Differenze tra le versioni di "Eduardo De Filippo"

Jump to navigation Jump to search
*Si sa, Eduardo non amava gli attori. Ma con Franca e con me scattò subito la simpatia. Forse perché, come noi, era un attore anomalo, mai devoto alle istituzioni, impegnato sul nostro stesso fronte. Così, senza esitare, firmò tutte le petizioni di "Soccorso Rosso" a favore dei detenuti politici. ([[Dario Fo]])
*Tra le centomila misses che circolano nel nostro e fuori del nostro Paese, c'è anche una «Miss Europa 1950» che si chiama Giovanna Pala. Fa del cinema naturalmente. Tempo fa lavorava ad Ostia e, in un intervallo di lavorazione, questa ragazza va al ristorante con i suoi compagni. Capita in quel luogo Eduardo e, chiamato festeggiato salutato, siede allo stesso tavolo . Lo presentano a Giovanna Pala. Passano dieci minuti e Giovanna domanda a Eduardo:<br>– Lei come si chiama?<br>– Eduardo De Filippo<br>Due secondi di gelo e poi l'animazione dei commensali riprende. Passano altri dieci minuti, e Giovanna ancora rivolta a Eduardo, domanda:<br>– Anche lei fa del teatro o del cinema?<br>Eduardo la sta guardando ancora. ([[Lucio Ridenti]])
*Ecco. Eduardo De Filippo ad esempio: non mi piace. Perché? Perché è un vecchio cialtrone napoletano. Un monumento, davanti al quale tutti stanno a occhi in su. Non dice nulla di nuovo, mai. Amo piuttosto il valoroso [[Carmelo Bene]], che pur nella sua confusione geniale tenta un discorso nuovo.<ref>Citato in Nevio Boni, ''Come Salerno impara a vivere il caos'', ''Stampa sera'', 1 dicembre 1979.</ref> ([[Enrico Maria Salerno]])
 
==Note==
Utente anonimo

Menu di navigazione