Differenze tra le versioni di "Grazia Deledda"

Jump to navigation Jump to search
fonti in nota, +1
(fonti in nota, +1)
 
==Citazioni di Grazia Deledda==
*[[Cambiamento|Mutiamo]] tutti, da un giorno all'altro, per lente e inconsapevoli evoluzioni, vinti da quella legge ineluttabile del tempo che oggi finisce di cancellare ciò che ieri aveva scritto nelle misteriose tavole del cuore umano. (da<ref>Da ''Versi e prose giovanili'', a cura di Antonio Scano, Virgilio).</ref>
*Possibile che non si possa vivere senza far male agli [[innocenza|innocenti]]? (da<ref>Da ''La chiesa della solitudine'', Mondadori).</ref>
*{{NDR|[[Eugène Sue]]}} Quel gran romanziere glorioso o infame, secondo i gusti, ma certo molto atto a commuovere l'anima poetica di un'ardente fanciulla.<ref>Citato in Vittorio Spinazzola, ''Dalla narrativa d'appendice al premio Nobel'', introduzione a Grazia Deledda, ''Elias Portolu'', Oscar Mondadori, Milano, 1970.</ref>
*Tutti siamo impastati di bene e di [[male]], ma quest'ultimo bisogna vincerlo, Antonio. L'[[acciaio]] che è l'acciaio viene temprato e ridotto a spada, da chi vuol vincere il nemico.<ref>Da ''La fuga in Egitto'', Ilisso, Nuoro, 2008, p. 91. ISBN 978-88-6202-041-1</ref>
 
==''Canne al vento''==
{{Pedia|L'edera}}
 
{{DEFAULTSORT:Deledda, Grazia}}
[[Categoria:Scrittori italiani|Deledda]]
 
[[pl:Grazia Deledda]]

Menu di navigazione