Modifiche

Jump to navigation Jump to search
+8
*Peccato che i [[delitto|delitti]] meglio eseguiti, i delitti perfetti, insomma, siano rimasti privi di firma; e che gli autori in cambio d'una banale impunità abbiano perso la gloria. (p. 11)
*[[Sirena|Sirene]]: Vissero feroci e stupende. Una laringite le vinse. (p. 16)
*[[Indovinelli dai film|Indovinello]]: Un servo sciocco, infedele, bugiardo, che alla fine ci abbandona, nudi vermi di niente, senza un saluto... Il [[corpo]]. (p. 16)
*Simile a un colombo viaggiatore, il [[poeta]] porta sotto l'ala un messaggio che ignora. (p. 20)
*Inquilini della terra, non è carino che ci diamo tante arie di proprietari. (p. 23)
*[[Elezione|Elezioni]]: Il sonno è di [[destra e sinistra|destra]], il sogno è di [[destra e sinistra|sinistra]]... Votare per una lucida insonnia. (p. 26)
*Non maledire il [[gradino]] dove inciampi col piede. Non ha altro torto se non d'essere lì. (p. 27)
*Essere non comporta necessariamente l'esistere: [[Problema dell'esistenza di Dio|Dio non esiste]] ma è. (p. 27)
*La [[vita]] non mi ha licenziato; m'ha solo messo in cassa integrazione. (p. 27)
*Le [[Sala d'aspetto|sale d'attesa]] degli ospedali non indicano prudentemente che cosa dobbiamo attenderci. (p. 28)
*Se gli uomini impiegassero per il possibile la metà delle forze che sprecano per l'impossibile... (p. 29)
*Battaglie: La [[ragione]] vince tutte le scaramucce. Vincesse una battaglia ch'è una! (p. 29)
*Conversando, sforzatevi di dire di tanto in tanto una [[banalità]]. L'amor proprio di chi vi ascolta ve ne sarà riconoscente. (p. 33)
*E dire che io e lui abbiamo un nemico in comune: lui me, io pure. (p. 34)
*Controfavola: "Il re è nudo!", gridò il bambino. Non era vero, ma nessuno della folla ebbe cuore di contraddire un bambino cieco.<ref>{{cfr}} la voce ''[[w:I vestiti nuovi dell'imperatore|I vestiti nuovi dell'imperatore]]'' su Wikipedia.</ref> (p. 37)
*È colpa nostra se Dio non esiste. (p. 38)
*Sono gli uomini che hanno dissuaso Dio dall'esistere. (p. 38)
*L'[[amore]]: a guardarlo da fuori un teatro di larve comicoliriche, di batticuori inventati, tutta un'orchestra di trombe e violini, col basso tuba dell'eros che accompagna da lontano. (p. 42)
*I [[sogno|sogni]]: spazzatura della ragione. (p. 42)
*In alternativa al [[suicidio]], che esige qualche virtù manuale e morale di difficile uso, ammutinarsi contro la vita. (p. 42)
*[[Biografia]]: Nacque, omissis, morì. (p. 43)
 

Menu di navigazione