J. D. Salinger: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
Ho modificato l'ultima parola della 15° citazione. Ho controllato nel mio libro e ho visto che era sbagliato.
m (r2.6.5) (Bot: Aggiungo: cs:Jerome David Salinger)
(Ho modificato l'ultima parola della 15° citazione. Ho controllato nel mio libro e ho visto che era sbagliato.)
*È tutto. Odio vivere a New York e via discorrendo. I tassì, e gli autobus di Madison Avenue, con i conducenti e compagnia bella che ti urlano sempre di scendere dietro, e essere presentato a dei palloni gonfiati che chiamano angeli i Lunt, e andare su e giù con gli ascensori ogni volta che vuoi mettere il naso fuori di casa, e quegli scocciatori sempre lì, da Brooks, e la gente che non fa altro.. (capitolo XII)
* ''Eccezionale''. Se c'è una parola che odio è eccezionale. È talmente fasulla. (capitolo XV)
*Io sono il più fenomenale bugiardo che abbiate mai incontrato in vita vostra. È spaventoso. Perfino se vado in edicola a comprare il giornale, e qualcuno mi domanda che cosa faccio, come niente gli dico che sto andando all'opera. È spaventosoterribile. (capitolo III)
*Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l'autore fosse tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira. (capitolo III)
*Si riconosce un [[uomo]] stolto dal fatto che è pronto a [[morte|morire]] per una causa. Si riconosce un uomo saggio dal fatto che è pronto a vivere umilmente per una causa.
Utente anonimo

Menu di navigazione