Big Bang Theory

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Big Bang Theory

Serie TV
Immagine TBBT logo.svg.
Titolo originale The Big Bang Theory
Paese USA
Anno 2007 - in produzione
Genere sitcom
Stagioni 5
Episodi/Puntate 87
Regia Mark Cendrowski
Ideatore Chuck Lorre, Bill Prady
Attori
Doppiatori italiani

Big Bang Theory, serie televisiva statunitense ideata da Chuck Lorre e Bill Prady.

Indice

Stagione 1[modifica]

Episodio 1, Pilota[modifica]

  • Leonard: La vicina che c'era prima l'hanno rottamata?
    Sheldon: Se accettano trans di cento chili con la cellulite sulle guance...
  • Leonard: Scusa il disturbo. Siamo i tuoi dirimpettai.
    Penny: Oh, che carini!
    Leonard: Non viviamo insieme, cioè... viviamo insieme, ma in camere eterosessualmente separate.
  • Leonard: La nostra doccia va alla grande!
    Penny: Sarebbe tanto sconveniente se la usassi?
    Sheldon: Sì.
    Leonard: No!
    Sheldon: No?
    Leonard: No!
    Sheldon: No...
  • Leonard: Ho deciso: con lei ho chiuso. Ho il mio lavoro, un giorno vincerò il premio Nobel e poi morirò solo.
    Sheldon: Perché dici queste cose? Non morirai mai solo.
    Leonard: Grazie, Sheldon. Sei un vero amico.
    Sheldon: Così come non vincerai il Nobel!
  • Leonard: I nostri figli saranno intelligenti e bellissimi.
    Sheldon: Hai dimenticato immaginari!

Episodio 2, L'ipotesi del cervellone (The Big Brain Hypothesis)[modifica]

  • [Discutendo su come portare un grosso scatolone al quarto piano, con l'ascensore fuori servizio]
    Leonard: Allora lo portiamo su noi.
    Sheldon: Ti è cascata una cometa in testa?
    Leonard: Perché no?
    Sheldon: Be', non abbiamo un carrello, o un argano, o alcuna misurabile forza sollevatrice.
    Leonard: Non abbiamo bisogno della forza, siamo fisici. Siamo i discendenti intellettuali di Archimede. Dammi un fulcro e una leva e posso sollevare il mondo. È solo una questione di...
    [Lo scatolone sta cadendo su di lui]
    Leonard: Non lo tengo! Non lo tengo!
    [Dopo aver portato lo scatolone al quarto piano]
    Sheldon: Capirai di certo che questo sforzo non aumenterà sicuramente le possibilità di avere un rapporto sessuale con questa donna.
    Leonard: Gli uomini fanno favori alle donne senza aspettarsi sesso.
    Sheldon: Quelli sono gli uomini che hanno appena fatto sesso.
  • Sheldon: Per Einstein guarda che disastro!
    Leonard: Penny è un po' disordinata.
    Sheldon: Cosa? Un po' disordinata? Colui che ha prodotto una serie di numeri complessi è un po' disordinato, qui è caduto un Jumbo!
  • Sheldon: Non riuscivo a dormire sapendo che fuori dalla mia stanza c'era il nostro soggiorno, al di fuori del quale c'era il nostro pianerottolo e al di là di una porta c'era... questo!
  • Leonard: Ti rendi conto che se Penny si sveglia non c'è nessuna spiegazione ragionevole del perché siamo qui?
    Sheldon: Ti ho appena dato una spiegazione ragionevole.
    Leonard: No, mi hai dato una spiegazione. La ragionevolezza sarà determinata da una giuria di tuoi pari!
    Sheldon: Non essere ridicolo. Io non ho pari.
  • Sheldon: Vuoi un po' di cereali? Mi sento così in forma oggi che prenderò quelli a basso contenuto di fibre... buongiorno sgonfiotti al miele!
    Penny [urlando dal suo appartamento]: Figli di puttana!
    Leonard: Penny è sveglia!
    Penny [urlando dal suo appartamento]: Brutti cervelloni bastardi che non siete altro!
    Leonard: Come sa che eravamo noi?
    Sheldon: Ho lasciato uno schemino di suggerimenti organizzativi per il suo armadio.
    Leonard: La vedo molto brutta.
    Sheldon: Addio sgonfiotti al miele, salve super crusca!
  • Sheldon: Questa non è una casa qualunque, questo è un travolgente vortice di entropia!
  • Howard: Vuoi dire che tu, Rajesh Koothrappali, hai parlato con Penny?
    Raj: Io non ho parlato, sono stato parlato!

Episodio 3, Il corollario del gatto (The Fuzzy Boots Corollary)[modifica]

  • Leonard: Sto bene, Penny sta bene e il tizio che sta baciando sta ancora meglio.
    Howard: Ma che tipo di bacio? Casto, labbra, guance, lingua?
    Leonard: Ma che diavolo ti frulla?
    Howard: Sono un uomo romantico!
  • Leonard: Voglio essere più realista e uscire con qualcuno alla mia portata, tipo Olivia Gaiger.
    Sheldon: La dietologa della mensa che ha un occhio pigro ed è sbilenca a un'anca? Non avrai nessuna chance con lei!
  • Sheldon: Credo che tu abbia le stesse possibilità di avere una relazione sessuale con Penny di quante ne abbia il telescopio Hubble di scoprire che al centro di ogni buco nero c'è un omino con la torcia che cerca l'interruttore della luce!
  • Leonard: Si vede che sono un po' sudato?
    Sheldon: No! Quelle macchie scure che hai sotto le ascelle lo nascondono egregiamente!

Episodio 4, L'effetto del pesce luminoso (The Luminous Fish Effect)[modifica]

  • Sheldon: La tua autostima è legata alla tua massa corporea?
    Penny: Be', sì!
    Sheldon: Ah, interessante!
  • Sheldon: Ti racconto la faccenda dei pomodori e credo che ti piacerà. Sono venduti insieme alle verdure ma tecnicamente sono una frutta!
    Penny: Interessante.
    Sheldon: Vero?
    Penny: No, mi riferisco a quello che trovi divertente!
  • Sheldon: Ho letto di uno scienziato giapponese che ha inserito il dna della medusa luminosa in altri animali e ho pensato... Ehi... Pesci luminosi come lampade notturne!
  • Mamma di Sheldon: Ah, ti sei procurato un telaio, ma che bravo.
    Sheldon: Be', grazie.
    Mamma di Sheldon: Tesoro, perché hai preso un telaio?
    Sheldon: Stavo sperimentando la telecinesi e ho pensato... Ehi... Telaio!
  • Leonard: Era un uomo saggio. [riferendosi al padre di Sheldon]
    Mamma di Sheldon: Oh, non così saggio. Una volta litigò con un babbuino per delle banane.
  • Mamma di Sheldon: Sheldon costruì un piccolo reattore nucleare al capanno. Disse a tutti che avrebbe prodotto energia gratis per l'intera città. Ma il suo problema era che non aveva il materiale "fissibile", è così che voi lo chiamate vero? Comunque dopo essere andato su internet per procurarselo, un uomo del governo venne a casa nostra, lo mise seduto in salotto e molto gentilmente gli disse che era contro la legge tenere uranio impoverito nel capanno.
    Penny: E poi che successe?
    Mamma di Sheldon: Ah, lui andò su tutte le furie, si chiuse in camera e costruì un raggio della morte a ultrasuoni!
    Leonard: Un raggio della morte?
    Mamma di Sheldon: Be', lui lo chiamava così ma non fermava neanche i figli dei vicini... Faceva solo incavolare a morte il nostro cane!
  • Penny: Questa è la cosa più buona che abbia mai mangiato!
    Mamma di Sheldon: Anche Sheldon ne va matto. Vuoi sapere qual è l'ingrediente segreto?
    Penny: L'amore?
    Mamma di Sheldon: Il lardo.
  • Mamma di Sheldon: Sai caro, Dio non ci da mai più di quanto possiamo sopportare.
    Leonard: Davvero?
    Mamma di Sheldon: Infatti lui mi ha regalato altri due figli stupidi come zappe!
  • Sheldon: Dottor Gablehauser, come lei sa, forse siamo partiti con il piede sbagliato quando le ho dato dell'idiota e volevo dirle che mi sono sbagliato nel farglielo notare...

