Spartacus (serie televisiva): differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
(+logo)
Nessun oggetto della modifica
*'''Batiato''': Tu sei il più temibile tra gli animali, la tua furia nasce dal cuore. Che faresti per riabbracciare la tua sposa? Per il calore della sua pelle, il sapore delle sue labbra? Uccideresti? <br> '''Spartacus''': Chiunque mi separasse da lei. <br> '''Batiato''': Quanti uomini? Anche 100? Anche 1000? <br> '''Spartacus''': Li ucciderei tutti. <br> '''Batiato''': E allora fallo nell'arena. Battiti per me, per onorare i miei avi. Dimostra il tuo valore, raggiungi la vetta, conquista la tua libertà, e quella della donna che hai perduto! <br> '''Spartacus''': Io non ho perduto Sura. È stata portata via da Glabro. <br> '''Batiato''': L'uomo deve accettare il suo destino, o farsi annientare da esso. <br> '''Spartacus''': Perché dovrei mettere tutto il mio futuro, nelle mani di un altro romano? <br> '''Batiato''': Per ciò che esse stringono {{NDR|gli mostra il lembo di stoffa di Sura}}. È della tua sposa? Supera la prova finale di questa sera con onore e umiltà, chiamami padrone... e io ti aiuterò a ritrovarla! Sta a te decidere. <br>
 
*'''Batiato''': Ora la tua vita ha uno scopo. Promettimi fedeltà, recita il [[Giuramenti dalle serie televisive|giuramento]] dei gladiatori. <br> '''Spartacus''': Dedico il mio corpo, la mia mente, la mia volontà alla gloria di questa scuola e agli ordini del mio padrone, Batiato. Sopporterò di essere bruciato, legato, bastonato, trafitto da una lama per perseguire l'onore nell'arena. <br> '''Batiato''': Benvenuto nella confraternita! <br>
 
===Episodio 3, ''I vulcanalia''===
*'''Spartacus''': È una settimana che aspetto udienza. Il padrone dimentica chi è il suo campione? <br> '''Maestro''': Invece sei tu che dimentichi il tuo ruolo. Lui è il padrone, e tu sei lo schiavo. <br>
 
*[[Giuramenti dalle serie televisive|Giuro]] che riuscirò a vendicarmi... o morirò nel tentativo! ('''Spartacus''') <br>
 
*'''Crisso''': Ogni mia vittoria avvicina il giorno in cui ti affronterò di nuovo nell'arena, quando riavrò la gloria che mi hai tolto. <br> '''Spartacus''': Non esiste la gloria! Solo sangue sparso per il turpe diletto dei Romani! <br> '''Crisso''': E ruggiranno di piacere, quandò spargerò il tuo sangue sulla sabbia.

Menu di navigazione