Pietro Leemann: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
*Il [[cibo]] ci accompagna sempre, quando siamo sani per mantenerci sani, quando siamo malati per guarire, mangiando con attenzione possiamo capire molto del nostro organismo e delle energie che lo muovono.<ref>Da ''Il sale della vita''; citato in ''[http://www.oggi.it/cucina/news-cucina/2015/02/03/pietro-leemann-le-mie-13-regole-per-una-dieta-sana-e-per-scoprire-il-sale-della-vita/ Pietro Leemann: "Le mie 13 regole per una dieta sana e per scoprire il sale della vita"]'', ''Oggi.it'', 3 febbraio 2015.</ref>
*[...] la [[cucina vegetariana]] è addirittura liberatoria, nel senso che la presenza di un ingrediente come la carne limita le potenzialità di uno chef costringendolo a focalizzare l'attenzione su quell'unico protagonista. Di solito, infatti, il piatto carnivoro nasce per esaltare il sapore principale e la costruzione della ricetta ruota intorno a questo. In questo modo, lo spettro di combinazioni possibili, per quanto numeroso, non è mai ampio quanto quello che a mio avviso offre il prodotto naturale: verdura, frutta, cereali, semi, fiori, spezie. [...] Trovo molto più interessante la cucina naturale perché celebra la vita e i suoi prodotti stagionali e non la morte dell'animale.<ref>Dall'[https://books.google.it/books?id=IwV9BAAAQBAJ&pg=PT9 intervista] di Lara Rongoni in ''Né carne né pesce: vegetariani e vegani ai fornelli'', Newton Compton, Roma, 2014. ISBN 978-88-541-6955-5</ref>
*PotreiNel definirecaso lain miacui cucinavolessimo comeparlare unadi simboli, la [[cucina amicaitaliana]] dellasi naturariconosce di più nei cereali e dinelle tuttiverdure gli{{NDR|che esserinon viventi:nella glicarne}}. animaliSe vannopensiamo tenutiai comepiatti amicidi estagione tipici italiani non nelpensiamo piatto.a [...]tagli Questodi cibomanzo, avràma rispettatoall'asparago, laal carciofo, alle puntarelle, al radicchio trevigiano, alla cipolla di tropea, tutti naturavegetali e glipoi animali:i ècerali, unil ciboriso, pacificol'orzo, il farro. È questa l'identità culinaria dell'Italia.<ref name=expo>Dall'intervista di Ilaria D'Ambrosi, ''[http://www.expo2015.org/magazine/it/gusto/pietro-leemann--il-futuro-e-rendere-democratica-la-cucina-vegetariana.html Pietro Leemann. Il futuro è rendere democratica la cucina vegetariana]'', ''expo2015.org'', 19 maggio 2015.</ref>
*Potrei definire la mia cucina come una cucina amica della natura e di tutti gli esseri viventi: gli animali vanno tenuti come amici e non nel piatto. [...] Questo cibo avrà rispettato la natura e gli animali: è un cibo pacifico.<ref name=expo/>
 
==''Joia''==

Menu di navigazione