Episodio 5, Il postulato dell'hamburger (The Hamburger Postulate)[modifica]

  • Howard: Cosa consigli a chi ha una fame da lupo per aver fatto sollevamento pesi, cardio funk e aver sudato come un cammello?
    Penny: Una doccia!
    Howard: Prendo il piatto Coronarie Sgombre.
    Sheldon: Qui non mangio mai, non so cosa c'è di buono.
    Penny: Tutto naturalmente.
    Sheldon: Statisticamente improbabile.
  • Sheldon: Perché non andiamo al Big Boy? Hanno un solo tipo di hamburger, il Big Boy!
    Penny: Il Barbecue è quasi uguale al Big Boy.
    Sheldon: Chiedo scusa, ma in un mondo in cui esiste il Big Boy perché dovrei sceglierne uno quasi uguale al Big Boy?
    Penny: Semplice, perché qui non siamo al Big Boy!
    Sheldon: Bene, prendo il Barbecue... Nessuno strilla ai clienti al Big Boy!
  • Sheldon: [Svegliandosi improvvisamente] Big Boy!
  • Leonard: Con Leslie lavoro gomito a gomito all'università.
    Penny: Oh, wow! Sei una scienziata?!
    Leslie: Ti chiamano per le tette e resti per il cervello.
  • Sheldon: Penny mi serve la tua opinione su un argomento di semiotica.
    Penny: Non faccio giardinaggio...
    Sheldon: È lo studio dei segni e dei simboli, è una branca della filosofia connessa alla linguistica.
    Penny: Allora... Io lo so che tu sei convinto di esserti spiegato, lo credi veramente ma è un grosso errore!
  • Sheldon: Qualcuno ha toccato la mia lavagna... Hanno toccato la mia lavagna! Leonard! Leonard!
    Leonard: Ehi ehi ehi, ma che succede?
    Sheldon: Le mie equazioni, hanno messo mano sulle mie equazioni!
    Leonard: Ne sei sicuro?
    Sheldon: Altroché, il segno è stato cambiato!
    Leonard: Ah sì, però ti ha anche risolto il problema che ti affliggeva.
    Sheldon: Non dire cazzate, neanche per un solo momento... Oh guarda, il problema che mi ha afflitto per mesi è risolto!
  • Sheldon: Avevo giudicato male questo ristorante. Non vorrei azzardare troppo, ma questo il martedì è il mio nuovo hamburger!
    Leonard: L'ex hamburger del martedì avrà il cuore spezzato.
    Sheldon: Assolutamente, pensavo di spostare il Big Boy al giovedì e mollare per sempre fior di zuppa. In fin dei conti quel nome mi ha sempre creato una certa confusione, molto meglio zappa e zuppa.
  • Leonard: Mi ascolti solo un istante, ti prego!
    Sheldon: Ti ascolto eccome, bla bla, Penny delusione in vista, bla bla bla...

Episodio 6, Il paradigma della Terra di Mezzo (The Middle-Earth Paradigm)[modifica]

  • [Sheldon, Raj, Leonard e Howard sono vestiti da Flash]
    Leonard: Cambieremo costume, non c'è altra soluzione.
    Raj: O se resteremo uno dietro l'altro forse riusciremmo a sembrare più veloci della luce!
  • Penny: Oh, ciao ragazzi!
    Leonard: Scusa per il ritardo!
    Penny: Il ritardo? Sono le 7 e 5.
    Sheldon: La festa comincia alle 7 hai detto.
    Penny: Ma quando uno dice che la festa inizia alle 7 è un modo di dire, nessuno si presenta alle 7.
    Sheldon: Sono le 7 passate infatti!
    Penny: Già! Da 5 minuti è vero, allora... entrate!
  • Sheldon: Allora, la parata a che ora comincia?
    Penny: La... parata???
    Sheldon: Già, così i giudici assegneranno i premi per i migliori costumi! Il più spaventoso, il più azzeccato, l'incontro ravvicinato del terzo tipo più somigliante...
    Penny: Oh Sheldon mi dispiace ma non ci saranno né parate né giudici e né premi.
    Sheldon: ... Questa festa farà schifo, andiamo!
  • [Alla festa in maschera Sheldon è vestito con un bizzarro costume a righe bianche e nere]
    Penny: E Sheldon da cosa è vestito?
    Leonard: Oh, da Effetto Doppler.
    Sheldon: Già! È l'apparente cambio di frequenza di un'onda causato dal movimento relativo fra la sorgente dell'onda e l'osservatore.
    Penny: Oh, ma certo, da Effetto Doppler! È evidente!
  • Leonard: Tu stai impedendomi fisicamente di restare nei paraggi. Non competi con me a livello intellettuale e ti orienti verso una tracotanza animalistica.
    Kurt: Sarei un animale borioso?
    Penny: Ma che dici, smettila. Leonard non voleva dire questo.
    Leonard: No, ho detto tracotanza animalistica. Cioè siamo tutti animali ma alcuni di noi sono saliti più in alto sull'albero dell'evoluzione.
    Sheldon: Se dovesse capire sei fritto dorato.
    Kurt: Che vuoi dire che non sono evoluto?
    Sheldon: Sei fritto dorato.
  • Leonard: Dove trovi tutte queste assurdità?.
    Howard: Leggo riviste di psicologia, scorrazzo su internet e non mi perdo una puntata del programma "Non solo i camion hanno il rimorchio"!
  • Leonard: [Rivolto al ragazzo di Penny] Non sono un Nano, sono uno Hobbit. Uno Hobbit! I neuroni inceppati del tuo ippocampo sono incapaci di convertire la memoria a breve termine in quella a lungo termine?
  • Leonard: Che cos'è?
    Sheldon: Thè. Quando una persona è turbata la consuetudine dice che una bevanda calda aiuta molto... Dai dai... [Dando una pacca sulla spalla di Leonard] Ti va di parlarne?
    Leonard: No.
    Sheldon: Che sollievo! "Dai dai" era tutto ciò che avevo...

Episodio 7, Il paradosso del raviolo a vapore (The Dumpling Paradox)[modifica]

  • Leonard: Ma se Kristy proprio non ti piace, perché la fai restare?
    Penny: Mentre era fidanzata con mio cugino andava a letto con mio fratello. Quindi è una di famiglia.
  • Penny: Se serve un quarto per giocare posso farlo io.
    Leonard: Grande idea!
    Sheldon: Uhm... No! La ruota è stata una grande idea!
  • [Dopo aver battuto Sheldon a "Halo"]
    Penny: Scusate, ho un problema...
    Sheldon: Si chiama sindrome del tunnel carpale, e te la meriti tutta!
  • Penny: Vi dispiace se resto qui a dormire?
    Leonard: Sì, prendi il divano o il mio letto.
    Sheldon: Ferma tutto Leonard. Hai un momento?
    Leonard: Fammi indovinare, ti crea qualche problema.
    Sheldon: Da dove comincio?
    Leonard: Fai tu, scegli chi è pazzo.
    Sheldon: Punto uno noi non ospitiamo gente a casa, infatti se potessi permettermi l'affitto ti chiederei di andartene.
    Leonard: Un amico è un tesoro inestimabile... che altro?
    Sheldon: Be'... le provviste per il terremoto sono da 2 per 2 giorni.
    Leonard: E allora?
    Sheldon: Se ci fosse un terremoto e restassimo intrappolati qui in 3 finiremmo le scorte domani pomeriggio.
    Leonard: Vuoi dire che se resta Penny potremmo cedere al cannibalismo?
    Sheldon: Sai che è accaduto solo quando è accaduto.
  • [Sheldon sta per sedersi sul divano dove sta dormendo Penny]
    Leonard: Che cosa fai?
    Sheldon: Ogni sabato io mi sveglio alle sei in punto, metto la vestaglia, mi preparo una ciotola di cereali, aggiungo latte al 2% di grassi, mi siedo a quell'estremità del divano, accendo la televisione e guardo "Fisici si nasce"!
    Leonard: Penny sta ancora dormendo!
    Sheldon: ...Ogni sabato io mi sveglio alle sei in punto, metto la vestaglia, mi preparo una ciotola di cereali...
  • Penny: Senti Howard, io la conosco. Kristy è il tipo di ragazza che va a letto con qualcuno fino a quando le fai dei regali!
    Howard: Davvero?
    Penny: Già.
    Howard: Evvai!
  • Leonard: Sheldon ti rendi conto che stai per chiedere a Howard di scegliere tra il sesso e Halo?
    Sheldon: No, sto per chiedergli di scegliere tra il sesso e Halo 3! Da quel che so, il sesso non ha avuto aggiornamenti con grafici ad alta definizione e armamenti potenziati!

