Differenze tra le versioni di "Carlo Azeglio Ciampi"

Jump to navigation Jump to search
(sistemo)
===Dichiarazioni ufficiali===
*Uomini e nazioni stanno cercando risposte adeguate. Il comune obiettivo è la pace, una pace vera, frutto di leale collaborazione nell'affrontare i problemi del mondo, non di ambiguità e di fallaci impegni.<ref>A proposito dell'incipiente guerra in Iraq; il termine ''fallaci'' fu inteso come una sottile critica alle idee radicali sostenute da [[Oriana Fallaci]]. In ''La forza della ragione'', Rizzoli, della stessa giornalista si legge: "Per carità anzi pietà di Patria sorvolo su quelle {{NDR|sevizie}} compiute dai numi dell'Olimpo Costituzionale che in pubblici discorsi si sono squallidamente abbassati a usare il mio cognome come aggettivo spregiativo, cioè fallaci-inganni, fallaci-illusioni".</ref> (dall'[http://www.quirinale.it/ex_presidenti/Ciampi/Discorsi/Discorso.asp?id=20378 intervento] all'Istituto Universitario Europeo, 26 settembre 2002)
*L'[[Italia]] intera è grata ai [[Arma dei Carabinieri|Carabinieri]] per il loro spirito di abnegazione e attaccamento al dovere, garanzia di tutela per il cittadino. L'Italia è grata anche per la meritoria azione svolta in campo internazionale sempre contraddistinta da umanità e fermezza nel rispetto delle civiltà e delle tradizioni. (Dichiarazione per il 191° anniversario dell'Arma dei Carabinieri)
*L'approvazione della Costituzione Ue è la condizione necessaria ad assicurare la governabilità all'[[Europa]] 25. La riforma dell'ONU agirà nell'interesse comune solo se affronterà il funzionamento dell'insieme degli organi societari e con largo consenso. (23 maggio 2005, in occasione dell'incontro con il presidente algerino [[Abdelaziz Bouteflika]])
*Sgomento, esecrazione, orrore, sono questi i sentimenti che come me provano tutti gli italiani. L'Italia è in lutto. Questi attentati contro gli [[Stati Uniti]] colpiscono e offendono l'intera comunità internazionale. Richiedono una lotta senza quartiere contro il terrorismo. Sappiamo di difendere in questo modo i valori che sono alla base della civiltà e della convivenza tra i popoli. I popoli liberi devono essere uniti e compatti nella risposta a questo atto di guerra contro il mondo civile.". (11 settembre 2001 – Dichiarazione del presidente della repubblica in occasione degli Attentati a New York e Washington)

Menu di navigazione