Sete: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
844 byte aggiunti ,  1 anno fa
 
*È come aver sete e bere. Non c'è niente di più semplice che aver sete e bere; essere soddisfatti nel bere e nell'aver bevuto; non aver più sete. Semplicissimo. ([[Leonardo Sciascia]])
*È terribile morire di sete in mezzo al mare. Dovete voi proprio mettere subito tanto sale nella vostra verità, sì che essa non estingua più neppure una volta la sete? ([[Friedrich Nietzsche]])
*È terribile cosa vedere che un padre nasconde l'acqua al figliuolo e il fratello al fratello! Ma, lo ripeto, allorché ogni goccia d'acqua rappresenta un'ora di vita, l'uomo alle prese colle angoscie della sete diventa peggiore d'una tigre; e se in altre circostanze critiche è disposto a sacrificarsi pe' suoi simili, non gli si può in verun modo richiedere un tal sacrificio in fondo al Deserto. Il terrore spegne qualunque tendenza generosa. ([[Ármin Vámbéry]])
*– Ho sete.<br>– È l'effetto collaterale dell'essere vivo. (''[[Dr. House - Medical Division (ottava stagione)|Dr. House - Medical Division]]'')
*Ho una sete, da far temere la cancrena: i fiumi arduani e belgi, le spelonche, ecco il mio rimpianto. ([[Arthur Rimbaud]])
*Indarno vorrei dare la menoma idea del martirio cagionato dalla sete: la morte stessa, lo credo fermamente, non è accompagnata da sofferenze così crude. A fronte d'altri pericoli, io non ho mai trovato la lotta superiore al mio coraggio: qui, io mi sentiva soprafatto, abbattuto, annientato e pareami esser giunto al confine della mia esistenza. ([[Ármin Vámbéry]])
*''Insegnami, Signore, a pregare la mia sete, | a chiederti di non togliermela | o spegnerla troppo in fretta, | ma di accrescermela ancora | in quella misura che io non conosco | e che solamente so essere la tua! | Insegnami, Signore, a bere dalla stessa sete di te, | come chi si alimenta, anche al buio, | della freschezza della sorgente. | Che la mia sete mi faccia mille volte mendicante, | mi renda innamorato e mi converta in pellegrino. | Che mi obblighi a preferire la strada alla locanda | e lo spazio aperto della fiducia al calcolo pianificato. | Che questa sete si faccia mappa e viaggio, | parola accesa e gesto che prepara | la tavola su cui dividere il dono. | E quando darò da bere ai tuoi figli | sia non perché possederò l'acqua, | ma perché come loro io so cos'è la sete.'' ([[José Tolentino de Mendonça]])
*L'[[appetito]] vien mangiando, diceva Angest di Mans, ma la sete se ne va bevendo. ([[François Rabelais]])
25 860

contributi

Menu di navigazione