Episodio 8, L'esperimento del cocktail (The Cocktail experiment)[modifica]

  • Leonard: Sei proprio sicuro che ti serva la tessera della lega della giustizia d'America?
    Sheldon: L'ho avuta in ogni portafogli da quando avevo 5 anni.
    Leonard: E perché?
    Sheldon: Perché c'è scritto portala sempre con te in ogni momento! È proprio qui, sotto la firma di Batman!
  • Raj: Sentite questo. [facendo sentire la sua segreteria telefonica]
    Lalita: Ciao Raji, sono Lalita Gutka e tua madre ha dato a mia madre tuo numero perché me lo desse, così io sto chiamando te e tu richiama me appena puoi. Ciao!
    Raj: ...è aggressiva come tigre di bengala!
  • Penny: Ciao ragazzi! Mi servono delle cavie!
    Sheldon: Oh bene! Puoi chiamare un laboratorio a Reseda che fornisce cavie ma se la tua ricerca avrà applicazioni umane ti posso suggerire i topi bianchi? Cerebralmente la loro chimica è molto simile alla nostra!
  • Penny: Be', finalmente ho convinto il ristorante a promuovermi barista, quindi devo fare pratica nel preparare i cocktail!
    Leonard: Oh, Bene! Il segreto per acquisire abilità in ogni campo è la ripetizione!
    Sheldon: Con alcune ovvie eccezioni. Il suicidio per esempio!
  • Penny: Sheldon tu cosa vuoi?
    Sheldon: Io gradirei una cola light.
    Penny: Puoi per favore ordinare un cocktail, devo fare pratica di miscelazione.
    Sheldon: Come vuoi. Allora prenderò un virgin cuba libre.
    Penny: Stai parlando di rum e cola senza il rum?
    Sheldon: Esatto.
    Penny: Quindi solo cola?
    Sheldon: Esatto... e me la daresti light?
  • Raj: Studi da dentista allora.
    Lalita: Già.
    Raj: Lo sapevi che tra i dentisti c'è una percentuale di suicidio molto alta?
  • Sheldon: Scusate il ritardo.
    Leonard: Che è successo?
    Sheldon: Ah niente, solo che non volevo venire.

Episodio 9, La polarizzazione di Cooper e Hofstadter (The Cooper-Hofstadter Polarization)[modifica]

  • Leonard: Sheldon che ci fa questa lettera nel cestino?
    Sheldon: Bè c'è la possibilità che il cestino si sia formato spontaneamente attorno alla lettera ma secondo il principio del rasoio di Occam qualcuno l'ha buttata.
  • Sheldon: Leonard, il giorno in cui prenderai un nobel sarà un giorno in cui incomincerò la mia ricerca sul coefficiente di resistenza aerodinamico delle nappe sui tappeti volanti!
    Raj: L'unica cosa che mancava a quell'insulto era un riferimento a tua madre!
    Howard: Senti questa! Ehi, Leonard, il metodo di ricerca di tua madre è così scorretto...
    Leonard: Stai zitto Howard!
  • Penny: E così tu e Leonard avete avuto un piccolo malinteso?
    Sheldon: Un piccolo malinteso hai detto? Galileo e il Papa possono aver avuto un piccolo malinteso!
  • Penny: Allora come va con Sheldon? Voi due ancora non vi parlate?
    Leonard: Non solo ancora non mi parla, ma fa questa cosa di fissarmi intensamente e cercare di far esplodere il mio cervello.
  • Howard: Ho controllato la sala, ci sono almeno 20-25 persone dentro.
    Leonard: Stai scherzando?
    Penny: Soltanto?
    Leonard: Soltanto? Nella fisica particellare è una cosa tipo Woodstock!
  • Sheldon: Non capisco perché sei tanto arrabbiato. Mi hai scongiurato di venire e io sono venuto, non ti sta mai bene nulla!
    Leonard: Hai ragione il problema sono io, sono io che ho bisogno di aiuto!
    Sheldon: Bè non sembrano molto delle scuse ma le accetterò.
    Leonard: Aspetta un momento. Non c'è niente di cui vorresti scusarti?
    Sheldon: Sì. Mi spiace di aver provato a farti esplodere la testa. È stato fuori luogo.

Episodio 10, La decadenza di Loobenfeld (The Loobenfeld Decay)[modifica]

Frasi[modifica]

  • Sarebbe tutto più facile, se fossi un sociopatico violento... (Leonard)

Dialoghi[modifica]

  • Penny: Ragazzi, non ci crederete mai!
    Leonard: Mi arrendo!
    Sheldon: Io non indovino! Come scienziato preferisco arrivare a conclusioni basate su osservazioni ed esperimenti. Anche se mentre dico ciò mi viene il sospetto che tu abbia usato una forma retorica, il che renderebbe la mia risposta discutibile!
    Penny: Ma che gli prende?
    Leonard: Che tu ci creda o no, sta migliorando!
  • Penny: Sheldon hai idea di che ore siano?
    Sheldon: Ma certo che sì. Questo è regolato con l'orologio atomico di Boulder in Colorado. È preciso al decimo di secondo. Ma mentre dico ciò mi viene il sospetto di nuovo che la tua domanda potesse essere retorica.
  • Leonard: Perché non mi racconti come è andato lo spettacolo ieri sera.
    Penny: Ah è andato bene. Non c'erano molte persone ma entrambe sembravano apprezzare.
  • Sheldon: Stavo analizzando la nostra bugia e penso che ci sia il serio rischio che Penny ci possa scoprire.
    Leonard: Come?
    Sheldon: Semplice. Se per caso dovesse andare su www.quaderni di fisica.org, barra attività, barra appuntamenti, cliccare sui prossimi eventi, scorrere fino a seminari, scaricare il file pdf e cercare il seminario sul positronio molecolare, bè allora, bidibi bodibi bu, metaforicamente ci troveremmo in mutande.
  • Sheldon: Leonard ha mentito e io mi sento molto a disagio in questa situazione.
    Penny: Immagina come mi senta io...
    Sheldon: ...affamata? ...stanca? Mi dispiace, queste cose non sono il mio forte.

Episodio 11, L'anomalia della pastella per le frittelle (The Pancake Batter Anomaly)[modifica]

