Wikiquote:Monobook.css

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Wikiquote consente agli utenti registrati di modificare l'aspetto delle pagine a loro piacimento, salvando un foglio di stile nella pagina "Utente:nome utente/monobook.css" (dove "monobook.css" va scritto tutto minuscolo). A seconda delle modifiche che si desidera fare, ci vogliono conoscenze più o meno approfondite di CSS. Questa pagina dà una prima introduzione, per approfondimenti si consiglia di visitare il sito del W3C [[1]], che oltre agli standard ufficiali offre anche una collezione di collegamenti a siti con tutorial a vari livelli.

Breve introduzione[modifica]

Una pagina web moderna normalmente è composta almeno dalle seguenti due componenti:

  • La pagina in formato HTML con i contenuti testuali e la struttura (intestazioni, paragrafi, liste, tabelle, ecc.). Nel caso di Wikiquote, il software trasforma il wiki-sorgente in pagine HTML.
  • Il foglio di stile in formato CSS che sostanzialmente definisce tutti gli aspetti visivi della pagina (caratteri, colori, dimensioni, margini, bordi, sfondi, ecc.). Quello di Wikiquote è http://it.wikiquote.org/skins/monobook/main.css (stile "monobook"), con alcune aggiunte per la versione italiana in MediaWiki:Monobook.css.

Ogni elemento di una pagina HTML viene contrassegnato con dei cosiddetti "tag". Per esempio, un paragrafo di testo inizia con il tag <p> e finisce con </p>. Nel foglio di stile "monobook" di default si trovano le righe

p {
   margin: 0.4em 0em 0.5em 0em;
   line-height: 1.5em;
}

dove la "p" (qui senza le parentesi angolari) segnala che le seguenti proprietà si riferiscono a tutti i paragrafi della relativa pagina. Tutte le proprietà di questo elemento sono racchiuse da parentesi graffe {}. Il valore (per esempio "1.5em") è separato dalla proprietà (per esempio "line-height", ovvero la distanza fra le righe) da un doppio punto ed è seguito da un punto e virgola.

Per differenziare l'aspetto degli elementi dello stesso tipo, si possono usare classi e id per assegnare diversi "nomi" agli elementi. Nel caso di Wikiquote, questi nomi vengono assegnati in automatico dal software. Prendiamo un esempio dallo stile di default "monobook":

table.diff { background:white; }

Con questo si ottiene che tutte le tabelle (elemento "table") con la classe "diff" (separata dal nome dell'elemento con un punto) abbiano lo sfondo bianco. (Nella pagina HTML, queste tabelle iniziano con il tag <table class="diff">.) L'aspetto delle altre tabelle (senza la classe "diff") non viene influenzato da questo. La differenza fra classe e id ci interessa solo in quanto cambia minimamente la sintassi: il nome di una id viene separato dal nome dell'elemento da un cancelletto # anziché da un punto.

Se si vogliono assegnare proprietà a tutti gli elementi con una certa classe o id, si lascia via il nome dell'elemento. Un esempio da "monobook":

.error {
   color: red;
   font-size: larger;
}

Qualsiasi elemento con la classe "error", che sia un paragrafo, un'intestazione o altro, appare così in caratteri rossi e un po' più grandi del normale.

Infine ci si può riferire anche solo agli elementi che si trovano all'interno di certi altri elementi:

#toc p { margin: 0 }

In questo esempio vengono azzerati i margini dei paragrafi, ma solo di quelli che si trovano all'interno di un elemento con l'id "toc". Questo non è da confondere con

p#toc { margin: 0 }

che si riferisce ai paragrafi che hanno loro stessi l'id "toc".

Personalizzare l'aspetto di Wikiquote[modifica]

Inserendo un foglio di stile personale nella sottopagina "nome utente/monobook.css", si può modificare a piacimento l'aspetto di Wikiquote; ovviamente avrà effetto solo quando si è effettuato il login. Il foglio di stile personale viene inserito dopo quello predefinito, consentendo così di sovrascrivere qualsiasi proprietà assegnata di default. Per esempio, per impostare dei caratteri più grandi si può inserire la riga

body { font-size: medium; }

nel foglio di stile personale.

