Differenze tra le versioni di "Denis Diderot"

Jump to navigation Jump to search
Nessun cambiamento nella dimensione ,  9 anni fa
m
Automa assistito: correzione semiautomatica di alcuni errori comuni.
m (Automa: correggo collegamenti a LiberLiber.)
m (Automa assistito: correzione semiautomatica di alcuni errori comuni.)
== Citazioni di Denis Diderot==
*Andiamo, amico, diamoci un po' meno d'importanza. Noi siamo nella natura, un momento ci stiamo bene, un momento male: credetemi, coloro che lodano la natura per aver tappezzato a primavera la terra di verde, un colore amico dei nostri occhi, sono degli impertinenti che dimenticano che questa stessa natura, di cui vogliono trovare ovunque la benevolenza, stende d'inverno una grande coltre bianca che ferisce i nostri occhi, ci dà il capogiro e ci espone a morire congelati. La natura è bella e buona quando ci è propizia, brutta e cattiva quando ci affligge. Sovente è ai nostri stessi sforzi ch'essa deve almeno una parte del suo fascino... (dal ''Salon de 1767'')
*Dall'elefante alla pulce, e dalla pulce alla molecola sensibile e vivente, che costituisce l'origine di ogni cosa, non c'è un punto in tutta la [[natura]] che non soffra o non goda. (da ''Oeuvres philosophiques'',; citato in Barbara De Mori, ''Che cos'è la bioetica animale'', Carocci 2007, p. 7)
*Diffidate di chi viene a mettere ordine. (citato in Tommaso Giartosio, ''Perché non possiamo non dirci'', Feltrinelli, 2004, p. 73)
*Finché le cose rimangono esclusivamente nel nostro intelletto, sono nostre opinioni, sono nozioni che possono esser vere o false, accettate o contraddette. Esse acquisiscono consistenza soltanto legandosi agli enti esterni. Questo legame si realizza attraverso una serie ininterrotta di esperienze, oppure attraverso una catena ininterrotta di ragionamenti, la quale dipende in parte dall'osservazione e in parte dall'esperienza. (da ''Interpretazione della natura, § 7'', 1753)
69 545

contributi

Menu di navigazione