Differenze tra le versioni di "Gaston Leroux"

Jump to navigation Jump to search
cit su
(cit su)
===Citazioni sul romanzo===
*L'Opera non è uno sfondo, è una specie di alter ego del protagonista, il Luogo che crea l'azione. Il racconto ha inizio in un camerino e subito spazia, invade — come il Fantasma, e la musica —palcoscenico, platea, palchi, altri camerini, foyers, uffici, labirinti di corridoi e scale fino al tetto, e tutto ciò che è oltre il palcoscenico, sopra e sotto, passerelle aeree per calare i sipari, botole, nicchie dei macchinisti e buca del suggeritore. E infine i sotterranei rifugio di Erik. ([[Vieri Razzini]])
 
==Citazioni su Gaston Leroux==
*Grande manipolatore, con lo stesso distacco sornione che sarà poi in cinema di [[Alfred Hitchcock]], Leroux non fa altro che creare situazioni angosciose per poi dosare l'angoscia, centellinarla con la precisione di uno speziale. Se la digressione documentata è il suo metodo per renderci più creduli, la procrastinazione è il suo metodo per farci stare sulle spine: al culmine della suspense il racconto passa a un altro personaggio-testimone, o un'azione diversiva interrompe quella portante. E alla procrastinazione andrebbe aggiunto l'uso delle anticipazioni. La suspense subisce, secondo moduli in parte ancora ottocenteschi, interruzioni brusche, prolungate, senza che l'interesse e il divertimento vengano meno. La sorpresa è preparata con astuzia, viene da lontano ma non è mai «telefonata»; le situazioni drammatiche sono racchiuse in immagini suggestive e sintetiche [...] ([[Vieri Razzini]])
 
==Bibliografia==
14 387

contributi

Menu di navigazione