Differenze tra le versioni di "Rita Levi-Montalcini"

Jump to navigation Jump to search
(Cambio di tempo verbale.)
 
*A me nella vita è riuscito tutto facile. Le [[difficoltà]] me le sono scrollate di dosso, come acqua sulle ali di un'anatra.<ref name=Giordano>Dall'intervista di [[Paolo Giordano]], ''100 anni di futuro'', ''Wired'', n. 1, marzo 2009.</ref>
*A rovinare l'uomo è il servilismo, il conformismo, l'ossequio, non l'aggressività che è nell'ambiente più che dentro di noi.<ref>Dalla presentazione di ''Elogio dell'imperfezione'' (Garzanti, 1987), Liceo classico Massimo d'Azeglio, Torino; citato in [[Giovanni Berlinguer]], ''Il leopardo in salotto'', Editori Riuniti, 1990.</ref>
*Bisogna dire ai giovani quanto sono stati fortunati a nascere in questo splendido Paese che è l'[[Italia]].<ref>Dall'intervista al TG1 Rai, in occasione del conferimento di una laurea honoris causa presso l'Università Bicocca di Milano, il 22 gennaio 2008 ( http://www.unimib.it/open/eventi/Laurea-Honoris-Causa-a-Rita-Levi-Montalcini/11469454318 )</ref>
*Chi ha la fortuna di possedere la [[fede]] si avvale di un sostegno impareggiabile in tutte le fasi del percorso vitale. Se si sostituisce a un Dio antropomorfo, che premia i buoni, l'imperativo inciso nel programma genetico dell'Homo sapiens che il bene ha un premio in se stesso, e il male ha il suo castigo, il laico e il credente troveranno la risposta.<ref>Dall'intervista rilasciata al giornale universitario ''[http://www.uniroma.net/homegiornale.asp Uniroma Network]'', anno 4, n. 7-8, pag. 3.</ref>
42 883

contributi

Menu di navigazione