Il libro della giungla (film 1967): differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
m (+wikilink)
Nessun oggetto della modifica
}}
'''''Il libro della giungla''''', film d'animazione statunitense del 1967.
 
== [[Incipit]] ==
Si raccontano molte strane leggende su queste giungle dell'India, ma nessuna è così strana come quella di un ragazzino chiamato Mowgli. La sua storia cominciò quando il silenzio della giungla fu rotto da un insolito rumore. {{NDR|Si sente un bambino piangere}} Era un suono che nessuno aveva mai sentito prima di allora dalle nostre parti. Era un cucciolo d'uomo. Se avessi saputo fino a che punto sarei rimasto coinvolto nella faccenda avrei seguito il mio primo impulso e me ne sarei andato per i fatti miei. Quel cucciolo d'uomo doveva essere nutrito e subito. C'erano molti giorni di cammino per arrivare al più vicino villaggio e senza le cure di una madre non sarebbe sopravvissuto a lungo. Ad un tratto ebbi un lampo: una famiglia di lupi, amici miei, era stata allietata da una bella cucciolata. {{NDR|Bagheera attira l'attenzione dei lupi dando una leggera zampata alla culla che fa piangere il neonato}} Sapevo che non ci sarebbero stati problemi con mamma lupa per via del suo istinto materno, ma non ero altrettanto sicuro riguardo a Rama, il padre. {{NDR|10 anni dopo}} Per dieci volte le piogge erano venute e se n'erano andate e io mi ero fermato spesso a vedere come se la cavava Mowgli, il cucciolo d'uomo. Era il beniamino di tutti i lupetti del branco. {{NDR|Mowgli ulula e i cuccioli cresciuti gli fanno le feste}} Nessun figlio d'uomo era mai stato più felice, eppure io sapevo che un giorno egli avrebbe dovuto tornare dalla sua gente. E infine, una notte, gli anziani del branco dei lupi si riunirono alla Roccia del Consiglio, poiché Shere Khan, la tigre, era tornata in quella parte della giungla. Questa riunione avrebbe cambiato completamente il futuro del cucciolo d'uomo. ('''Bagheera''')
 
== Frasi ==
Utente anonimo

Menu di navigazione