Differenze tra le versioni di "Lawrence Wright"

Jump to navigation Jump to search
1 120 byte aggiunti ,  1 anno fa
*È possibile giudicare le azioni buone e malvagie solo comprendendo quelle che Hubbard definiva le Otto dinamiche. La prima dinamica è quella del Sé e del suo impulso all'esistenza. La seconda è quella del Sesso, che comprende sia l'atto sessuale che l'unità familiare. La terza è quella del Gruppo, sia esso una scuola, una classe, un'organizzazione, una città o una nazione. La quarta dinamica è quella dell'Umanità, mentre la quinta è l'impulso all'esistenza che caratterizza ogni creatura vivente, compresi vegetali ed erba: «Qualunque cosa sia direttamente e intimamente motivata dalla vita». La sesta dinamica è quella di materia, energia, spazio e tempo, che compongono la realtà nella quale viviamo. La settima è quella Spirituale, che dev'essere necessariamente acquisita prima di espandersi nell'ottava dinamica, quella dell'Infinito, o di Dio. Lo slogan di Scientology per giudicare il comportamento etico è «il maggior bene per il maggior numero di dinamiche» – una formula che può giustificare un discreto numero di crimini. (p. 136)
*Coltivare i famosi, o aspiranti tali, era uno degli aspetti del grande disegno di Hubbard. Egli presagì che il modo migliore per promuovere Scientology come una graduale ascesa all'illuminazione era quello di corteggiare le celebrità, che lui definiva come «tutte le persone importanti nel loro campo, o gli opinion leader con i loro entourage, i loro soci in affari, i loro familiari e amici, con una particolare attenzione alle arti, allo sport, alle imprese e al governo». Non sorprende che Hubbard avesse assunto come suo assistente personale [[Richard de Mille]], figlio del leggendario produttore e regista [[Cecil B. DeMille]], che aveva fondato la Paramount Pictures ed era per certi versi responsabile della creazione della stessa Hollywood. (p. 170)
*Ogni nuova religione affronta un momento di crisi in seguito alla morte del suo fondatore carismatico. Tramite la sua opera missionaria, l'apostolo Paolo tenne in vita il cristianesimo dopo la crocifissione di Gesù. [[Brigham Young]] salvò la Chiesa dei santi degli ultimi giorni dopo l'assassinio di Joseph Smith, guidando l'esodo nei mormoni nello Utah attraverso le Grandi Pianure. Nuovi geni religiosi appaiono di continuo, ma la prova del tempo ricade inevitabilmente sul successore, il cui destino è quello di essere messo per sempre in ombra dal fondatore. Miscavige conosceva i propri talenti e i propri limiti. Non pretendeva di essere un profeta e non era abile nelle pubbliche relazioni. «La gente pensa che io voglia fare il capo» confidò al cognato John Brousseau. «Non è questo il mio compito. Io sono la frusta». (p. 223)
*Cruise [...] ammirava la personalità autorevole di Miscavige. In ''[[Codice d'onore (film 1992)|Codice d'onore]]'' modellò il suo personaggio, un determinato ufficiale della Marina, sulla figura di Miscavige, fatto di cui il leader della Chiesa amava vantarsi. (p. 250)
 
==Bibliografia==
21 718

contributi

Menu di navigazione