Differenze tra le versioni di "Antoine de Saint-Exupéry"

Jump to navigation Jump to search
comincio a sistemare
(comincio a sistemare)
[[File:Antoine de Saint-Exupéry.jpg|thumb|upright=1.5|Antoine de Saint-Exupéry]]
'''Antoine Jean Baptiste Marie Roger de Saint-Exupéry''' (1900 – 1944), scrittore e aviatore francese.
 
==''Il piccolo principe''==
===[[Incipit]]===
<div style="text-align:center;"><big>'''''A Léon Werth'''''</big></div><br />
Un tempo lontano, quando avevo sei anni, in un libro sulle foreste primordiali, intitolato <Storie vissute della natura>, vidi un magnifico disegno. Rappresentava un serpente [[boa (zoologia)|boa]] nell'atto di inghiottire un animale. Eccovi la copia del disegno. C'era scritto:«I boa ingoiano la loro preda tutta intera, senza masticarla. Dopo di che non riescono più a muoversi e dormono durante i sei mesi che la digestione richiede».
''Chiedo scusa ai bambini per aver dedicato questo libro a un adulto. Ho un buon motivo: questo adulto è il migliore amico che ho al mondo. Ho un altro motivo: questo adulto può capire tutto, anche i libri per bambini. Ho un terzo motivo: questo adulto abita in Francia, dove ha fame e freddo. Ha un gran bisogno di essere consolato. Se tutti questi motivi non bastano, voglio dedicare il libro al bambino che quest'adulto è stato molto tempo fa. Tutti gli [[adulto|adulti]] sono stati prima di tutto dei bambini. (Ma pochi di loro se lo ricordano). Quindi correggo la dedica:
<div style="text-align:center;"><big>'''''A Léon Werth'''''</big><br /><small>quando era bambino</small></div><br />
{{NDR|Antoine de Saint-Exupéry, ''Il piccolo principe'', traduzione di Nini Bompiani Bregoli, Bompiani}}
 
===Citazioni===
Un*Una tempo lontanovolta, quando avevo sei anni, in un libro sullesulla foresteforesta primordiali,vergine intitolato <''Storie vissute'' della natura>,ho vidivisto un'illustrazione magnifico disegnobellissima. RappresentavaRaffigurava un serpente [[boa (zoologia)|boa]] nell'attoche didivora inghiottire ununa animalebelva. EccoviQuesta è la copiariproduzione del disegno. C'eraIl scrittolibro diceva: «I serpenti boa ingoianodivorano la loro preda tutta tutt'intera, senza masticarla. Dopo di che non riescono più a muoversi e dormono durantepassano i sei mesi che ladella digestione richiededormendo». (capitolo I, p. 7)
*Tutti i [[adulto|grandi]] sono stati bambini una volta. (Ma pochi di essi se ne ricordano).
*IGli [[adulto|grandiadulti]] da soli non capiscono mai niente, daed soliè estancante per i [[bambini]] si stancanodover asempre spiegarglispiegare tutto ogni volta. (capitolo I, p. 9)
*È molto più difficile [[giudicare]] se stessi che giudicare gli altri.
*I [[adulto|grandi]] non capiscono mai niente da soli e i [[bambini]] si stancano a spiegargli tutto ogni volta. (capitolo I)
:''Les grandes personnes ne comprennent jamais rien toutes seules, et c'est fatigant, pour les enfants, de toujours et toujours leur donner des explications.''
*Mi domando se le [[stelle]] sono illuminate perché ognuno possa un giorno trovare la sua.
*I grandi amano le cifre. Quando voi gli parlate di un nuovo amico, mai si interessano alle cose essenziali. Non si domandano mai: «Qual è il tono della sua voce? Quali sono i suoi giochi preferiti? Fa collezione di farfalle?» Ma vi domandano: «Che età ha? Quanti fratelli? Quanto pesa? Quanto guadagna suo padre?» Allora soltanto credono di conoscerlo. (capitolo IV)
==Bibliografia==
*Antoine de Saint-Exupéry, ''Cittadella'', riduzione e traduzione di Ezio L. Gaya, con la collaborazione di M.lle Simone de Saint-Exupéry, Roma, Edizioni Borla, 1991.
{{NDR|*Antoine de Saint-Exupéry, ''Il piccolo principe'', traduzione di NiniYasmina BompianiMelaouah, BregoliGribaudo, Bompiani}}San Giovanni Lupatoto (VR), 2015. ISBN 978-88-580-1283-3
*Antoine de Saint-Exupéry, ''Terra degli uomini'', traduzione di Renato Prinzhofer, Mursia, 1988.
*Antoine de Saint-Exupéry, ''Volo di notte'', traduzione di Cesare Giardini, Oscar Mondadori, 2001.

Menu di navigazione