I namespace[modifica]

Semplificando un po', si può dire che l'elemento "body" è la pagina stessa. Questo ci consente di capire come personalizzare l'aspetto dei vari namespace: Il software di Wikiquote assegna automaticamente all'elemento "body" una classe che dipende dal namespace. Il nome è composto da "ns-", seguito dal numero del namespace. Ecco l'elenco completo:

  • .ns-0: Principale
  • .ns-1: Discussione
  • .ns-2: Utente
  • .ns-3: Discussioni utente
  • .ns-4: Wikiquote
  • .ns-5: Discussioni Wikiquote
  • .ns-6: Immagine
  • .ns-7: Discussioni immagine
  • .ns-8: MediaWiki
  • .ns-9: Discussioni MediaWiki
  • .ns-10: Template
  • .ns-11: Discussioni template
  • .ns-12: Aiuto
  • .ns-13: Discussioni aiuto
  • .ns-14: Categoria
  • .ns-15: Discussioni categoria

Se volessimo impostare dei caratteri più grandi solo per le pagine nel namespace principale, potremmo mettere

body.ns-0 { font-size: medium; }

o più semplicemente

.ns-0 { font-size: medium; }

Ricordandoci di quanto detto nell'introduzione possiamo anche modificare l'aspetto dei paragrafi nel namespace principale, lasciandolo immutato negli altri:

.ns-0 p { margin:0; text-indent:2em; }

Se invece volessimo applicare questo stile a tutti i namespace, basterebbe lasciare via la classe "ns-0":

p { margin:0; text-indent:2em; }

Le parti della pagina[modifica]

La seguente lista mostra le principali classi e id della struttura delle pagine di Wikiquote (chi ha la pazienza di farlo, trova tutte le classi e id assegnate dal software spulciando il sorgente HTML delle pagine di Wikiquote ─ però non è molto bello da leggere):

  • #globalWrapper: elemento ("div") che racchiude tutta la pagina
    • #column-content e #content: elementi ("div") che racchiudono il contenuto della pagina (senza gli elementi di navigazione)
      • .firstHeading: l'intestazione della pagina
      • #bodyContent: il contenuto senza l'intestazione della pagina
        • #toc: contiene l'indice
        • .editsection: contiene i link per modificare singole sezioni
        • #catlinks: contiene i link alle categorie inserite nella pagina
    • #column-one: contiene tutti gli elementi di navigazione
      • #p-cactions: contiene i link alle "azioni" ("pagina", "discussione", "modifica", ecc.)
      • #p-personal: contiene i link agli strumenti personali (pagina e discussione utente, preferenze, ecc.)
      • #p-logo: contiene il logo
      • #p-nav: contiene la navigazione ("Pagina principale", "Portale comunità", ecc.)
      • #p-search: contiene il blocco "ricerca"
      • #p-tb: contiene gli strumenti ("Puntano qui", "Modifiche correlate", ecc.)
      • #p-lang: contiene gli "interwiki"
    • #footer: contiene la barra in fondo alle pagine

Se quindi si mette

#globalWrapper { font-size: 150% }

si aumenta la dimensione dei caratteri di tutta la pagina del 50%. Invece

#column-content { font-size: 150% }

aumenta la dimensione dei caratteri del contenuto, lasciando immutati i link di navigazione.

Provando l'ultimo esempio si nota una delle varie difficoltà che si incontrano modificando i fogli di stile: le dimensioni di alcune parti della pagina possono dipendere dalle dimensioni dei caratteri, per cui cambiando le dimensioni dei caratteri può succedere di scombinare l'aspetto di tutta la pagina. Un'altra difficoltà sta nel capire la precedenza delle definizioni. Per esempio,

body { color: green }

non fa apparire il testo della pagina in verde, perché c'è un'altra definizione in MediaWiki:Monobook.css che ha la precedenza. Una soluzione (di diverse possibili) per cambiare il colore del testo e delle intestazioni è

p, h1, h2, h3, h4, h5, h6 { color:green; }

Voci correlate[modifica]