Differenze tra le versioni di "Utente:Almicione/Pagina delle prove3"

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
| ''[[Francesco De Gregori (album)|Francesco De Gregori]]''
| [[RCA Italiana]]
|'''X'''
|
|-
| ''[[La donna cannone]]''
| [[RCA Italiana]]
|
|-
*''Io ti ho aspettato | all'ombra dei tuoi "percome" | col mio viso angelico | percosso dai fatti.'' (da ''Chissà dove sei'', n.º 7)
*''Può accadere di tutto, | puoi anche conquistare | vari uomini bruni | e misurarne l'aspetto, | ma il mio indirizzo è | Via del sopracciglio destro, | con rispetto parlando, | e altre parti, | altre parti di me.'' (da ''Chissà dove sei'', n.º 7)
*''Fiori falsi e sogni veri | tra gli eroi della friggitoria chantant. | Grazie, ho già mangiato ieri: | un sorriso stasera basterà.'' (da ''Arlecchino'', n.º 9)
*''Mi hanno detto: "Fermati", | non mi hanno chiesto mica: "Dove vai?".'' (da ''Arlecchino'', n.º 9)
*''Dove vai? | Quanti soldi ti hanno dato? | quanti fiori e quanti anni? | Dove vai? | La mia cella è un po' più stretta | e mi pagano di più.'' (da ''Arlecchino'', n.º 9)
*''E niente che rompeva la noia dell'attesa, | solo il suono della pioggia che cadeva.'' (da ''Finestre di dolore'', n.º 10)
*''E un gallo si mise a suonare la sveglia, | per quanto la notte fosse ancora ubriaca | e Giuda fosse ancora un ragazzo.'' (da ''Finestre di dolore'', n.º 10)
*''E credo che fu in quel preciso momento | che venne da molto lontano un ricordo, | qualcosa di simile a un pianto di madri; | e due angeli vestiti di bianco | scesero con aria stupita | e il vuoto nel cuore, | e aprimmo al pianto le finestre del dolore.'' (da ''Finestre di dolore'', n.º 10)
*''In fondo alla pianura | una linea più buia, | l'esercito degli uomini diversi, | con gli occhi e la bocca pieni di sonno | aspettava in una buca di due metri, | e noi dall'altra parte del concetto | con l'anima in fondo alle gavette | cacciavamo i pensieri come mosche mortali, | e il nostro cervello era bianco.'' (da ''Finestre di dolore'', n.º 10)
*''Domani che farò, ragazza mia, | dei tuoi pensieri magri?'' (da ''Souvenir'', n.º 11)
*''E faccio di mestiere il venditore di risate | al circo che si tiene il lunedì; | ragazza mia, ci andresti mai?'' (da ''Souvenir'', n.º 11)
*''E intanto conto i denti, però il conto non mi torna: | ce ne è uno che mi manca, e forse tu mi puoi aiutare: | per caso, non l'hai mica ritrovato a casa tua? | Ero così distratto, amore mio, | quando ti ho morso il cuore.'' (da ''Souvenir'', n.º 11)
 
===''Rimmel''===
'''Etichetta''': RCA Italiana, 1975.
 
 
==Note==
2 792

contributi

Menu di navigazione