Bud Collins

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Bud Collins

Bud Collins (1929 – vivente), allenatore di tennis, giornalista e conduttore statunitense

Citazioni di Bud Collins[modifica]

  • Avete letto tutte le critiche che sono state scritte contro McEnroe, ma nonostante le sue cattive maniere, lui non ha ucciso nessuno né ha rapinato una banca.[1]
  • [Su Rafael Nadal] È così potente! E così veloce, per essere della sua altezza. È qualcosa che non c'era mai stato prima nel tennis, deve essere caduto dal cielo![2]
  • [Nel 2008 sulla striscia vincente al Roland Garros] È incredibile, non perde mai una partita. Che ne diresti di sperimentare qualche sconfitta? Niente! Non Nadal, lui arriva, vince e si tiene il titolo.[3]
  • [Su Maureen Connolly] È stata la più corta delle grandi carriere, ma in pochi hanno fatto più di lei in un periodo di tempo più lungo.[4]
  • Se dovessi scegliere qualcuno che giochi per la mia vita, sceglierei Pancho Gonzales.[5]
  • [Su Roger Federer] Sembra spuntato da un'altra epoca, lo si può immaginare con la racchetta di legno. Ha un tocco sensibile e uno stile fluido. È un atleta magnifico da osservare.[6]
  • Si tratta di uno dei più grandi giocatori di Coppa Davis della storia, ha vinto Wimbledon e gli Us Open, con Bob Lutz ha formato un doppio memorabile; quello che colpisce di Stan Smith è che ha vinto un'accentuata goffaggine adolescenziale, riuscendo a diventare un tennista di alto livello, dotato peraltro di un ottimo serve&volley e capace di mettere una storica griffe nel quinto successo consecutivo degli Usa nella Davis del 1972.[7]
  • [Sull'evoluzione della geografia del tennis mondiale] Una volta c'eravamo noi, un paio di inglesi e un francese o un italiano qua e là. Ma il resto del mondo ha fatto progressi.[8]

Citazioni in lingua originale[modifica]

  • [Su Ellsworth Vines] Aveva un curioso colpo "a mulino a vento" nel quale la racchetta fa una curva di quasi 360 gradi. Partendo dall'alto come se avesse intenzione di servire, portava la racchetta dietro quasi fino a terra e la trascinava verso la palla. Non imprimeva tuttavia una rotazione alla pallina in modo da tirare un colpo piatto con una forza tremenda che lo rendeva imbattibile quando era in forma. [...] Gli avversari si resero conto che il modo per batterlo era tenere la palla in gioco, colpendolo con traettorie morbide fino a quando non iniziava a sbagliare.
Had a curious windmill stroke in which the racket made an almost 360-degree sweep. Starting on high as though he were going to serve, he brought the racket back almost to the ground and swept up to the ball. He put no spin on it, however, thereby hitting a flat shot with tremendous force that made him unbeatable when he was on. [...] Opponents came to realize that the way to beat him was to keep the ball in play, hitting him soft stuff until he started making errors.[9]
  • In questo momento collocherei Federer tra giocatori come Stefan Edberg, Boris Becker, e Pete Sampras – con tutti i membri della Hall of Fame. Ma il fatto è che Federer ha qualcosa in più nel suo gioco rispetto a questi giocatori per cui se resta in corsa con il ritmo attuale, a meno che non si annoi e perda le motivazioni o si infortuni, potrebbe certamente diventare il più grande che abbia mai praticato questo sport.
Right now I'd put Federer in the company of players like Stefan Edberg, Boris Becker, and Pete Sampras – all Hall of Famers. But the thing about Federer is that he has more to his game than those players did so if he stays on course at his current rate, unless he gets bored and loses motivation or gets injured, he certainly could become the greatest to ever play the game.[10]
  • L'unico modo in cui gli altri tennisti oggi al top possono battere il Federer che abbiamo visto in campo nella finale del singolare maschile a Wimbledon contro Andy Roddick, sarebbe quello di coalizzarsi contro di lui tre-contro-uno, ma non credo che le regole consentano questo tipo di competizioni.
The only way I can see the other top men's players beating the Federer we saw on the court in the Wimbledon men's singles final against American Andy Roddick is if they gang up on him three-against-one, but I don't think the rules allow for that kind of competition.[10]
Arguably, she's the greatest player of all time.[11]
  • Probabilmente la migliore analogia di quanto sia grande il distacco tra Roger Federer e gli altri, potrebbe essere quella di pensare a Roger come ad uno space shuttle mentre tutti gli altri tennisti sono solo dei semplici aerei.
Maybe the best analogy of how far ahead of the pack Roger Federer is would be to think of Federer as the space shuttle while the rest of the men's players are just simple airplanes.[10]

Note[modifica]

  1. Questo fu il preambolo alla telecronaca della finale di Wimbledon 1981 tra Borg e McEnroe, per cui Collins fu tanto criticato. In quell'edizione infatti McEnroe insultò più volte gli arbitri e i giudici di linea con parole pesanti (citato in Malcolm Folley, Borg vs. McEnroe. la più grande rivalità del tennis moderno, Effepi Libri, 2006, p. 37, ISBN 0-7553-1360-7).
  2. Dal DVD n.9, I grandi del tennis, Gazzetta dello Sport, min. 07:30.
  3. Dal DVD n.9, I grandi del tennis, Gazzetta dello Sport, min. 1.10:30.
  4. Citato in John Martin, "Little Mo" Connolly, la prima regina del tennis, traduzione di Giulia Vai, Ubitennis.com, 3 ottobre 2013.
  5. Citato in US Open, omaggio al mitico Pancho, FIT, 8 settembre 2009.
  6. Dal DVD n.9, I grandi del tennis, Gazzetta dello Sport, min. 04:35.
  7. Dalla sua enciclopedia del tennis; citato in Andrea Pagnozzi, Stan Smith, leggenda della Davis, Ubitennis.com, 14 dicembre 2013.
  8. Citato in Tennis americano, disastro storico: nessuno tra i primi dieci, America 24, 8 maggio 2011.
  9. (EN) Da Total Tennis: The Ultimate Tennis Encyclopedia, p. 53.
  10. a b c (EN) Da Federer simply in a league of his own, NBC Sports, 3 luglio 2005.
  11. Citato in Daniele Camoni, Martina-Pam: simply the best, Ubitennis.com, 23 settembre 2011.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]