  • Sheldon: Scacco matto.
    Leonard: Oh un'altra volta.
    Sheldon: Ovviamente non sei abbastanza dotato per gli scacchi tridimensionali. Forse il gioco dell'oca tridimensionale è più alla tua portata.
    Leonard: Risistema la scacchiera.
    Sheldon: Deve essere davvero umiliante fare schifo a così tanti livelli.
  • Leonard: Io vado a letto.
    Sheldon: Aspetta. Porta questo in bagno, devo misurare i miei fluidi in ingresso e in uscita per assicurarmi che i reni funzionino bene.
    Leonard: ... ci faccio la pastella per le frittelle qui dentro!
    Sheldon: No, quel contenitore è sempre stato per le urine.
    Leonard: Hai fatto un'etichetta per tutto quello che c'è in questa casa inclusa l'etichettatrice e non ti sei preoccupato di farne una con scritto contenitore per l'urina?
    Sheldon: ... è proprio qui sul fondo.
    Leonard: Ah...
  • Madre di Howard: [Urlando] Howard al telefono!
    Howard: Lo so che suona il telefono mà, lo sento il telefono!
    Madre di Howard: Ma chi è che chiama a quest'ora scellerata!?
    Howard: E che ne so!
    Madre di Howard: Be', chiedigli perché chiamano a quest'ora scellerata!
    Howard: Come faccio a chiederglielo se sto parlando con te!? Pronto?
    Leonard: Sono Leonard, codice verde lattiginoso.
    Howard: Santo cielo no, verde lattiginoso no!
    Leonard: Affermativo, con febbre.
    Madre di Howard: Chi è al telefono?
    Howard: È Leonard!
    Madre di Howard: Perché ha chiamato?
    Howard: Sheldon è malato!
    Madre di Howard: Avete giocato insieme?
    Howard: Per l'amor del cielo mà finiscila, ho 26 anni!
    Madre di Howard: Scusa tanto signor uomo maturo! Che vuoi per colazione!?
    Howard: Latte al cioccolato, cereali e un biscottino!
    Leonard: Howard ascolta...
    Howard: Ho una chiamata, resta li. Pronto?
    Sheldon: Howard sto male.
    Howard: [Imitando la voce della madre] Howard sta dormendo, sono sua madre. Perché stai chiamando a quest'ora scellerata?
    Sheldon: Io desidero della zuppa.
    Howard: Allora telefona a tua madre!
  • Howard: Mà, possono venire qui i miei amichetti?
    Madre di Howard: Ho appena fatto pulire il tappeto!
    Howard: Negativo Leonard.
  • Sheldon: Penny io ho un quozionte intellettivo di 187, non credi che se ci fosse stato un modo per consumare la zuppa a casa mia ci avrei già pensato?
    Penny: Potevi ordinarla a domicilio.
    Sheldon: ... a questo non avevo pensato. Chiaramente il delirio febbrile sta cominciando, ti prego portami una zuppa finché ancora capisco a cosa serve un cucchiaio.
  • Raj: Perché non ti operi?
    Leonard: Dovrei farmi operare agli occhi?
    Raj: Preferisci andare a casa e avere a che fare con Sheldon o scolpire la cornea con un raggio laser?
    Howard: Allora?
    Leonard: Ci sto pensando!
  • Sheldon: Puoi cantarmi Soffice Kitty? Mia mamma me la cantava sempre quando ero malato.
    Penny: Ma io...mi dispiace non la conosco.
    Sheldon: Te la insegno. Soffice Kitty | Calda Kitty | Bel micino tu | Dorme Kitty | Dorme Kitty | Prrr Prrr |Prrr Adesso tocca a te!

Episodio 14, La macchina del tempo (The Nerdvana Annihilation)[modifica]

  • Sheldon: Questo sandwich è un vero e proprio disastro. Avevo chiesto tacchino e roast beef con insalata e groviera su pane integrale.
    Raj: E invece come è?
    Sheldon: Tacchino e roast beef con groviera e insalata su pane integrale... sono gli ingredienti giusti ma messi nell'ordine sbagliato!
  • Leonard: Chi venderebbe una macchina del tempo a grandezza reale per 800 dollari.
    Sheldon: In un diagramma di Venn sarebbe un individuo collocato nell'intersezione degli insiemi: "Non voglio più la mia macchina del tempo" e "Mi servono 800 dollari".
  • Penny: Che state facendo?
    Leonard: Stiamo... ecco... portando una cosa di sopra.
    Penny: Che cos'è?
    Leonard: Solo... una... macchina del tempo.
    Penny: Sì, fantastico ma io devo andare a lavoro, quindi...
    Leonard: Dacci solo un minuto!
    Penny: Non ce l'ho un minuto, sono in ritardo tremendo!
    Sheldon: Allora ho una semplice soluzione: vai sul tetto, salti sull'edificio accanto, c'è un piccolo vuoto, non guardare giù se soffri di vertigini, e scendi dalle loro scale!
  • Howard: Che perfetta calamita per le pollastrelle!
    Raj: Eh già, il mio vicino di casa dice sempre: "Ho una jacuzzi pappappero! Ho una jacuzzi pappappero!", ma aspettate che gli dica: "Io ho una macchia del tempo pappappero! Puoi ficcartela nel costume la tua tinozza!"
  • Penny: [A Leonard] Senti, se è per quello che è successo ieri Leonard mi dispiace molto per quello che ti ho detto, ero solo arrabbiata.
    Leonard: No, tu avevi ragione.
    Penny: Ma non è vero. Ascolta: tu sei un ragazzo meraviglioso e sono le cose che ami che ti rendono quello che sei.
    Howard: Quindi io dovrei essere un'enorme tetta.

Episodio 15, Il fattore sorella gemella (The Shiksa Indeterminacy)[modifica]

  • Leonard: Allora, dove vi siete conosciuti?
    Missy: Oh, lui ha passato nove mesi con le mie gambe avvolte intorno alla testa.
    Leonard: Prego?
    Sheldon: È mia sorella gemella. Pensa di essere spiritosa, ma francamente la cosa non mi trova molto d'accordo.
    Missy: Questo perché non hai senso dell'umorismo, Shelly.
  • Raj: Missy, ti piacciono i pigiami?
    Missy: Credo di sì.
    Raj: Li abbiamo inventati noi indiani. se vuoi...
    Howard: Be', la mia gente ha inventato la circoncisione. se vuoi...
  • Howard: Sono un uomo indiano, abbiamo inventato noi il pigiama!
    Raj: Ehi guardatemi, non ho il prepuzio!

Episodio 16, La reazione alle arachidi (The Peanut Reaction)[modifica]

  • Penny: Sheldon sei un suo amico e gli amici si scambiano i regali.
    Sheldon: Accetto la premessa ma respingo la conclusione.
  • Penny: [Al telefono] Facciamo un patto: tu lo tieni lì un altro po' e alla festa io ti indicherò quali delle mie amiche ci stanno.
    Howard: Non giocare con me donna.
    Penny: Ho un'amica ex-grassa e senza autostima, una che punisce suo padre andando a letto con tutti e una che con due bicchieri di tequila puoi calzare come un cappello.
    Howard: Sarete soddisfatte.

Episodio 17, Il fattore mandarino (The Tangerine Factor)[modifica]

  • Leonard: Non le va di parlare.
    Sheldon: Non mi sorprende. Le reazioni emotive di Penny hanno origine nella parte primitiva del cervello conosciuta come amigdala mentre la parola è localizzata nella più sviluppata neo corteccia. La prima può sopraffare la seconda fornendo credito scientifico all'espressione: "lasciare senza parole". O semplicemente "non le va di parlare".
  • Penny: Senti, ce l'hai un secondo.
    Sheldon: Ce l'avevo ma è già passato. Che vuoi?
  • Penny: Come diresti tu anni luce.
    Sheldon: Io non lo direi mai. Nessuno lo direbbe: anno luce è un'unita di spazio non di tempo.

Stagione 2[modifica]

Episodio 1, Il paradigma del pesce guasto (The Bad Fish Paradigm)[modifica]

  • [Sheldon va a dormire a casa di Howard]
    Howard: Per favore, ti supplico, cerca di dormire.
    Sheldon: Ci sto provando: conto le Catwoman.
  • [Sheldon è sotto l'effetto del Valium]
    Sheldon: Sono tornato.
    Leonard: Non sò neanche perché sei andato via.
    Sheldon: Non posso dirtelo.
    Leonard: Perché?
    Sheldon: L'ho promesso a Penny.
    Leonard: Hai promesso a Penny cosa?
    Sheldon: Che non ti avrei rivelato il segreto. Shhh...
    Leonard: Che segreto? Dimmi questo segreto.
    Sheldon: ... Mamma fuma dentro la macchina; a Gesù sta bene ma non possiamo dirlo a papà.
    Leonard: Sheldon, non quel segreto, dimmi l'altro segreto.
    Sheldon: Sono Batman! Shhh...
    Leonard: Maledizione Sheldon!

Episodio 2, La topologia del sospensorio (The Codpiece Topology)[modifica]

  • [Parlando di una ragazza]
    Raj: Io penso che abbia belle tette.
    Howard: Io me la farei.
    Sheldon: Tu ti faresti anche del particolato in sospensione colloidale.
    [silenzio generale]
    Sheldon: ...del fango!
  • [Seduti a pranzo alla mensa aziendale]
    Sheldon: Sai come faccio a sapere che non siamo dentro Matrix?
    Leonard: Come?
    Sheldon: Se lo fossimo il cibo sarebbe migliore.
  • [Prima di un appuntamento con una ragazza]
    Leonard: Gradirei che tu non ti facessi trovare.
    Sheldon: Leonard sono un fisico teorico con due dottorati e un quoziente intellettivo che non può essere misurato dai normali test: ti sembro facile da trovare.
  • Penny: Sheldon sei un ragazzo intelligente.
    Sheldon: Intelligente? Dovrei perdere 60 punti di QI per essere definito intelligente.

