Full Metal Panic!

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Full Metal Panic, serie di romanzi, manga e anime creata da Shouji Gatou.

Frasi[modifica]

  • Chidori! Dov'è il maniaco? (Sosuke Sagara)
  • Si tratta di una coincidenza. (Sosuke Sagara)
  • Io non sono affatto un dilettante... Sono uno specialista. (Sosuke Sagara)
  • Mi hai fatto male, sai? (Sosuke Sagara, colpito dall'Harisen di Kaname)

Dialoghi Full Metal Panic[modifica]

Episodio 1[modifica]

[Riferendosi a Sosuke]Senti tu, se ti fossi trovato a bordo di un M6 vecchio modello, ora saresti sepolto sotto le nevi eterne. (Kurz)

  • Mao: Smettila di fare quelle smorfie, sei già abbastanza brutto di tuo.
    Kurz: Ma come osi dire una cosa simile? Ti ricordo che la mia eccelsa persona ha fatto da modello per The Tag. Miro al tuo cuore colpendo dritto nel segno, bang bang.
    Mao: Sei uno stupido.
    Kurz: Ma tu guarda questa stronza, un giorno mi graffierai la schiena gridando che non ce la fai più.
    Mao: Questa che cosa?
    Kurz: Ehm, volevo dire persona sulla quale si può sempre contare.
  • Sosuke: E questo?
    Mao [maliziosa]: Un preservativo.
    Sosuke: Questo lo so, però mi chiedevo quale uso potesse farne uno studente delle superiori.
    Mao: Fingi di non capire poi ti dai arie da professore. Sei uno sporcaccione.
    Sosuke: Eh? Non capisco di cosa parli, ma ti assicuro che mi è capitato spesso di usarlo.
    Mao: Wow!
    Sosuke: Nella giungla, trovandomi senza borraccia. Sì, devi sapere che contengono ben un litro d'acqua.
  • Professoressa Kagurazaka: Portare giocattoli simili il tuo primo giorno in questa scuola, te lo sequestro.
    Sosuke: Si sbaglia, non si tratta di un giocattolo. Questa è un'arma caricata con proiettili esplosivi tali da causare feriti e morte. È molto pericolosa.
    Chidori: Oh questo no. Un fissato di roba militare, che cosa fastidiosa.
    Kyoko: Hai ragione.

Episodio 2[modifica]

  • Sosuke: Sono semplicemente scivolato.
    Chidori: Se è vero che sei scivolato come hai fatto a saltare fin qui dal corridoio? Si può sapere che riflessi hai?
  • Kaname: Senti, posso fare una domanda ad un compagno di classe che è qui per una coincidenza?
    Sosuke: Ovvero?
    Kaname: Hai vissuto per molto tempo all'estero, giusto? Anche nelle altre scuole era come qui?
    Sosuke: Certo. Conducevo una vita normale e tranquilla.
    Kaname: Però... non ti senti solo per esserti separato dai tuoi amici?
    Sosuke: No. Mi tengo in contatto con loro per telefono o per lettera, quindi... non me ne sento separato in senso stretto.
    Kaname: Strano modo di rispondere... E che mi dici della tua lei?
    Sosuke: La mia lei?
    Kaname: La tua ragazza, fidanzata... o come la vuoi chiamare.
    Sosuke: Non rientra tra le mie conoscenze.
    Kaname: Hmm... Come sarebbe?
    Sosuke: Un mio collega-cioè-un mio conoscente ha affermato che non riuscirei a trovare la ragazza adatta neppure nelle regioni più sperdute della tundra, ma non so cosa intendesse dire. [Kaname inizia a ridere]
    Kaname: Questo tuo conoscente dice cose divertenti!
    Sosuke: Ne hai capito il senso?
    Kaname: È perché tu, Sagara, sei una persona strana.
    Sosuke: Sono strano?
    Kaname: Sì, strano, incredibilmente strano! [Ricomincia a ridere] Questo, però, può anche essere indice di una forte personalità. Un giorno troverai una persona capace di capirti.
    Sosuke: ...Una brava persona... ma certo, già, me ne ricorderò... Tu sei... una brava persona.
    Kaname: [Arrossisce] Non... non prendere così tanto alla lettera il discorso che ho fatto.!
    Sosuke: Capisco. In questo caso me ne dimenticherò.
    Kaname: [Ridendo] Sei proprio strano. Sei strano, sei strano, assolutamente strano!
  • Kyoko: Che cosa c'è? Ti è forse successo qualcosa di bello piccola Kana?
    Chidori: No niente.
    Kyoko: C'è stato qualcosa tra te e Sagara vero?
    Chidori: Ma... ma che cosa stai dicendo? Mettitelo bene in testa tra me e Sagara non potrà mai esserci nulla[comincia a ridere imbarazzata]
    Kyoko: Certo certo, chiudiamo qui il discorso.

