Differenze tra le versioni di "Giovanni Giolitti"

Jump to navigation Jump to search
 
==''Memorie della mia vita''==
*Primo dovere del governo è e sarà sempre di mantenere l'[[ordine]] a qualunque costo; [...]. (vol. 1, p. 158)
*Agli uomini politici che passano dalla critica all'azione, assumendo le responsabilità del governo, si muove spesso l'accusa di mutare le loro idee; ma in verità ciò che accade, non è che essi le mutino, ma le limitano adattandole alla realtà e alle possibilità dell'azione nelle condizioni in cui si deve svolgere necessariamente. (vol. 1, pp. 190-191)
*[...] la mia [[esperienza]] è che nelle masse il [[buon senso]] domina più che generalmente non si creda. (vol. 1, p. 192)
*La [[libertà]], se è indispensabile al progresso di un [[popolo]] civile, non è fine a se stessa; [...]. (vol. 1, p. 194)
*Primo dovere del governo è e sarà sempre di mantenere l'[[ordine]] a qualunque costo.
*L'on. [[Antonino Paternò Castello, marchese di San Giuliano|San Giuliano]], di cui ricordo sempre la fidata amicizia e il grande disinteresse patriottico, era un uomo di ingegno pronto, sottile, ed equilibrato ad un tempo; [...]. Egli aveva la capacità piuttosto rara, di considerare le questioni in tutte le loro {{sic|faccie}} prima di prendere una risoluzione: come pure di fare giusta ragione alle critiche che si potevano opporre alle sue vedute, assimilando le opinioni degli altri. (vol. 2, pp. 331-332)
 
26 101

contributi

Menu di navigazione