Episodio 4, L'equivalenza del grifone (The Griffin Equivalency)[modifica]

  • Gablehauser: Buongiorno, ragazzi.
    Raj: Dottor Gablehauser.
    Gablehauser: Dottor Koothrappali.
    Leonard: Dottor Gablehauser.
    Gablehauser: Dottor Hofstadter.
    Sheldon: Dottor Gablehauser.
    Gablehauser: Dottor Cooper.
    Howard: Dottor Gablehauser.
    Gablehauser: Signor Wolowitz.
  • Gablehauser: [Parlando della foto di Koothrappali nel magazine People] La foto di questo ragazzo su People magazine ci farà guadagnare una montagna di soldi più alta di..., be' più alta di te. [Accarrezzando la testa di Howard]
    Howard: Ho una laurea Magistrale.
    Gablehauser: E chi non ce l'ha?
  • Sheldon: E va bene, che cosa volete che faccia.
    Leonard: Mah, sorridi.
    [Sheldon prova a sorridere]
    Howard: Ouh, sembra il pupazzo di un ventriloquo!
    Leonard: Andiamo a trovare Koothrappali, non a uccidere Batman!

Episodio 8, L'espansione di Lizard e Spock (The Lizard-Spock Expansion)[modifica]

  • Sheldon: Be' scusatemi tanto ma non guarderò la serie tv di Clone Wars finché non avrò visto il film Clone Wars. Voglio che George Lucas mi deluda nell'ordine da lui scelto.
  • Raj: Purtroppo il Mars Rover non risponde.
    Sheldon: Credo che la metafora più calzante qui comprenda un fiume di escrementi e un imbarcazione tipica dei nativi americani senza propulsione.

Episodio 11, L'ipotesi dei sali da bagno (The Bath Item Gift Hypothesis)[modifica]

  • [Dopo aver aperto il regalo di Natale]
    Sheldon: Ah, un tovagliolo.
    Pennny: Giralo Sheldon.
    Sheldon: [Leggendo sul tovagliolo] "A Sheldon lunga vita e prosperità, Leonard Nimoy."
    Pennny: È venuto al ristorante, scusa se è sporco, ci si è pulito la bocca.
    Sheldon: Io possiedo il DNA di Leonard Nimoy.
    Pennny: Be' si penso di sì, ma guarda c'è l'autografo.
    Sheldon: Ti rendi conto di cosa significa: mi serve solo un ovulo sano e posso ricreare il mio Leonard Nimoy personale!
    Penny: Ok. Tutto ciò che avrai da me è il tovagliolo.

Episodio 12, L'instabilita del robot killer (The Killer Robot Instability)[modifica]

  • Sheldon: L'ingegneria è solamente il fratellino ritardato della fisica.
  • Raj: Ma Sheldon non abbiamo speranze. L'unica miglioria che sei riuscito a fare al robot è mettere pile nuove nel telecomando.

Episodio 13, L'algoritmo dell'amicizia (The Friendship Algorithm)[modifica]

  • Kripke: Paura dell'altezza Cooper.
    Sheldon: No di certo. La paura dell'altezza è illogica. La paura di cadere è tuttavia una cosa prudente ed evolutiva.
  • [Dopo che il tecnico ha controllato l'imbracatura per il climbing]
    Sheldon: È tutto qui il suo lavoro. A casa ne saranno fieri.
  • [Dopo aver avuto un attacco di vertigine a metà salita]
    Kripke: Tutto bene Cooper.
    Sheldon: Non proprio. Mi sento più meno come un arcotangente in prossimità di un asintoto.
    Kripke: Vuoi dire che sei bloccato?
    Sheldon: Quale parte di arcotangente in prossimità di un asintoto non hai capito?

Episodio 17, Il binario del terminator (Terminator of the Binary)[modifica]

  • [Howard sta aprendo il videoregistratore per cambiare l'hard disk]

Howard: Ok raj, passami il cacciavite torcs n.º 6
Sheldon: Fermo! Non possiamo farlo, non è giusto
Raj: Sheldon, hai due possibilità: o gli lasci mettere un hard disk più grande o cancelli qualcosa prima che partiamo
Sheldon: Ma se noi apriamo l'involucro, annulleremo la garanzia. La garanzia è un patto sacro che abbiamo stipulato con il costruttore; lui si offre di garantire per i propri prodotti e noi, in cambio, accettiamo di non violare l'integrità dell'hardware interno. Questo piccolo adesivo arancione, è tutto ciò che rimane tra noi... e l'anarchia
Leonard: Ok, allora non tocchiamo l'hard disk. Cancelliamo la prima stagione di Battlestar
[Sheldon stacca l'adesivo arancione]
Sheldon: Ecco, siamo dei fuorilegge

Episodio 20, L'isotopo di Hofstadter (The Hofstadter Isotope)[modifica]

  • Howard: Sono un ingegnere arrapato. Non scherzo sulle equazioni o sul sesso.
  • Sheldon: Routine? Forse dovresti chiamarla coerenza.

Stagione 3[modifica]

Episodio 1, La fluttuazione dell'apriscatole (The Electric Can Opener Fluctuation)[modifica]

  • Howard: Sheldon, ti ricordi le prime settimane lassù mentre cercavamo i monopoli magnetici senza trovare niente, tu colto dalla rabbia hai iniziato a comportarti come un perfetto scimpanzé isterico?
    Raj: Ma non dovevamo essere gentili?
    Howard: Per questo gli ho detto che era perfetto. E soprattutto ricordi quanto eri felice quando abbiamo avuto i primi dati positivi?
    Sheldon: Oh, naturalmente sì. Nel mondo delle emoticons sarei stato due punti con la D maiuscola.

Episodio 2, La congettura del grillo parlante (The Jiminy Conjecture)[modifica]

  • Penny: Forse dovevamo pensarci anche ieri sera: lasciarci andare con un bel bicchiere di vino...
    Leonard: Ma l'alcool etilico rallenta la conduzione elettrica delle cellule nervose e stimola i recettori della ricaptazione dei neurotrasmettitori inibitori come l'acido gamma aminobutirico.
  • Raj: Fa attenzione.
    Sheldon: Se non facessi attenzione il tuo dire di fare attenzione non mi aiuterebbe a fare attenzione.
  • Raj: Non mi piacciono gli insetti, mi spaventano a morte.
    Sheldon: Interessante. Temi gli insettti e il genere femminile. Immagino che le coccinelle ti rendano catatonico.

Episodio 3, Tecniche di condizionamento (The Gothowitz Deviation)[modifica]

  • Leonard: Non dimenticare che si prendono più mosche con il miele che con l'aceto.
    Sheldon: Ne catturi molte di più con il letame, dove vuoi arrivare.
  • Sheldon: Interessante. Il sesso funziona ancora meglio della cioccolata per la modifica del comportamento. Mi chiedo se la scienza lo abbia già scoperto.

Episodio 4, La soluzione del pirata (The Pirate Solution)[modifica]

  • Leonard: Spiegaci che succede.
    Raj: Questo è quanto. Sei mesi fa le mie ricerche per verificare la composizione degli oggetti transnettuniani sono arrivate ad un vicolo cieco.
    Howard: E alllora?
    Raj: Il mio visto è valido finché lavoro all'università, ma quando scopriranno che non ho cavato un ragno dal buco mi sbatteranno fuori. E non ho cavato il ragno perché non ho neanche trovato il buco.
  • Sheldon: Come succede sovente al co-protagonista dei film di azione che mediamente scompare a metà del secondo rullo eccomi tornato per salvare la situazione.
    [Sguardi interrogativi di Raj, Howard e Leonard]
    Sheldon: Strano, di solito lui viene acclamato al suo ritorno.
    Leonard: Sheldon, scusa, dopo il suo ritorno quanti rulli impiega il co-protagonista prima di spiegarsi?
    Sheldon: Spiacente, ma non avendo tu acclamato la mia entrata non puoi perderti il prologo.
  • Penny: Tesoro, ti va di fare una follia?
    Leonard: Di che genere?
    Penny: Scala sul posto di Sheldon e diamoci dentro.
    Leonard: Certo che sei una sporcacciona!
  • Sheldon: C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.
  • Sheldon: Ho ricontrollato i miei calcoli ed ho scoperto che avevi ragione.
    Raj: Così avevi torto.
    Sheldon: Non ho detto questo.
    Raj: È l'unica inferenza logica.
    Sheldon: Cionondimeno non l'ho detto.