Episodio 3[modifica]

  • Kurz: Hi! Nice to meet you, japanese pretty girls! Sapete io vengo da un paese molto, molto lontano dal vostro. Però mi sono perso e non so più che cosa fare. Voi potreste indicarmi la strada? Sono un povero gattino che si è perso e poi perso di nuovo. Vi prego, vi prego aiutatemi, pretty girls!
    *Mao: Quel-quello sciocco donnaiolo senza speranze!
  • Kurz: Sono tornato! Ehi sergente imbronciato sei ancora sveglio?
    Sosuke: Kurz hai bevuto in servizio?
    Kurz: Non ho potuto fare altrimenti. Avevo intenzione di farmi soltanto un drink credimi, ma poi la piccola Kyoko continuava a bere di più ...
    Sosuke: Che hai detto? Parli di Kyoko Tokiwa, la migliore amica di Kaname?
    Kurz: Sorellina sei ancora sveglia anche tu? Guarda che ti si rovinerà la pelle a forza di passare le notti in bianco.
    Mao: Ma tu sentilo, rimorchiare il soggetto da proteggere. Questa ancora mi mancava. Un colpo, solo un colpo, forse è questo il rimedio. Ti elencherò tra l'equipaggiamento distrutto.
    Kurz: Eheh [si siede davanti a Mao] Un colpo? Qui si parla di molestie sessuali sai?

Episodio 4[modifica]

  • Gauron: È faticoso vero? Immagino la impensierisca l'idea di avere a bordo dell'aereo tutti questi studenti.
    Hostess: Beh, non è poi così terribile.
    Gauron: Forse dovremmo prenderli tutti e buttarli giù dall'aereo raggiunti gli ottomila metri di quota. Allora si che tornerebbe la tranquillità e ci si potrebbe godere pienamente il viaggio. Non è d'accordo?Hostess: Eeeh?
    Gauron: [Ridendo]Stavo solo scherzando.

Episodio 5[modifica]

  • Chidori: Quelli sono degli Arm Slave giusto?
    Sosuke: Si, più precisamente degli RK92 Savage.
    Chidori: Ehi tu non vorrai per caso... Un momento cosa credi di fare? Per quanto tu sia un fissato di roba militare convinto, questo non ti servirà. Ti sto dicendo di scendere da lì, un dilettante non può guidare un robot del genere.
    Sosuke: Un dilettante hai detto? Io non sono affatto un dilettante, io sono uno specialista.

Episodio 6[modifica]

  • Kalinin: Qui possono accedere solo gli addetti alla sala comando.
    Mao: Lei è sempre così non è vero? Ma come fa ad essere così freddo in qualunque situazione?
    Kalinin: Semplice, perché è necessario che io lo sia.
  • Chidori: Dovrei essere io la sola a scappare?
    Sosuke: Non preoccuparti per questo, il compito che ci è stato assegnato è quello di proteggerti ad ogni costo. Tu hai il diritto di sopravvivere Chidori hai capito? Và.
    Chidori: Non voglio!
    Sosuke: Chidori?!
    Chidori: Hai sentito bene, non voglio. Saraga tu sei davvero uno stupido. Scommetto che dentro di te starai pensando che non ti importerebbe di dover morire o qualche altra leggerezza del genere. Credi forse che questo ti renda forte e bello? Morire soddisfatto di te stesso senza pensare ai sentimenti degli altri. Sappi che io non sarei affatto contenta di esser salvata da un fissato di roba militare stupido e imbronciato. Allora hai capito?

Episodio 7[modifica]

  • Sosuke: Ovviamente ho utilizzato dei fumogeni.
    Chidori: Un momento puoi spiegarti meglio?
    Sosuke: Avevi detto di aver bisogno di un diversivo, riducendo a zero la loro visibilità non ci avrebbero visti rubare la carta per fotocopie e non ci avrebbero mai sospettati del furto.
    Chidori: Arrrr, hai esagerato! [gli tira un pugno e lo scaraventa a terra]
    Sosuke: Mi hai fatto male.
    Chidori: Sta zitto, stupido uomo imbronciato e cupo che si crede sempre in guerra. Facendo così si è rovinata anche la carta. È stato perfettamente inutile.
    Sosuke: Forse è sufficiente farla asciugare.
    Chidori: Argh! non cercare scuse, tu sei troppo stupido. Me ne infischio se sei un fortissimo mercenario e se sei un pilota di AS.


