Differenze tra le versioni di "Ludwig Wittgenstein"

Jump to navigation Jump to search
Aggiunto incipit, paragrafo
(sfid)
(Aggiunto incipit, paragrafo)
==Citazioni di Ludwig Wittgenstein==
*Anche se il risultato della [[filosofia]] è semplice, non può esserlo il metodo per arrivarci. La complessità della filosofia non è quella della sua materia, ma del nostro intelletto annodato. (da ''Osservazioni filosofiche'', Einaudi)
*Chi non è certo di nessun dato di fatto, non può neanche esser sicuro del senso delle sue parole. (da ''Della Certezza'')
*Chi volesse dubitare di tutto, non arriverebbe neanche a dubitare. Lo stesso giuoco del dubitare presuppone già la certezza. (da ''Della Certezza'')
*Dimmi come cerchi e ti dirò cosa cerchi. (da ''Osservazioni filosofiche'', Einaudi)
*{{NDR|[[ultime parole]]}} Dite a tutti che ho avuto una vita meravigliosa!
:''Tell them that I had a wonderful life!''<ref>Citato in Giorgio Pizziolo Rita Micarelli, ''L'arte delle relazioni. Vol. I'', Alinea editrice, 2003, [http://books.google.it/books?id=7vyfzrH5keQC&pg=PA36#v=onepage&q&f=false p. 36]</ref>
*È così difficile trovare l'''inizio''. O meglio: è difficile cominciare dall'inizio. E non tentare di andare ancor più indietro. (da ''Della Certezza'')
*Giusto e interessante non è dire: questo è nato da quello, ma: questo potrebbe essere nato così. (da ''Note sul "Ramo d'oro" di Frazer'', traduzione di S. De Waal, Adelphi, 1992)
*Il [[bambino]] impara, perché crede agli adulti. Il dubbio viene dopo la credenza. (da ''Della Certezza'')
*Il [[linguaggio]] è un labirinto di strade. Vieni da ''una'' parte e ti sai orientare; giungi allo stesso punto da un'altra parte, e non ti raccapezzi più. (da ''Ricerche filosofiche'', traduzione di Mario Trinchero, Einaudi, 1967)
*La stupida aspirazione all'eleganza è una delle cause principali per cui i matematici non comprendono le loro proprie operazioni; ossia: l'incomprensione e quell'aspirazione sgorgano da una sorgente comune. (da ''Grammatica filosofica'')
*[[Pregare]] è pensare al [[senso della vita]]. (11 giugno 1916, da ''Quaderni 1914-1916'')
*Tutto ciò che la filosofia può fare è distruggere idoli. E questo significa non crearne di nuovi. (da ''Filosofia'', a cura di Diego Marconi, traduzione di Marilena Andronico, Donzelli)
*Vi sconsiglio vivamente di diventare filosofi accademici. Tra loro la tentazione del pensiero fasullo è diffusissima. (citato in John Heaton, Judy Groves, ''Wittgenstein'', traduzione di B. Amato, Feltrinelli, 2009³)
 
==''Della certezza''==
===[[Incipit]]===
Se puoi dire con certezza che lì c'è una mano, allora ti accordiamo tutto il resto.<br>
{{NDR|citato in [[Fruttero & Lucentini]], ''Íncipit'', Mondadori, 1993}}
 
===Citazioni===
*Chi non è certo di nessun dato di fatto, non può neanche esser sicuro del senso delle sue parole. (da ''Della Certezza'')
*Chi volesse dubitare di tutto, non arriverebbe neanche a dubitare. Lo stesso giuoco del dubitare presuppone già la certezza. (da ''Della Certezza'')
*È così difficile trovare l'''inizio''. O meglio: è difficile cominciare dall'inizio. E non tentare di andare ancor più indietro. (da ''Della Certezza'')
*Il [[bambino]] impara, perché crede agli adulti. Il dubbio viene dopo la credenza. (da ''Della Certezza'')
 
==''Movimenti del pensiero''==
26 785

contributi

Menu di navigazione