Il Trono di Spade (seconda stagione): differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
*'''Stannis''': Lady Stark, non credevo di trovarti a Capo Tempesta.<br/>'''Catelyn''': Non credevo che sarei venuta qui, Lord Stannis.<br/>'''Renly''': Sei davvero tu!<br/>'''Stannis''': E chi altri dovrei essere?<br/>'''Renly''': Non saprei, visto il tuo vessillo. Di chi è quello stemma?<br/>'''Stannis''': E' il mio.<br/>'''Renly''': Giusto. Affrontarci con le stesse insegne sarebbe un problema. Perché un cervo avvolto dalle fiamme?<br/>'''Melisandre''': Il re ha scelto come simbolo il cuore di fuoco del Signore della Luce.<br/>'''Renly''': Ah, tu devi essere quella che chiamano "La Donna Rossa". Fratello, ora capisco perché hai trovato la fede in vecchiaia... <br/>'''Stannis''': Sta attento Renly!<br/>'''Renly''': No, dico sul serio. Non ho mai creduto fossi un fanatico. Austero, rigido, noioso sì, ma non certo un uomo devoto.<br/>'''Melisandre''': Dovresti inchinarti davanti a lui. E' il prescelto dal Signore. Nato in mezzo al sale e al fumo.<br/>'''Renly''': "In mezzo ala sale e al fumo"? Come un prosciutto?<br/>'''Stannis''': Ti ho detto di smetterla! <br/>'''Catelyn''': Ma sentitevi! Se foste figli miei vi rinchiuderei in una stanza e vi costringerei a ricordare che siete fratelli. <br/>'''Stannis''': E' strano vederti al suo fianco Lady Stark. Tuo marito offrì il proprio appoggio a me: gli è costato la testa farlo, ricordi? E ora ti trovo accanto a quest'impostore. <br/>'''Catelyn''': Abbiamo un nemico in comune!<br/>'''Stannis''': Il Trono di Spade è mio, mi spetta di diritto! E, chiunque lo neghi, è mio nemico.<br/>'''Renly''': L'intero reame lo nega, da Dorne alla Barriera. Lo negano i vecchi sul letto di morte e i bambini ancora nel grembo delle madri. Nessuno ti vuole come re. Non hai mai voluto avere amici, fratello, ma un uomo senza amici è un uomo senza potere.
 
*'''Soldato''': {{NDR|Rivolto ad Arya, vestita da maschio}} In ginocchio! O ti cavo gli occhi, ragazzo! <br/>'''Tywin''': No, non lo farai. Ed è una ragazza..., idiota! Vestita da maschio. Perché?<br/>'''Arya''': Si viaggia più sicuri.<br/>'''Tywin''': Sveglia. Più di molti altri qui dentro.
 
*'''Tyrion''': Cersei deve fidarsi davvero molto di te... per chiamarti nelle sue stanze... a quest'ora della notte... <br/>'''Lancel''': La regina ha molte responsabilità! Spesso deve lavorare fino all'alba... <br/>'''Tyrion''': Sarà dunque felice di avere te ad aiutarla, in queste dure nottate. {{NDR|Gli passa accanto e lo annusa}} Ah, lavanda! Ha sempre amato la lavanda, fin da piccola.<br/>'''Lancel''': Sono un cavaliere! <br/>'''Tyrion''': Un cavaliere molto pulito. E, dimmi, lo sei diventato prima o dopo essertela portata a letto? Che c'è, hai perso la lingua? Niente più minacce, Ser? <br/>'''Lancel''': Sono soltanto delle ignobili accuse...!<br/>'''Tyrion''': Hai mai pensato a quello che dirà re Joffrey, quando scoprirà che sei stato a letto con sua madre?<br/>'''Lancel''': Non è stata colpa mia!<br/>'''Tyrion''': Ti ha preso... contro la tua volontà? Non sai difenderti, cavaliere?<br/>'''Lancel''': Tuo padre, Lord Tywin, quando mi ha nominato scudiero mi ha detto di eseguire ogni suo ordine! <br/>'''Tyrion''': E ti ha anche detto di scopartela?<br/>'''Lancel''': Ho solo fatto quello che mi ha chiesto!<br/>'''Tyrion''': Quindi ti ha costretto. E' questo che vuoi farmi credere? Un posto di prestigio a corte, le cosce di mia sorella aperte per te ogni notte... oh, sì, dev' essere stato terribile!
Utente anonimo

Menu di navigazione