Differenze tra le versioni di "Libro dei Proverbi"

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
(Annullata la modifica 731877 di BroDàv (discussione) ripristino con nota)
le massime dei saggi e i loro enigmi.
Il [[Timore di Dio|timore del Signore]] è il principio della scienza;
gli [[stoltezza|stolti]] disprezzano la sapienza e l'istruzione.
</poem>
 
*''Non rispondere allo stolto secondo la sua [[stoltezza]] | per non divenire anche tu simile a lui. | Rispondi allo stolto secondo la sua stoltezza | perché egli non si creda saggio.'' (26, 4 – 5)
*''Come il cane torna al suo vomito, | così lo stolto ripete le sue stoltezze.'' (26, 11)
*''Tre cose mi sono difficili, | anzi quattro, che io non comprendo: || il [[sentiero]] dell'aquila nell'aria, | il sentiero del serpente sulla roccia, | il sentiero della nave in alto mare, | il sentiero dell'uomo in una giovane.'' (30, 18 – 19)
*''Quattro esseri sono fra le cose più piccole della terra, | eppure sono i più saggi dei saggi: || le [[formica|formiche]], popolo senza forza, | che si provvedono il cibo durante l'estate; || gli [[irace|iràci]], popolo imbelle, | ma che hanno la tana sulle rupi; || le [[cavalletta|cavallette]], che non hanno un re, | eppure marciano tutte insieme schierate; || la [[lucertola]], che si può prender con le mani, | ma penetra anche nei palazzi dei re.'' (30, 24 – 28)
*''Spremendo la [[collera]] ne esce la [[lite]].'' (30, 33)
 
==Note==

Menu di navigazione