Differenze tra le versioni di "Vincenzo Gioberti"

Jump to navigation Jump to search
+fonte, raggr.
m (citato)
(+fonte, raggr.)
 
*Buoni [[giornale|giornali]] e pochi (giacché il buono non può mai esser molto) sono la manna di una nazione. (da ''Il gesuita moderno'')
*Capitale prezioso per tutti è il tempo, ma preziosissimo ai giovani, perché, bene adoperandolo, essi soli possono goderne i frutti; e laddove i provetti lavorano solo per gli altri, i giovani lavorano anche per se medesimi. (citato in [[Dante Leonardi]], ''Spighe d'oro'', Remo Sandron Editore, 1924)
*Il giornale è un [[libro]] diminuto, come il libro è un giornale ampliato. (da ''Del rinnovamento civile d'Italia'')
*La moltitudine dei giornali è la letteratura e la tirannide degl'ignoranti. (da ''Del rinnovamento civile d'Italia'')
*Molti collocano siffatta unità nel popolo [[italia]]no; il quale, al parer mio, è un desiderio e non un fatto, un presupposto e non una realtà, un nome e non una cosa, e non so pur se si trovi nel nostro vocabolario. (da ''Del primato morale e civile degli italiani'')
 
==''Del rinnovamento civile d'Italia''==
*Capitale prezioso per tutti si è il tempo, ma preziosissimo ai giovani, perché, bene adoperandolooperandolo, essi solisolo possono goderne i frutti; e laddove i provetti lavoranoi provetti travagliano solo per gli altri, i giovani lavorano ancheanco per se medesimi. (citato in [[Dante Leonardi]], ''Spighe d'oro'', Remo Sandron Editore, 1924)
*Il giornale è un [[libro]] diminuto, come il libro è un giornale ampliato. (da ''Del rinnovamento civile d'Italia'')
*La moltitudine dei giornali è la letteratura e la tirannide degl'ignoranti. (da ''Del rinnovamento civile d'Italia'')
 
== Altri progetti==
42 716

contributi

Menu di navigazione