Auguste de Villiers de L'Isle-Adam

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Villiers de L'Isle-Adam)
Jump to navigation Jump to search
Auguste de Villiers de L'Isle-Adam

Auguste de Villiers de L'Isle-Adam, nome completo Jean-Marie-Mathias-Philippe-Auguste, conte de Villiers de L'Isle-Adam (1838 – 1889), scrittore e commediografo francese.

Citazioni su Auguste de Villiers de L'Isle-Adam[modifica]

  • Ancora bambino cominciava a fare versi superbi. Solamente, andateli a cercare! Andate a cercare Morgane, Elën, drammi come ne hanno fatti pochi i più grandi drammaturghi; andate a cercare Claire Lenoir, un romanzo unico in questo secolo! E il seguito, la fine di Axel, de l'Eva futura, dei capolavori, dei puri capolavori, interrrotti per anni, ripresi senza sosta come le cattedrali e le rivoluzioni, alte come queste. (Paul Verlaine)

Incipit di Il convitato delle ultime feste[modifica]

Il Commendatore di Pietra può venire a cenare con noi; può tenderci la mano! Noi la prenderemo ancora. Forse sarà lui che avrà freddo.[1]

Note[modifica]

  1. Citato in Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella, Incipit, Skira, 2018. ISBN 9788857238937

Altri progetti[modifica]