Episodio 8[modifica]

  • Shirai: Avanti Chidori!
    Chidori: Quanto sei insistente, ti ho già detto di no.
    Sosuke: Hai chiuso individuo sospetto.
    Chidori: Ah sei qui Sosuke? Buongiorno.
    Sosuke: Chidori conosci l'identità di quest'uomo?
    Chidori: Si chiama Shirai, è uno studente della seconda sezione. È un semplice civile ora puoi lasciarlo andare.
    Sosuke: Davvero? Ne sei sicura?
    Chidori: Si ti dico che è vero.
    Sosuke: Per questa volta ti lascerò andare... ma se dovessi sorprenderti a rifarlo... ti assicuro che ne tu ne i tuoi parenti avrete scampo. Sono stato chiaro?
    Chidori: Ma tu guarda, possibile che non riesca a trovare un modo più pacifico di fermare le persone? Quest'uomo cupo che si crede sempre in guerra.
    Sosuke: Posso assicurarti che non stavo facendo sul serio.
    Chidori: Si si...
  • Avatar virtuale: Sosuke ascolta, io avrei un piccolo favore da chiederti. Posso?
    Chidori: Ma.. che sta facendo?
    Kazama: Siccome mi ha detto che fatica a comprendere le relazioni d'amore dei giovani giapponesi, gli ho prestato il mio simulatore di appuntamenti.
    Chidori: Idiota cosa c'è da capire? Quella ragazza è stata semplicemente lasciata da Shirai.
    Kyoko: Già e per giunta in un bagno.
    Avatar virtuale: Sosuke come puoi essere così freddo.
    Chidori: Sosuke si può sapere che cosa le hai fatto?
    Sosuke: Questa donna ha espresso il desiderio di andare a comprare un costume da bagno e le ho detto che poteva andarci da sola e tutto ad un tratto si è arrabbiata ma tu guarda, proprio non capisco.
    Chidori: Ascoltami bene, voleva solo che le scegliessi il costume da bagno.
    Sosuke: Sull'abbigliamento militare posso dare ogni genere di consiglio, ma sui vestiti da civile sono un dilettante. PEr questo motivo ho rifiutato di accompagnarla, dunque perché si è arrabbiata tanto?
    Avatar virtuale: Sosuke hai l'aria di essere un fissato.
    Sosuke: Io non sono un fissato, sono uno specialista. [esce la scritta GAME OVER] Non puoi interrompere i negoziati, è il modo più facile per scatenare una guerra. Torna alle trattative. Se hai delle richieste sono pronto ad ascoltarle, sono sicuro che potremo trovare un accordo. Ma... dove sono andate Chidori e la sua amica?
    Kazama: Ho paura che ti abbiano disconosciuto.
    Sosuke: Per quale motivo? Non riesco a comprendere.

Episodio 12[modifica]

  • Facciamola finita, se non si può avere la cosa che si desidera, meglio distruggerla. (Takuma)

Episodio 18[modifica]

  • Addetto al sonar: Sottomarino non identificato in rotta di collisione, naviga in immersione ed è in fase di avvicinameto.
    Comandante: Non cambiano rotta, eppure devono essersi accorti di noi.
    Addetto al sonar: Distanza 100, distanza 50, 30, 20, 10! [parte l'allarme di collisione]
    Comandante: Uomini prepararsi all'impatto.
    Addetto al sonar: È, è scomparso, senza lasciare traccia.
    Comandante: Che hai detto? Questo è impossibile. Esegui la ricerca con il sonar. Hey Kikuchi, massima allerta!
    Secondo ufficiale: *sospiro* c'è la possibilità che si trattasse del Toy Box che di cui si sente parlare spesso.
    Comandante: E che cosa sarebbe?
    Secondo ufficiale: Mi riferisco alle voci su un sottomarino fantasma di dimensioni enormi. Appare senza fare rumore e allo stesso modo scompare, inoltre naviga ad una velocità incredibile.
    Comandante: [tira un pugno alla paratia]Se è vero che quello in cui ci siamo imbattuti è questo Toy Box penso di poter affermare senza alcuna incertezza che il suo capitano è un bastardo psicopatico dal carattere deviato. Un giorno lo ringrazierò per quello che ha fatto.
  • Addetto al sonar: Confermo l'avvenuto ammaraggio. Le due persone cadute in acqua si stanno agitando in modo strano, forse stanno affogando. Sento urla e rumori di qualcosa che sbatte sull'acqua, questo è un problema!
    Tessa: Mi faccia ascoltare il rilevamento sonar!
    Sosuke: Smettila Chidori.
    Chidori: Sta zitto. Possibile che tu non pensi mai ai miei sentimenti razza di insensibile? Peggio di te non c'è nessuno, TI ODIO DA MORIRE! Affoga, affoga.
    Tessa: [sospira]Non ci sarà bisogno di intervenire.
  • Kurz: Bene bene, sta finalmente per avere inizio la partita di Bingo sottomarino. Il primo premio in palio è a dir poco eccezionale, vorrei esser io a vincerlo. Si tratta nientemeno che... pensate, un ardente e appassionato bacio... del comandante Testarossa!
    Equipaggio: Ooooh!
    Tessa: Si... signor Weber! Perché non ne sono stata messa al corrente?
    Kurz: Eh? Non ti ricordi? "Se c'è qualcosa che posso fare può contare sulla mia completa disponibilità" [dice imitando Tessa]. Non hai detto così?
    Tessa: D'accordo è quello che ho detto però...
    Kurz: Se proprio non ti va di farlo, in cambio posso proporti di mettere in palio la tua biancheria intima.
    Tessa: Questo è anche peggio!
    Kurz: È stato deciso per il bacio. Molto bene, visto che abbiamo l'approvazione del comandante, SI COMINCIA!
    Equipaggio: Siiiiiiii!

