Differenze tra le versioni di "Lorenzo de' Medici"

Jump to navigation Jump to search
*''Cetrïuoli abbiamo e grossi, | di fuor pur ronchiosi e strani; | paion quasi pien' di cossi, | poi sono apritivi e strani; | e' si piglion con duo mani: | di fuor lieva un po' di buccia, | apri ben la bocca e succia; | chi s'avezza, e' non fa male.'' (da ''Canzona delle foreste'', vv.13-20)
*''Orsù! seguiam questa stella benigna, | o donne vaghe, o giovinetti adorni: | tutti vi chiama la bella Ciprigna | a spender lietamente i vostri giorni, | senz'aspettar che 'l dolce tempo | torni, | ché, come fugge un tratto, mai non riede.'' (da ''Canzona de' sette pianeti'', vv.21-26)
*''Dica pur chi mal dir vuole, | noi faremo e voi direte.'' (da ''Canzona delle cicale'', vv.31-32)
*'' Se ci è alcuna a chi la fava piaccia, | la meglio infranta abbiam che ci si faccia, | con un pestel che insino a’ gusci schiaccia, | ma a menar forte ell’esce de’ mortai.'' (da ''Canzona de' fornai'', vv.11-14)
 
==[[Incipit]] di alcune opere==
28 361

contributi

Menu di navigazione