Umberto II di Savoia: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
Annullata la modifica 788901 di 95.244.94.219 (discussione) senza fonte
(inserisco ultime parole di re Umberto II dette il 18 marzo 1983 a ginevra alle ore 15:35)
(Annullata la modifica 788901 di 95.244.94.219 (discussione) senza fonte)
 
==Citazioni di Umberto II==
*{{NDR|[[Ultime parole]]}} Italia.
*Di fronte alla comunicazione di dati provvisori e parziali fatta dalla Corte suprema; di fronte alla sua riserva di pronunciare entro il 18 giugno il giudizio sui reclami e di far conoscere il numero dei votanti e dei voti nulli; di fronte alla questione sollevata e non risolta sul modo di calcolare la maggioranza, io, ancora ieri, ho ripetuto che era mio diritto e dovere di re attendere che la Corte di cassazione facesse conoscere se la forma istituzionale repubblicana avesse raggiunto la maggioranza voluta. Improvvisamente questa notte, in spregio alle leggi e al potere indipendente e sovrano della magistratura, il governo ha compiuto un gesto rivoluzionario, assumendo, con atto unilaterale e arbitrario, poteri che non gli spettano, e mi ha posto nell'alternativa di provocare spargimento di sangue o di subire la violenza.<ref>Dal proclama agli italiani del 13 giugno 1946.</ref>
*Ripenso alle ultime ore a Roma, a quando mi fu detto che allontanandomi per poco dalla città tutto sarebbe stato più semplice e invece: quel "trucco" che non voglio qui definire in termini "appropriati"!<ref>Dalla lettera a Falcone Lucifero; citato in Speroni, p. 315.</ref>

Menu di navigazione