Differenze tra le versioni di "Rocco Scotellaro"

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
*''Per la mia strada già tante | [[donna|donne]] vidi passare | belle come nei sogni | lontane stelle che l'occhio | si paga di mirare. | Quella la via delle mie donne | quando s'oscura il giorno | e vaghe forme intorno | dilettano i miei sensi | or che ogni porta s'è rinchiusa | frusciando di gonne.''
 
===''Le tombe le caseLetargo''===
Nero e lucente | serpente che narri | le tue solitudini al sole | e i ricordi del tuo lungo letargo | tra un rombo ventilante di mosche, | anch'io i miei poveri giorni di calde speranze | ricordo i luoghi del mio ozio | ove mi sentivo grande e solo al mondo | e solo per un passo molesto | m'imbucavo sottoterra, | cadendo dall'orlo della luce.
*''Le tombe le case… | cuore cuore | oltre non ti fermare. | Il fumo dei camini | nell’aria bagnata; | il passo dei nemici: | bussano alla tua porta, proprio. | Cuore cuore | oltre non ti fermare. | Le tombe le case, | Novembre è venuto, | la campana: è mezzogiorno | è lo scherzo del tempo. | I morti non possono vedere, | la mamma è cieca presso il focolare | e nebbia, quanta, nell’occhio agli scolari.''
 
*''Cuore cuore | Oltre non ti fermare… | Le tombe le case. | Dirsi addio e rimandare | l’amore ad altra sera. | Come le mosche moribonde ai vetri | scorrono alle cancelle i prigionieri, | è sempre chiuso l’orizzonte. | Per quanti non hanno che sparare, | cuore, non ti fermare.''
 
*''Le tombe le case, | è il dieci di Agosto | che abbiamo scasato. | Che fanno dove abitavamo? | Negli alberghi girano le chiavi? | i miseri, i buoni | son dannati ai traslochi? | Le donne ebree gridano sui massi | del tempio rovinato. | Quanti non hanno chi pregare | cuore, non ti fermare.''
 
*''Le tombe le case, | la noia dei film. | Come assurdo il filo della storia | come nei salotti | s’inganna la memoria! | Dorme il cane alla sua cuccia | non c’è vento con la pioggia | E un fanciullo guarda ai vetri | l’uccellino che non c’è. | Cuore, deh, non ti fermare | per chi non può tornare. | Le tombe le case | uomini curvi | donne aggrovigliate | si confessano alle inferriate | della ricevitoria.''
 
*''L’anima mia | è in questo respiro | che mi riempie e mi vuota. | Cosa sarà di me? | Cosa sarà di noi? | Per chi vuol camminare | dalle tombe alle case | dalle case alle tombe | grida nei cantieri | grida ai minatori | cuore, non ti fermare.''
 
===''Pozzanghera nera il 18 aprile''===
===''Camminano sulle zampe dei gatti''===
*''Improvvisa la sera ci ha toccati | me, le mie carte, la pezza di luce | sui mattoni della stanza. | E' tanto imbrunito | che mi sento addosso paura. | Ha ripreso la vita | dei piccoli rumori. | Sono sui tetti le anime | dei morti del vicinato, | camminano sulle zampe dei gatti.''
 
===''Le tombe le case''===
*''Le tombe le case… | cuore cuore | oltre non ti fermare. | Il fumo dei camini | nell’aria bagnata; | il passo dei nemici: | bussano alla tua porta, proprio. | Cuore cuore | oltre non ti fermare. | Le tombe le case, | Novembre è venuto, | la campana: è mezzogiorno | è lo scherzo del tempo. | I morti non possono vedere, | la mamma è cieca presso il focolare | e nebbia, quanta, nell’occhio agli scolari.''
 
*''Cuore cuore | Oltre non ti fermare… | Le tombe le case. | Dirsi addio e rimandare | l’amore ad altra sera. | Come le mosche moribonde ai vetri | scorrono alle cancelle i prigionieri, | è sempre chiuso l’orizzonte. | Per quanti non hanno che sparare, | cuore, non ti fermare.''
 
*''Le tombe le case, | è il dieci di Agosto | che abbiamo scasato. | Che fanno dove abitavamo? | Negli alberghi girano le chiavi? | i miseri, i buoni | son dannati ai traslochi? | Le donne ebree gridano sui massi | del tempio rovinato. | Quanti non hanno chi pregare | cuore, non ti fermare.''
 
*''Le tombe le case, | la noia dei film. | Come assurdo il filo della storia | come nei salotti | s’inganna la memoria! | Dorme il cane alla sua cuccia | non c’è vento con la pioggia | E un fanciullo guarda ai vetri | l’uccellino che non c’è. | Cuore, deh, non ti fermare | per chi non può tornare. | Le tombe le case | uomini curvi | donne aggrovigliate | si confessano alle inferriate | della ricevitoria.''
 
*''L’anima mia | è in questo respiro | che mi riempie e mi vuota. | Cosa sarà di me? | Cosa sarà di noi? | Per chi vuol camminare | dalle tombe alle case | dalle case alle tombe | grida nei cantieri | grida ai minatori | cuore, non ti fermare.''
 
===''Le nenie''===
95

contributi

Menu di navigazione