Differenze tra le versioni di "Battaglia di Adua"

Jump to navigation Jump to search
LeopoldoPullè
(stub)
(LeopoldoPullè)
Citazioni sulla '''battaglia di Adua'''.
 
*''Adua?'' – Una follia, cambiata in un disastro militare, per insufficienza di mezzi, mancanza di preparazione, incoscienza di ministri e di capi supremi, impari al loro compito... Un disastro militare, il quale, come prima Dogali, servì però a provare al mondo meravigliato e commosso, come non siano soltanto leggende, dovute ai tempi di Roma e di Sparta, le gesta delle Termopili; e che i nomi del Toselli, del Dabormida, del Galliano, dell'Arimondi<ref>Il maggiore Pietro Toselli, il generale di divisione Vittorio Dabormida, il tenente colonnello Giuseppe Galliano, il generale Giuseppe Arimondi: ufficiali morti nella guerra di Abissinia.</ref>, e di tanti altri, a noi giunti sull'ali della fama, nulla abbiano a invidiare ai nomi dei ''Trecento'' soldati di Leonida... a noi mandati dalla leggenda. ([[Leopoldo Pullè]])
*Adua fu l'episodio che occasionò la rivolta decisiva del popolo italiano contro [[Francesco Crispi|Crispi]]<ref>Francesco Crispi (1818–1901), era il presidente del Consiglio all'epoca della disfatta.</ref>. ([[Arturo Carlo Jemolo]])
*La battaglia, durata dall'alba alle quattordici, fu un seguito di episodi slegati, nei quali rifulsero l'eroismo individuale e lo spirito di sacrificio, non la sapienza dei capi. Il 53% dei nostri effettivi restò sul terreno: quattromilaseicento morti italiani, duemila indigeni, oltre duemila feriti. [...].<br>Di fronte a queste perdite, gravissime anche quelle del nemico: settemila morti e diecimila feriti. ([[Alberto Maria Ghisalberti]])
20 079

contributi

Menu di navigazione