Aśvaghoṣa: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
→‎Le gesta del Buddha: wlink, fix wlink.
(→‎Le gesta del Buddha: wlink, fix wlink.)
*Impura e distorta: tale è la condizione naturale delle [[maschio e femmina|donne]] in questo mondo; ma l'[[maschio e femmina|uomo]], ingannato da vesti e ornamenti, per le donne incorre nella passione. (Buddha: dal ''Canto V'', § 64)
*Come gli uccelli, dopo essersi incontrati sull'albero che li ospita, si separano, così l'[[incontro]] delle creature finisce sempre con la [[separazione]].<br />E come le nubi si addensano e di nuovo si allontanano, così, credo, è l'unione e la separazione degli esseri viventi. (Buddha: dal ''Canto VI'', § 46 – 47)
*Quale saggio potrebbe procedere in base [alle convinzioni] di un altro, come un cieco guidato da un cieco nella cieca oscurità?<br />Benché io non abbia ancora accertato la verità, nel dubbio tra [[bene e male]] la mia decisione è comunque per il bene: davvero è preferibile il dolore di chi, magari invano, è rivolto al bene, alla felicità di chi, fors'anche a ragione, è rivolto al male. (Buddha: dal ''Canto IX'', § 74 – 75)
*L'[[Senilità|età avanzata]] è pensosa, composta, rivolta alla stabilità: con poco sforzo giunge alla pace interiore, sia per l'impossibilità di agire altrimenti sia per verecondia. (il re: dal ''Canto X'', § 36)
*Come può l'inquieto, che è spossato da fame, sete e mortificazioni e la cui mente non si regge per lo sforzo, raggiungere quel risultato che la mente deve raggiungere? (Buddha: dal ''Canto XII'', § 103)
 

Menu di navigazione