Episodio 5, Il corollario del rivestimento raccapricciante (The Creepy Candy Coating Corollary)[modifica]

  • [Squillo del cellulare]
    Howard: Dannazione è mia madre.
    Bernadette: Vuoi rispondere?
    Howard: Sono combattuto. Potrebbe essere in punto di morte e sai com'è non vorrei perdermi il momento. Però se faccio partire la segreteria poi potrò ascoltarlo quante volte voglio.

Episodio 6, Il teorema del football (The Cornhusker Vortex)[modifica]

  • Raj: Sheldon, posso fare qualcosa per avere indietro il mio aquilone.
    Sheldon: Mi dispiace Raj ma le regole delle sfide aeree stabiliscono che l'aquilone battuto passi al vincitore. Mancando delle regole una sfida non avrebbe significato. E mancando un significato quello che sto per dirti non avrebbe un senso. Ho vinto il tuo aquilone. Ho vinto il tuo aquilone.
  • Leonard: Sabato vado a vedere una partita da Penny e voglio integrami con i suoi amici senza sembrare un idiota.
    Sheldon: Per integrarsi con gli amici di Penny quello dell'idiota sarebbe un travestimento perfetto.

Episodio 7, L'amplificazione del chitarrista (The Guitarist Amplification)[modifica]

  • Leonard: Danno i 'Banditi del tempo' in versione rimasterizzata; ti va di venire?
    Penny: No, non ne ho voglia.
    Sheldon: Ottimo. Invito inutile, consegnato. Rifiuto previsto, regolarmente arrivato. Comportamento civile. Nessuna discussione. Buona serata.
  • Penny: Ciao Sheldon, che sei venuto a fare?
    Sheldon: Questo è un ristorante. È ora di pranzo. Per una cameriera tale paradigma dovrebbe essere familiare.
  • Leonard (a Sheldon): Non me ne vado finché non mi rispondi.
    Penny: Che cos'ha?
    Leonard: È difficile da spiegare quando fa così significa che si trova in una dimensione alternativa che occupa lo stesso spazio fisico della nostra ma dalla quale non riesce a percepirci.
    Sheldon: Non sopravvalutarti, ti sto solo ignorando.

Episodio 8, La carenza delle paperelle adesive (The Adhesive Duck Deficiency)[modifica]

  • Penny: Sono scivolata ed ho il terrore di essermi slogata la spalla.
    Sheldon: Non mi sorprende. Non usi il tappetino o adesivi appositi che consentono di fare presa su superfici a basso coefficiente di frizione statica.
    Penny: Che cosa?
    Sheldon: Le vasche sono scivolose.
  • Penny: Devo andare al pronto soccorso.
    Sheldon: Sì, avendo il dubbio che il tuo omero destro non sia più nell'apposità cavità glenoidea, temo sarà necessario.
  • Raj: Se parlassi la lingua dei conigli li stupirei con la mia intelligenza e diverrei il loro re!

Episodio 10, Progetto gorilla (The Gorilla Experiment)[modifica]

  • Sheldon: Perché piangi?
    Penny: Perché sono stupida.
    Sheldon: Non è un motivo valido per piangere. Si piange quando si è tristi; ad esempio io piango perché gli altri sono stupidi e questo mi rende triste.

Episodio 11, La coerenza materna (The Maternal Congruence)[modifica]

  • Leonard: Che cosa vuoi?
    Sheldon: Ho preparato un the.
    Leonard: Non lo voglio grazie.
    Sheldon: Non ho mica detto che era tuo. Questo è il mio the.
    Leonard: E allora perché me ne hai parlato?
    Sheldon: Come avvio di conversazione.
    Leonard: Una conversazione non si comincia così.
    Sheldon: Non di meno adesso conversiamo scacco matto.

Episodio 13, La reazione Bozeman (The Bozeman Reaction)[modifica]

  • Leonard: Che vuoi, si può sapere?
    Sheldon: Non conta quello che voglio io ma quello che vuole l'evoluzione. Gli esseri umani sono primati e i primati evolvendosi si sono riuniti in gruppi per proteggersi a vicenda.
    Leonard: Ma a te non piacciono gli esseri umani.
    Sheldon: Stasera sì. Di là mi fa paura.
    Leonard: Adesso fa paura anche di qua.

Episodio 14, L'approssimazione di Einstein (The Einstein Approximation)[modifica]

  • Howard: Sheldon si può sapere che fai?
    Sheldon: Pensavo che fosse evidente. Cerco di capire perché gli elettroni sul grafene si muovono come se non avessero massa. Sono tre giorni che ci sto provando.
    Bernadette: E usi le biglie?
    Sheldon: Se hai palle più grosse da prestarmi tirale fuori.
  • Sheldon: Gli elettroni nel grafene sono estremamente mobili quasi non avessero...
    Howard (verso Leonard): Da quanto tempo è impallato?
    Leonard: Intellettualmente da 30 ore, emotivamente da circa 29 anni!
    Howard: Hai già provato a fare un riavvio?
    Leonard: Inutile è un problema di firmware!

Episodio 15, La grande collisione degli Adroni (The Large Hadron Collision)[modifica]

  • Raj: Sono felice che ti sei fatto la ragazza ma non puoi evitare tutto quel picci picci davanti agli amici che ancora non ce l'hanno?
    Sheldon: E che immagino lui non voglia evitarlo. Sulla base di un concetto economico definito 'bene posizionale' un oggetto acquista tanto maggior valore per il possessore quanto meno è posseduto da altre persone. Il termine è stato coniato dall'economista Fred Hirsch nel '76 forse per sostituire il più colloquiale ma meno preciso 'pappappero'.
  • Sheldon: Questo gioco si chiama 'I traditori'. Io nomino tre personagi noti traditori e tu li metti in ordine di importanza in base al tradimento. Benedict Arnold, Giuda, Dottor Leonard Hofstadter.
    Leonard: Sii più obiettivo, non merito di essere paragonato a Giuda.
    Sheldon: È vero, lui almeno dopo il tradimento ha avuto il buon gusto di impiccarsi.
  • Sheldon: Ciao.
    Penny: Ciao.
    Sheldon: Bene con i convenevoli stiamo a posto.
  • Sheldon: Dal momento che San Valentino fu un vescovo romano del terzo secolo che venne flagellato e decapitato, non sarebbe forse più opportuno festeggiare la ricorrenza accompagnando la tua ragazza ad assistere ad un brutale omicidio?

Episodio 16[modifica]

  • Sheldon: [...] c'è sempre un'alternativa, sebbene il nostro è un universo deterministico [...]

Episodio 20, Gli spaghetti catalizzatori (The Spaghetti Catalyst)[modifica]

  • Penny: Insomma come ti va la vita.
    Sheldon: Be', la mia esistenza è un continuum quindi sono ogni momento ciò che sono stato in un periodo di tempo sottointeso.

Stagione 4[modifica]

Episodio 1, The Robotic Manipulation[modifica]

  • Sheldon: Ho deciso di seguire il tuo consiglio e ho organizzato un appuntamento con Amy Farrah Fowler.
    Penny: Oh benissimo. Divertiti.
    Sheldon: Aspetta, devi accompagnarmi.
    Penny: Cosa?
    Sheldon: Sai che non guido.
    Penny: Be', chiedi a Leonard.
    Sheldon: L'ho fatto. Ha detto, e quoto, "Chiedi a Penny. È stata una sua idea del piffero."
    Penny: Leonard ha detto "del piffero".
    Sheldon: Veramente sto parafrasando. Essendo cresciuto in una casa cristiana, non sono a mio agio con il linguaggio che ha usato. A dir la verità non mi trovo a mio agio neanche con la parola "piffero".

Episodio 2, The Cruciferous Vegetable Amplification[modifica]

  • Sheldon: Mi scusi, signor Wozniak?
    Wozniak: Ehi, bel dispositivo di presenza virtuale.
    Sheldon: Grazie volevo solo dirle che sono un suo grandissimo fan. Lei è il mio quindicesimo visionario tecnologico preferito.
    Wozniak: Solo quindicesimo?
    Sheldon: È comunque sei posizioni sopra Steve Jobs. Non mi interessano né i dolcevita, né le capacità da intrattenitore.

