Differenze tra le versioni di "Fargo (serie televisiva)"

Jump to navigation Jump to search
+2x04
(+2x04)
 
*'''Skip Sprang''': Vi prego! Qualsiasi cosa! Non è me che cercate! Parlate con Milligan! Ce l'hanno loro!<br>'''Dodd Gerhardt''': Che hai detto?<br>'''Skip Sprang''': È passato ieri. Stavano cercando Rye. Potrebbero averlo trovato. IO non... Potrei telefonare, mettermi d'accordo. Ho del capitale.<br>'''Dodd Gerhardt''': Tu non sai niente. {{NDR|fa un cenno con la mano per dire di scaricare il catrame}}<br>'''Skip Sprang''' {{NDR|[[ultime parole da Fargo (serie televisiva)|ultime parole]] prima che venga sotterrato vivo dal cumulo di catrame}}: No! No! No!
 
==Episodio 4, ''Fear and Trembling''==
{{cronologico}}
 
*{{NDR|Nel 1951, Fargo, North Dakota}}<br>'''Otto Gerhardt''': Dodd, come le [[Moai|teste sull'Isola di Pasqua]].<br>'''Dodd da bambino''': Cosa?<br>'''Otto Gerhardt''': Nemmeno un fiato.
 
*Uccidi il re, diventa il re. Così va il mondo. Se la cosa ti fa incazzare scrivi una lettera a [[Napoleone]]. ('''Kellerman''') {{NDR|Nel 1951, Fargo, North Dakota}}
 
*{{NDR|Nel 1951, Fargo, North Dakota}}<br>'''Otto Gerhardt''': Io voglio solo un posto a tavola.<br>'''Kellerman''': Non c'è una tavola, ci sono io. Tutti gli altri si siedono a terra.
 
*{{NDR|Nel 1951, Fargo, North Dakota}}<br>'''Kellerman''': Hai sbagliato a portare tuo figlio.<br>'''Otto Gerhardt''': Deve imparare a diventare uomo.<br>'''Kellerman''' {{NDR|[[ultime parole da Fargo (serie televisiva)|ultime parole]]}}: Sì, be', è l'ultima lezione che prenderà. {{NDR|il piccolo Dodd, seduto alle sue spalle, lo pugnala alla testa}}
 
*'''Simone Gerhardt''': Sai cos'è che mi deprime? Mi sono persa gli [[Anni 1960|anni '60]]. L'amore libero, farmi di acido, [[Festival di Woodstock|Woodstock]]... E un giorno ti svegli e decidi di chiamarti Fiore Sbocciato nella Pioggia e ti chiami Fiore Sbocciato nella Pioggia.<br>'''Mike Milligan''': Sì, ma sarebbero venuti gli [[Anni 1970|anni '70]] come... i postumi... di una sbornia. E sai che è successo al tuo Fiore Sbocciato nella Pioggia? Sta sotto metadone a Bismarck e si prostituisce per mangiare.<br>'''Simone Gerhardt''': Lo so, ma almeno si sarebbe divertita, sarebbe stata libera. È come fare un bel sogno prima di svegliarsi.
 
*'''Floyd Gerhardt''': Forse guardandomi vede una donna anziana. È vero, ho sessantuno anni. Ho partorito sei figli, ho avuto tre aborti. Due dei miei figli sono qui oggi. Due sono nati morti. Il mio primogenito, Elron, è morto in Corea. Un cecchino gli ha staccato la testa. Il fatto è: non creda che solo perché sono una donna anziana io abbia le spalle deboli o che il mio stomaco non sia forte. Questa controproposta è perché un accordo è meglio di una guerra. Ma non cada in errore. Noi combatteremo fino all'ultimo uomo.<br>'''Joe Bulo''': Lei è una brava donna. Avrei voluto conoscere suo marito.<br>'''Floyd Gerhardt''': No, mio marito l'avrebbe fatta fuori al primo incontro. Sia lieto di poter parlare con me.
 
*Questo è il problema di un'azienda a conduzione familiare. Se uno dei miei uomini mi sfida, se mette a rischio un accordo, io gli taglio un braccio. Se parla fuori posto gli stacco la lingua. Ma lei ai suoi figli, ai suoi nipoti, che cosa è disposta a fare per dimostrarci il suo impegno? ('''Joe Bulo''') {{NDR|a Floyd Gerhardt}}
 
*{{NDR|Dopo aver fatto visitare Otto, Ollie, Duke e l'infermiera che spinge la carrozzina di Otto si recano nel parcheggio dell'ospedale. L'automobile però ha difficoltà ad avviarsi.}}<br>'''Ollie Stein''': Perché non parte?<br>'''Duke''' {{NDR|[[Ultime parole da Fargo (serie televisive)|ultime parole]]}}: Credo che si sia ingolfata.<br>{{NDR|Mentre Duke guarda indietro per fare retromarcia Gale Kitchen appare di fronte all'auto e uccide Duke con un colpo d'arma da fuoco. L'auto, con la marcia ingranata, sbatte contro un'auto parcheggiata}}<br>'''Ollie Stein''' {{NDR|[[Ultime parole da Fargo (serie televisive)|ultime parole]] all'infermiera, riferendosi a Otto}}: Portalo dentro, vai! {{NDR|Invece di ascoltare gli ordini l'infermiera scappa via e viene uccisa da Mike Milligan. Wayne Kitchen intanto uccide Ollie Stein}}<br>'''Mike Milligan''' {{NDR|a Otto, togliendogli il cappello dalla testa}}: Joe Bulo la saluta.
 
*'''Constance Heck''': Guarda nello specchio, tesoro. Dimmi, che cosa vedi?<br>'''Peggy Blomquist''': Non lo so... Una ragazza?<br>'''Constance Heck''': Hai avuto il ciclo? Non sei una ragazza, sei una donna. Una donna forte, bella e piena di vita. E nessun'uomo deve dirti che devi fare del tuo corpo o dei tuoi soldi.<br>[...]<br>'''Constance Heck''': È quello che facciamo: rinunciamo ai nostri bisogni per i bisogno degli uomini a nostro discapito. Ma adesso basta. Dillo con me...<br>'''Peggy e Constance''' {{NDR|in coro}}: Adesso basta.<br>'''Constance Heck''': Molto bene, andrai a Sioux Falls, andrai a quel seminario e diventerai la miglior Peggy Blomquist di sempre. E nessuno potrà mai più dirti come vivere la tua vita.
 
*C'è uno sguardo negli occhi di un uomo quando gli sparano... o quando una mina gli fa saltare una gamba e giace nel fango cercando di rialzarsi perché ancora non se ne rende conto. [...] Il suo cervello non ha ancora accettato la realtà, ossia che è già morto. [...] Ma noi lo vediamo. Tutti quanti noi. E mentiamo. Diciamo "Sta fermo, andrà tutto bene". Se tu fossi stato in guerra lo riconosceresti. Vedi, tu e Peggy avete quello sguardo. ('''Lou Solverson''') {{NDR|a Ed e Peggy Blomquist}}
 
*Non c'è più equilibrio. [...] In tutto il mondo. Prima distinguevi il bene dal male, c'era una morale. Adesso... ('''Lou Solverson''')
 
==Citazioni su ''Fargo''==
13 915

contributi

Menu di navigazione