Frank Lampard

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Frank Lampard

Frank James Lampard Jr. (1978 – vivente), calciatore inglese.

  • [Sulle ragioni del mancato arrivo all'Inter] Lasciare Londra non era la risposta. Se fossi andato via sarebbe stato per le ragioni sbagliate, per mia madre. La mia non è stata una mancanza di rispetto nei confronti dell'Inter, è un grande club e tutti sanno cosa penso di Mourinho. Ho giocato le ultime settimane della scorsa stagione come se fossi col pilota automatico. Per questo in estate ho cercato di andare via. Non riuscivo ad accettare l'idea di giocare col Chelsea senza alzare lo sguardo e vedere mia madre sugli spalti.[1]
  • [Sulla Juventus] Si tratta di una squadra fortissima che ha fatto la storia del calcio.[2]
  • Sto pensando a diventare allenatore. C'è solo un club che io voglio guidare. So che può sembrare eccessivo, ma non vorrei passare per un club minore, il Chelsea è l'unico club che vorrei allenare.[3]

Note[modifica]

  1. Citato in Lampard: "Sono stato vicinissimo all'Inter", Sport.sky.it, 31 gennaio 2009.
  2. Citato in Elvira Erbì, Lampard: «La Juve è la storia: sarà dura batterla», Tuttosport.com, 17 settembre 2012.
  3. Citato in Di Matteo, guardati le spalle da Lampard: "Voglio diventare allenatore, ma solo del Chelsea", Goal.com, 29 agosto 2012.

Altri progetti[modifica]