Tommaso Landolfi: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
Nessun cambiamento nella dimensione ,  3 anni fa
(→‎Bibliografia: armonizzo la bibliografia con la sezione dell'opera "Rien va" testè creata)
''Daemonium nobis haec otia fecit''<br>
4 giugno 1958<br>
*Ed ecco mi ritrovo ancora una volta a tu per tu colla mia anima fiacca e leggera. Signore! ma come è possibile seguitare così? seguitare alla cieca, senza alcun conforto? andare senza sapere dove né perché?
 
===Citazioni===
*Dovevo aggiungere alcunché di più importante e l'ho dimenticato: il decadere della memoria , che era in me viva, fa parte del mio avvilimento, o della mia ascesi. (pp. 21-22)

Menu di navigazione