Differenze tra le versioni di "Johann Strauss (figlio)"

Jump to navigation Jump to search
rimuovo senza fonte
m (Bot: migrazione automatica di 2 collegamenti interwiki a Wikidata: d:Q83309)
(rimuovo senza fonte)
 
==Citazioni su Johann Strauss jr==
*Buona notte, [[Joseph Lanner|Lanner]]! Buona sera Strauss Padre! Buon giorno, Strauss Figlio! (Franz Wiest) {{c|Fonte?}}
*Ci sono i valzer della testa, i valzer dei piedi e i valzer dei cuori. I primi vengono scritti sbadigliando, in camicia da notte, quando in strada sfrecciano le carrozze dirette ad un ballo e nessuno si ferma a raccoglierti. ne risulta qualcosa in Do o in Fa maggiore. I secondi sono quelli di Strauss, in cui tutto ondeggia e salta (riccioli, occhi, labbra, braccia, piedi). Lo spettatore viene trascinato fra i ballerini, i suonatori sono allegri... Le loro tonalità sono in Re maggiore e La maggiore. La terza classe è rappresentata dai sognatori in Re diesis e La diesis maggiore, il cui padre sembra essere il valzer dello struggimento, i fiori serali e le figure crepuscolari, i ricordi della giovinezza amata e di tante altre cose... ([[Robert Schumann]])
*Di tutti i dispensatori di gioia che Dio dotò di talento, Johann Strauss mi è il più caro. Questa dichiarazione può riassumere il mio giudizio su questo meraviglioso fenomeno. Soprattutto in Johann Strauss rispetto l'originalità, il talento innato. In un momento in cui tutto il mondo intorno a lui tendeva a una sempre crescente complessità, a una crescente riflessività, un genio naturale gli permise di creare dal tutto. Mi parve l'ultimo che lavorasse seguendo un'ispirazione spontanea. Sí, ecco che cosa fu: la melodia primordiale, originale, la protomelodia. ([[Richard Strauss]])
*Quell'uomo trasuda musica! ([[Johannes Brahms]])
*Strauss è uno fra i pochi dei miei colleghi al quale posso portare un sincero rispetto. ([[Johannes Brahms]])
*Un Dio che domina le passioni. ([[Alexandre Dumas (figlio)|Alexandre Dumas, figlio]])
*Un solo valzer di Strauss supera in grazia, delicatezza e vero contenuto musicale la maggior parte dei prodotti di fabbrica straniera, come il campanile di Santo Stefano le vuote colonne ai lati dei boulevards di Parigi. ([[Richard Wagner]])
 

Menu di navigazione