Episodio 3, The Zazzy Substitution[modifica]

  • Amy: In un mondo dove i rinoceronti sono animali domestici, chi avrebbe vinto la seconda guerra mondiale?
    Sheldon: L'Uganda.
    Amy: Argomenta.
    Sheldon: Il Kenia salirebbe al potere grazie all'esportazione di rinoceronti. Si formerebbe così un blocco centro africano che colonizzerebbe il Nord Africa e l'Europa. Con lo scoppio della guerra, nessuno potrebbe permettersi il lusso di un rinoceronte. Il Kenia si indebolirebbe e l'Uganda trionferebbe.
    Amy: Corretto. Tocca a me.
  • Sheldon: In un mondo in cui il genere umano è dominato da un castoro intelligente gigante, quale tipo di cibo non verrebbe più consumato?
    Leonard: Ok posso arrivarci, vediamo. Be' i castori mangiano la corteccia degli alberi, per quanto ne so l'unica corteccia usata anche dagli umani è la cannella quindi dirò cannella.
    Sheldon: Sbagliato ovviamente, la risposta era "danese al formaggio".
    Leonard: Cosa?
    Amy: In un mondo dominato da un castoro gigante il genere umano costruirebbe moltissime dighe per ingraziarsi il Castoro Signore Supremo. La città di Copenaghen situata a bassissima quota verrebbe allagata. Migliaia di persone morirebbero, non inventerebbero il loro omonimo dolcetto. Come si fa a sbagliare una cosa del genere.
  • Amy: Forse sarebbe più gentile se giocassimo a un gioco più adatto alle sue capacità. Chiuderemo gli occhi e conteremo fino a dieci mentre tu ti nascondi.
    Leonard: Me ne vado in camera.
    Amy: Molto bene Leonard, ma la prossima volta non dirci dove ti stai nascondendo.
  • Penny: Come va la vita?
    Amy: Come quella di chiunque soggetta all'entropia, al decadimento ed infine alla morte. Grazie dell'interessamento.
  • Leonard: Vivi con i tuoi gatti. Fai come mia zia Nancy. Ne aveva dozzine! E sai cosa è successo quando è morta? Se la sono mangiata.
    Sheldon: Non ho bisogno di altri motivi per amare i gatti, Leonard. Sono già un loro fan.

Episodio 4, The Hot Troll Deviation[modifica]

  • Penny: Oh Howard attento. La tua ex ha appena iniziato il suo turno.
    Leonard: Quando è stata l'ultima volta che l'hai vista?
    Howard: Oh mai da quando abbiamo rotto. Wow. Come dovrei comportarmi? Sofisticato e rilassato? Amichevole e vago? Freddo e distaccato?
    [Al passaggio di Bernardette Howard si nasconde sotto il tavolo]
    Bernadette: Ciao ragazzi.
    Leonard e Sheldon: Ciao.
    Sheldon: Vedo che hai optato per patetico e impaurito.

Episodio 5, The Desperation Emanation[modifica]

  • Leonard: Ciao ragazzi.
    Raj: Ciao.
    Howard: Ciao.
    Sheldon: Ok mi piegherò alla pressione sociale: ciao.
  • Leonard: E tu che mi dici, Stuart, tu ce l'hai una ragazza?
    Stuart: Oh, sì, l'ho conosciuta al Comic-Con. L'unico posto al mondo dove la frase: "Ho un negozio di fumetti" funziona per rimorchiare.
  • [Cercando di spiegare a Sheldon con linguaggio da fisici la richiesta di Amy di fargli conoscere i suoi genitori]
    Leonard: Ok te lo spiego in termini fisici: Come saresti se fossi legato ad un secondo oggetto su un piano inclinato elicoidalmente avvitato attorno ad un asse?
    Sheldon: [pausa di riflessione] Incastrato!
  • Amy: Trovo la nozione di amore romantico un superfluo costrutto culturale che non aggiunge valore alle relazioni umane.
    Sheldon: [Giungendo le mani al petto.] Amy Farrah Fawler, questa è la cosa più pragmatica che qualcuno mi abbia mai detto.
  • Sheldon: Cos'è che fa sghignazzare te, Leonard?
    Leonard: Ultimamente? Quasi nulla.
    Sheldon: È a causa del conflitto generato dal tuo disperato bisogno di avere un legame con una donna e l'apparente decisione dell'intero genere femminile di negartene opportunità
  • Leonard: Hai provato a dirle cosa provi?
    Sheldon: Leonard, sono un fisico teorico, non un hippie

Episodio 6, The Irish Pub Formulation[modifica]

  • Raj: Ehi ragazzi, indovinate chi ho trovato al LAX? La mia sorellina Priya.
    Sheldon: Chiedo scusa, devo obiettare. Ci hai chiesto di indovinare ma non ci hai lasciato tempo per farlo. Per la cronaca stavo dicendo: tua sorella Priya.
  • Raj: Riuscite a crederci? La piccola Priya è uno dei legali più importanti della più grande casa automobilistica indiana.
    Sheldon: Considerando che quando l'abbiamo conosciuta stava finendo di studiare legge e stava pianificando uno stage presso una grossa casa automobilistica indiana è proprio una cosa estremamente plausibile.

Episodio 7, The Apology Insufficiency[modifica]

  • [All'agente FBI] Per favore non mi rimandi in India, c'è troppa gente! È come se tutto il paese fosse un enorme Comic-Con nel quale tutti indossando lo stesso costume. Un costume da Indiano. (Raj)
  • [Bussano alla porta]
    Leonard: Vuoi andare tu?
    Sheldon: Non particolarmente.
    Leonard: Potresti andare tu?
    Sheldon: Immagino che potrei se me lo chiedessero.
    Leonard: Per cortesia, puoi andare tu?
    Sheldon: Certo. Perché devi sempre rendere tutto complicato.

Episodio 9, The Boyfriend Complexity[modifica]

  • Leonard: [Rivolto a Raj, Sheldon e Howard] Indovinate che cosa mi è capitato?
    Sheldon: Sei uscito sul pianerottolo e sei entrato in un portale interdimensionale che ti ha condotto cinquemila anni nel futuro, lì con la tecnologia di quell'epoca hai costruito una macchina del tempo e adesso sei tornato a prenderci per portarci nell'anno 7010 dove ci condurranno a lavorare nel pensatorium in groppa a delfini volanti controllati telepaticamente.
    Leonard: ...No!
    Sheldon: [Deluso] Oh...
    Leonard: Penny mi ha baciato.
    Sheldon: Oh, chi l'avrebbe mai indovinato.

Episodio 11, The Justice League Recombination[modifica]

  • [Parlando di Discovery Channel]
    Zack: Gran programma. Hanno anche detto che i delfini potrebbero essere più intelligenti delle persone.
    Leonard: Potrebbero essere più intelligenti di alcune persone.
    Zack: Magari potremmo fare un esperimento per scoprirlo.
    Sheldon: È una cosa piuttosto semplice. Ci servirebbe solo una grossa vasca piena d'acqua, un cerchio attraverso cui saltare, e un secchio pieno di qualsiasi bocconcino tu trovi appetitoso.
    Zack: Non capisco.
    Leonard: Un delfino forse potrebbe. [Sheldon e Raj ridono; Penny è disgustata]
    Zack: Oh capisco. State deducendo che io sia stupido.
    Sheldon: Questo non è corretto. Noi lo stavamo insinuando. Poi tu l'hai dedotto.
  • Leonard: Tu fai Aquaman.
    Raj: Ma Aquaman non mi piace, è uno sfigato. Fa schifo vivere sott'acqua. Fa schifo la pipì dei pesci.
    Sheldon: Scusa se intervengo, ma sono convinto che Aquaman faccia sovente uso dei suoi poteri telepatici anche per chiedere ai pesci di andare al bagno da un'altra parte.

Episodio 12, The Bus Pants Utilization[modifica]

  • Discutendo del nome da assegnare all'app che il gruppo cerca di sviluppare.
    Sheldon: Che ne dite di questo nome per la nostra app? 'Solutore Hobbistico di Equazioni con Limite Differenziale Ottimizzato alla Numerazione'.
    Raj: Le iniziali del nome danno Sheldon.
    Sheldon: Ma non mi dire! Che simpatica coincidenza.

