Claudio Santamaria: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
m (sistemo)
*La prima parola che mi viene in mente pensando a Rino è "poeta".<ref>Dal programma televisivo ''Rino vive! – Ma il cielo è sempre più blu'' di Antonio Carella, ''La storia siamo noi'', Rai Tre, 19 novembre 2007. [http://www.youtube.com/watch?v=9wemH4qg6rQ Video] disponibile su ''YouTube.com''.</ref>
*{{NDR|Sulle canzoni di Rino}} Sono sempre attuali, basta guardare il testo di ''Nuntereggae più'', sembra scritto ieri. È un bene non dimenticare un artista che non s'è voluto schierare, e che quella scelta l'ha pagata.<ref name=rino/>
*{{NDR|[[Alberto Manzi]]}} Un genio dell'educazione. Non dava voti per non dividere, per non creare classi e competizione. "Se punisco con un brutto voto" diceva "la prossima volta quel ragazzo si spaventerà e copierà da un altro, non aprirà la propria mente".<ref>da ''Non è mai troppo tardi'' - intervista di Alberto Anile, da Telepiù Anno 28 N.8 dal 22 al 28/02/2014</ref>
*{{NDR|Riferito a Rino}} Un poeta prima di ogni altra cosa, e un giullare, un dissacratore che sapeva sdrammatizzare ma senza essere superficiale. Conoscevo le sue canzoni ma non la sua vita, non sapevo che da piccolo fosse stato in collegio. Cantare per me non è stato un problema perché ho avuto un gruppo. Poi, lui cantava più col cuore che con la tecnica, le sue erano performance, ho visto che una volta si presentò a uno show di Corrado con indosso una muta da sub...<ref name=rino/>
*{{NDR|[[Alberto Manzi]]}} Un uomo che ha sfidato tutto quello che poteva, che si è battuto contro un sistema che riteneva sbagliato. Dentro il carcere minorile in cui ha insegnato, e dove faceva entrare di nascosto le matite. Alla Rai, al cui provino stracciò il copione improvvisando una nuova lezione. E soprattutto con la Pubblica Istruzione: Manzi fu chiamato ben otto volte davanti al consiglio disciplinare, perchè invece dei voti metteva un timbro uguale per tutti: "Fa quel che può, quel che non può non fa."<ref>da ''Non è mai troppo tardi'' - intervista di Alberto Anile, da Telepiù Anno 28 N.8 dal 22 al 28/02/2014</ref>
 
==Note==

Menu di navigazione