Ego: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
Nessun cambiamento nella dimensione ,  3 mesi fa
nessun oggetto della modifica
(+1)
Nessun oggetto della modifica
 
*L'identificazione di "io" e "tu" derivata dall'errato concetto di identità personale, è vana come un sogno, ma causa un'errata interpretazione della vita e conduce alla schiavitù e alla sofferenza. (''[[Bhāgavata Purāṇa]]'')
*L'Io è odioso. ([[Blaise Pascal]])
*L'io è sempre nel campo dell'Altro. ([[Jacques Lacan]])
*L'io è un mare sconfinato e immisurabile. ([[Kahlil Gibran]])
*L'io in quanto conoscenza, non si può comprendere se non a partire dall'esplorazione dell'altro in quanto conoscenza. In tal senso, l'altro è uno dei volti dell'io, una sua possibilità ancora inespressa, una forma della sua entità. ([[Adonis]])
*L'io è sempre nel campo dell'Altro. ([[Jacques Lacan]])
*L'oggettivazione di sé è un prodotto tardo dell'evoluzione: quando e a quale stadio dello sviluppo evolutivo entrò in scena è argomento di congettura. ([[Theodosius Dobzhansky]])
*La naturale tendenza dell'Io che si sviluppa è quella di riconoscersi ogni potere decidente su se stesso e sul mondo circostante. ([[Silvia Montefoschi]])

Menu di navigazione