Episodio 15, The Benefactor Factor[modifica]

  • Sheldon tenta di convincere Leonard a prostituirsi "in nome della scienza" con un'anziana finanziatrice dell'università
    Sheldon: Tu Penny sei un esperta nello scambio di favori sessuali per guadagni materiali: dagli un suggerimento.
    Leonard: No no che ti salta in mente, non ho alcuna intenzione di andare a letto con lei.
    Sheldon: Ma quella pompa centrifuga ci serve.
    Leonard: Te lo poi scordare, non se ne parla.
    Sheldon: Ora non fare il bambino capriccioso Leonard. Sarà la tua unica possibilità di dare un valido contributo alla scienza.
    Leonard: Apri le orecchie, ho detto non se ne parla.
    Penny: Fammi capire, che storia era quella dei favori sessuali in cambio di guadagni materiali.
    Sheldon: Oh era un complimento, non ho timori a riconoscere i tuoi meriti.
  • Dopo aver scoperto che Leonard ha accettato le avances della facoltosa finanziatrice
    Sheldon: E io che credevo che da te non avesse imparato proprio niente.
    Penny: Ehi?
    Sheldon: Era un altro complimento, impara a riconoscerli.

Episodio 21, The Agreement Dissection[modifica]

  • In videochat con Amy visibilmente ubriaca
    Sheldon: Che piacevoli i vuoti di memoria, il premio che si trova sempre sul fondo di ogni bottiglia di vodka.

Stagione 5[modifica]

Episodio 9, The Ornithophobia Diffusion[modifica]

  • Amy nel tentativo di sconfiggere la paura degli uccelli di Sheldon
    Amy: Sheldon, l'unico modo per sconfiggere questa paura è interagire con lui. Proprio come hai fatto col postino.
    Sheldon: Ogni anno, decine di persone in tutto il mondo vengono uccise dagli uccelli. Non ho alcuna intenzione di entrare nella statistica.

Episodio 10, The Flaming Spittoon Acquisition[modifica]

  • Sheldon: E se posso darti un consiglio valuta attentamente un cambio di disciplina. Si tipo quelle umanistiche. Storia, magari. Uno dei vantaggi di insegnare storia è che non devi creare nulla. Capisci che intendo? Devi solo ricordare cose che sono successe e ripeterle a pappagallo. La cosa potrebbe interessarti parecchio.
    Leonard: Non era questo. Stuart è interessato ad Amy.
    Sheldon: Ma certo che lo è. Lei è una persona molto interessante. Sapevi che quando aveva 14 anni si curò da sola la sindattilia, recidendo il lembo di pelle che le univa le dita dei piedi?
    Leonard: [Stuart]Voleva che scoprissi se per te sarebbe un problema il fatto che lui le chieda di uscire insieme.
    Sheldon: Non sono sicuro di come rispondere Leonard. Amy non è di mia proprietà. Non si può possedere una persona. almeno non dal... 1863 il presidente Lincoln liberò gli... Schiavi! Coraggio, Leonard. Se andrai ad insegnare storia questo è il genere di cose che devi sapere.
  • Penny: Ok tesoro, ora ti racconto una storia. C'era questo tizio che mi piaceva e a cui non ho mai detto ciò che provavo. Alla fine ha iniziato a vedersi con un'altra e io me ne sono pentita per sempre. Capisci dove voglio arrivare?
    Sheldon: Credo di sì. Sono io quel tizio.
    Penny: Non sei tu quel tizio.
    Sheldon: Ne sei proprio sicura? Spiegherebbe tantissime cose. La tua presenza costante nel mio appartamento, lo sconcertante flirt con Leonard solo per starmi vicino, il modo in cui mi chiami sempre tesoro.
    Penny: Chiamo tutti tesoro.
    Sheldon: Baldracca!
  • Leggendo il contratto tra fidanzati
    Amy: Sezione 5: Tenersi per mano. È consentito tenersi per mano solo nelle seguenti circostanze. A: una delle due parti rischia di cadere da un dirupo, un precipizio o un cornicione; B: una delle due parti merita una sincera stretta di mano per la vittoria del premio Nobel; C: supporto morale durante le vaccinazioni influenzali.

Episodio 11, The Speckerman Recurrence[modifica]

  • Vecchio compagno/bullo di scuola superiore
    Jimmy: Avreste dovuto vederlo ai tempi. Era così piccolo che lo si poteva infilare praticamente dovunque. Armadietti, bidoni dei rifiuti. Come avevi fatto a entrare in quello zainetto?
    Leonard: Non posso prendermi tutto il merito, mi hai aiutato un sacco.
  • Leonard: Ti voglio subito fuori da casa mia.
    Sheldon: Ben detto Ragazzo Meraviglia.
    Jimmy: Altrimenti?
    Sheldon: Non rispondere. È una domanda a trabocchetto. Te lo dico per esperienza.
    Leonard: Non ho più paura di te, Jimmy. Vattene via [provando a spingerlo].
    Sheldon scende di corsa le scale seguito da Leonard
    Sheldon: Ce l'hai fatta! Hai tenuto testa al tuo bullo!
    Leonard: E mi sento bene con me stesso per questo. Pensi che riusciremo a seminarlo?
    Sheldon: Non ho bisogno di seminare lui, mi basta seminare te.

Episodio 12, The Shiny Trinket Maneuver[modifica]

  • Howard: Non siate così duri con lui. È normale essere un po' irritabili quando si ha... un quarto di dollaro nell'orecchio.
    Sheldon: Le monete alloggiate nelle parti del corpo non sono fonte di divertimento. Quando avevo cinque anni, Billy Sparks mi infilò un peso messicano nel naso.
    Howard: Come fa a non essere divertente.
    Sheldon: È ancora lì. Mi ci vogliono 45 minuti per superare i controlli aeroportuali.
  • Howard: Forse io e Bernardette non siamo fatti l'uno per l'altra.
    Leonard: Senti, Howard. Vorrei dirti che il mare è pieno di pesci, ma ti ho visto lasciar penzolare il tuo amo nell'acqua per anni. Non ributtarlo in mare
  • Sheldon: Con quale pretesto l'hai indotta a venire qui?
    Penny: Le ho detto: "Ehi, vuoi venire qui e fare qualcosa insieme?"
    Sheldon: Bene, bene. Se avessi detto qualcosa di intelligente, si sarebbe insospettita.

Episodio 13, The Recombination Hypothesis[modifica]

  • Leonard: Ok, come sto.
    Howard: Cosa più importante, perché lo fai?
    Leonard: Di che parli?
    Raj: Hai dimenticato cosa ti ha fatto Penny? Ti sono voluti due anni e il dover violare la purezza di mia sorella, per toglierti l'espressione devastata dal viso.
    Leonard: Non ho violato la purezza di tua sorella, siamo usciti insieme.
    Raj: Ti ho sentito chiamarla Brown Sugar. A casa mia questo è violare la sua purezza.

Episodio 15, The Friendship Contraction[modifica]

  • Sheldon: Be' allora come va?
    Stuart: Non tanto bene, il mio psichiatra si è appena suicidato e ha dato la colpa a me nella lettera di addio.

Episodio 16, The Vacation Solution[modifica]

  • Sheldon: Mi sembra di vivere sotto una dittatura. "Devi fare una vacanza! Devi divertirti! Devi goderti la vita!".
    Howard: Non credo che ti sia molto chiaro il concetto di "dittatura".
    Leonard: Sheldon tutti vanno in vacanza.
    Sheldon: Una volta hanno cercato di mandare in vacanza Richard Feynman, ma invece lui ha scelto di espandere la propria mente e imparare qualcosa di nuovo. è andato a lavorare nel laboratorio di biologia di un suo amico.
    Sheldon: [Rivolgendosi ad Howard] Richard Feynman fu un famoso fisico americano che prese parte al progetto Manhattan.
    Howard: Chiunque nel mondo della scienza sa chi è Richard Feynman.
    Sheldon: E ora lo sai anche tu.
  • Sheldon: Ho un'idea geniale. Amy è una biologa. Andrò a lavorare nel suo laboratorio.
    Howard: Ma questa non è l'idea di Feynman?
    Sheldon: Dieci secondi fa nemmeno lo conoscevi, ora sei un esperto.
  • Dai, Sheldon possiamo essere come Marie Curie e suo marito Pierre, che hanno passato la vita a lavorare fianco a fianco immersi nel bagliore del loro amore e del radio che la uccise. (Amy)

Altri progetti[modifica]