Differenze tra le versioni di "David Draiman"

Jump to navigation Jump to search
m
(qui da Phil Anselmo; traduzione)
 
*{{NDR|In un'intervista rilasciata al magazine ''Metal Edge''}} Penso che le etichette siano folli nel non usare Internet. [...] Penso che se la [[AOL Time Warner]] fosse stata abbastanza intelligente, avrebbe stipulato un contratto con la loro stessa azienza, [[AOL]], concordandosi su una cosa: loro hanno l'abilità di tracciare da dove proviene ogni messaggio, con qualsiasi servizio tu sia abbonato, tramite l'[[indirizzo IP]]. Devi solo assicurarti che ogni qual volta che una canzone viene scaricata da qualcuno dal tuo server venga fatta pagare una piccola cifra per questi download. Potrebbero essere 75 centesimi o un dollaro, un dollaro e mezzo... [...] Questo permette sempre alla gente di andare avanti a scaricare quanto vogliono. [...] Loro lo faranno e alla fine del mese riceveranno l'estratto conto di AOL, o di [[Mindspring]], con l'aggiunta delle tariffe da pagare per ogni download effettuato. [...] È come se avessi parlato ai sordi per cinque anni di questa cosa. Addirittura prima che venissimo messi sotto contratto ne parlavo.
:''I think that labels are foolish in not using the Internet, instead of being afraid of it," he said. "I think that if AOL Time Warner were smart enough, they'd enter into a contract agreement with their own company — AOL — and agree on one thing: They have the ability to track anywhere that a message comes from, no matter what service you're signed up with, via an IP address. You just make sure that whenever a song is downloaded by somebody utilizing your server, whether it's AOL, or Mindspring, or anybody else, you access a minimal charge for these downloads. It could be 75 cents or a dollar, a dollar-fifty… This way, at least you're making money off it. At least this way the people who are supposed to be making money off the product still can, as well. It still gives people the opportunity to go ahead and download as much as they want. It's a standard fee for doing a service, or for having a service available to them. They'll do it, and at the end of the month, they'll have their AOL statement, or their Mindspring statement, and it will have their download tax added onto the bill. And it will keep on going. The labels don't think of this. It seems like I've been talking about this to deaf ears on this topic for the last five years. Before we even got signed, I was talking about this. It's just preposterous to me that labels, for the most part, are the reasons for their own demise. They're just so stuck in this old way of thinking, and unfortunately, the good elements of their old way of thinking have all gone away. They don't spend enough time developing artists, they throw a whole bunch of shit against the wall and wait for something to stick, and when it doesn't, they let it fall off.'' (citato in ''[http://www.webcitation.org/64oENbO3B Disturbed's David Draiman Offers 'Solution' To Illegal Music Downloading]'', ''Blabbermouth.net'', 11 luglio 2003)
 
*{{NDR|Riguardo al calo di guadagno derivante dal download gratuito, disse allo stesso magazine}} Non ha senso. Trovo che il problema non sia lo scaricare la canzone, il problema avviene quando comprano l'album e poi fanno un milione di dischi masterizzati per tutti i loro amici. Questa è la ragione per cui ogni singola band, non importa chi tu sia, le tue vendite vengono troncate del 50-60% dopo la prima settimana di lancio. È un enorme problema, ma piuttosto che dare alla gente più motivi per comprare il prodotto, a loro non interessa. Secondo me si deve aumentare il valore del prodotto. Come facevano i [[Kiss (gruppo musicale)|KISS]] quando pubblicavano gli album: ''[[Alive! (Kiss)|Alive!]]'' ha venduto così tanto perché ti fa sentire come se facessi parte del concerto.
95

contributi

Menu di navigazione