handel]]
|produttore= Darren Aronofsky, [[Scott Franklin]], [[Mary Parent]], [[Arnon Milchan]]
* [[Paolo Buglioni]]: il Vigilante Samyaza
}}
'''''Noah''''', film statunitense del 2014 con [[Russell Crowe]], scritto,regia diretto e prodotto dadi [[Darren Aronofsky]].
 
==[[Incipit]]==
*Il Creatore ci ha formati il secondo giorno, il giorno in cui fece i cieli. Noi vegliavamo su Adamo ed Eva, vedemmo la loro fragilità e il loro amore e poi la loro caduta e ne avemmo pietà. Non eravamo pietra all'ora, ma luce. Non era nostro compito interferire, eppure scegliemmo di tentare di aiutare l'umanità e quando disobbedimmo al Creatore egli ci punì. Fummo lordati dal vostro mondo: roccia e fango imbrigliarono la nostra luce. Eppure insegnammo all'umanità ciò che sapevamo della Creazione. Col nostro aiuto essi sorsero dalla polvere, divennero grandi e potenti, poi mutarono i nostri doni in violenza. Solo un uomo ci protesse: tuo nonno Matusalemme. Fummo perseguiti e molti di noi uccisi. I sopravvissuti, imprigionati in questi gusci di pietra, vennero lasciati alla deriva su questa terra desolato. pregammo il Creatore di riportarci a casa, ma egli è rimasto in silenzio. ('''Og, il Vigilante''')
 
*Il fuoco consuma tutto. L'[[acqua]] pulisce. Separa l'immondo dal puro, il malvagio dall'innocente e ciò che affonda da ciò che si innalza. Egli distrugge tutto, ma solo per ricominciare. ('''Noè''')
 
*{{NDR|Noè mostra a Jafet una coppia di uccellini}} Vedi, c'è il maschio e la femmina. Dopo la tempesta diventeranno padre e madre e la nidiata si disperderà per il mondo. Dobbiamo essere cauti con loro. Dobbiamo essere protettivi. Se gli accadesse qualcosa sarebbe un pezzetto di creazione perduto. Tutte queste creature innocenti ci sono state affidate. Dobbiamo badare a loro. ('''Noè''')
*Ciò che conoscevamo sparirà presto. Ciò che resta della creazione sarà qui dentro. Fuori solo le acque del caos, di nuovo. Siete infuriati, mi giudicate. Vi racconto una storia. La prima che mio padre ha raccontato a me, la prima che io ho raccontato a voi. In principio era il nulla, nient'altro che il silenzio di un'infinita tenebra, ma lo spirito del creatore sfiorò la faccia del vuoto bisbigliando "Sia la luce" e la luce fu. Ed era cosa buona. Primo giorno. E poi la luce informe prese ad assumere sostanza e forma. Secondo giorno. Il nostro mondo era nato, la nostra bella e fragile casa. E una luce maggiore che riscalda e nutriva i suoi giorni e una luce minore governava le notti. E fu sera e fu mattina. Un altro giorno. E le acque del mondo si raccolsero insieme e in mezzo ad esse apparve la terra asciutta. Un altro giorno passò e dalla terra uscirono le cose che crescono, una fitta coperta verde che si estendeva su tutto il creato. E anche le acque brulicavano di vita, grandi mostri marini che non sono più, vaste moltitudini di pesci, tra i quali alcuni ancora nuotano nei mari e presto il cielo fu solcato dagli uccelli. E fu sera e fu mattina. Quinto giorno. Ora tutto il mondo era pieno di esseri viventi, tutto ciò che serpeggia, tutto ciò che striscia e ogni bestia cammina sulla terra. Ed era cosa buona. C'era luce e aria e acqua e suolo, tutto pulito e intatto. C'erano piante e pesci e fauna e bestie, ognuno della propria specie, ciascuno parte di un grande tutto, ciascuno al proprio posto e tutto era in equilibrio. era il Paradiso, un gioiello nel palmo del creatore. Poi il creatore fece l'uomo e al suo fianco la donna, il padre e la madre di tutti noi. Diede loro una scelta: seguire la tentazione delle tenebre o attenersi alla benedizione della luce. Ma essi mangiarono il frutto proibito, l'innocenza si estinse. E così per dieci generazioni dopo Adamo il peccato ha camminato in mezzo a noi. Fratello contro fratello, paese contro paese, l'uomo contro il creato. Ci siamo uccisi l'un l'altro. Abbiamo distrutto il mondo, abbiamo fatto questo. L'uomo ha fatto questo. Tutto ciò che era bello, che era buono, l'abbiamo annientato. Adesso comincia di nuovo. Aria, acqua, pianta, pesce, uccello e bestia. Il Paradiso torna. Ma questa volta, questa volta non ci saranno uomini. Se noi rientrassimo nel giardino sarebbe solo per distruggerlo di nuovo. No. Il Creatore ci ha giudicati. L'umanità deve finire. [...] Il creato verrà lasciato solo. Salvo e bellissimo. ('''Noè''')
 
*{{NDR|[[Preghiere dai film|Preghiera]]}} Ti prego! Ti prego! Ti prego! Non posso farlo! Dimmi che non devo farlo! Ti prego! Non ho fatto forse tutto ciò che mi hai chiesto? Non è abbastanza? Perché non mi rispondi? Perché? Non ti deluderò. Io non ti deluderò. Non ti deluderò. Sarà fatto. ('''Noè''')
 
*{{NDR|Rivolto a Cam}} Un uomo non è guidato dai cieli, un uomo è guidato dal proprio volere. Così io ti chiedo: sei un uomo? Bene, perché se sei un uomo puoi uccidere. ('''Tubal-cain''')

Menu di navigazione