Episodio 19[modifica]

  • Kurz: È così, non ho alcun pregio nè tantomeno delle abilità particolari, come se questo già non bastasse riesco a malapena a tenere un fucile in mano. Signor sergente maggiore, io temo di non poter resistere oltre in questo campo di addestramento.
    Mao: Cosa? Ma questo qui è un vero smidollato
    Kurz: Già, quello di cui adesso credo di aver bisogno non è un addestramento, ma un po' d'amore!
    Kurz: * si avvicina a Mao con aria da maniaco* Sentire il tepore del calore di una donna
    Mao: Un... un momento *indietreggia*
    Kurz: Sergente maggiore è l'unico favore che ti chiedo, lascia che io pianga tra i tuoi seni, naturalmente... NUDIIII [si lancia su Mao che nel frattempo è caduta a terra]
    Mao: Tu, razza .. [stende Kurz con un pugno]Questo schifoso bugiardo.

Episodio 21[modifica]

  • Kalinin: Affido la custodia di Gauron a te. Che resti in isolamento finché non avremo terminato di interrogarlo. Concentrate la sorveglianza unicamente su di lui: potrebbe avere dei contatti i bordo.
    Macallan: Dobbiamo preoccuparci del fatto che corrompa qualcuno sul posto?
    Kalinin: Si certamente, come anche se dovesse fingere di avere dei contatti. Ricorda che avrai a che fare con una belva feroce dalla grande intelligenza.
    Macallan: Ricevuto maggiore.
  • Chidori: Ma quella è Mao. Mao che cosa...
    Ufficiale medico: Tranquilla, hanno detto che ha una leggera commozione celebrale e qualche costola incrinata
    Chidori: A... Allora la sua vita non è in pericolo.
    Ufficiale medico: Il dio della morte non sopporta quella ragazza bisbetica e si guarda bene dall' avvicinarsi a lei

Episodio 24[modifica]

  • Sosuke: Kassim kassim, che cos'era tutta quella confidenza? STRONZO!

Dialoghi Full Metal Panic: The Second Raid[modifica]

Episodio 2[modifica]

  • Gates: Ha ah, la tua mamma non ti ha mai dato questo amorevole consiglio? Quando incontri una persona molto pericolosa, ti conviene pararti il portafoglio e il culo in ogni modo possibile.
    Colonnello Males: E che diavolo significa?
    Gates: Eh? Assolutamente nulla, non ha alcun senso.
  • Gates: E allora cosa sarebbe questo macello? Dico, non saranno tutti morti? COSì NON POTRò MAI PIù RECUPERARE IL MIO DENARO! AAAAAAAHHH!
    Soldato: Ma signore è stato lei a dire...
    Gates: [spara al soldato in piena fronte]Non dire stronzate, la mamma consiglia sempre di dare la colpa agli altri. NON DIRMI CHE NON LO SAI! BEH MI ASCOLTI? Oh no, è morto anche lui, è morto per davvero. OH CHE MONDO CRUDELE E PRIVO DI PIETà, QUESTE MORTI INSENSATE, QUESTA VIOLENZA SENZA MOTIVO. OH COME MI SENTO TRISTE, COME MI SENTO TRISTE
    Yui-Ran: Che razza di idiota.
    Gates: Eeeeh?

Episodio 3[modifica]

  • Kalinin: Non appena scopriremo l'esatta posizione degli ostaggi, vi comunicheremo i dati relativi alle rotte e le tabelle di marcia. Nel frattempo memorizzate le posizioni e la distanza dei cunicoli, con la massima precisione.
    Kurz: Ma non si capisce nulla, le mappe tracciate su ciascun foglio non coincidono tra loro. Qua per esempio si dice che la descrizione potrebbe essere imprecisa. Significa che questa invece è sbagliata?
    Tony: Ahaha, è un po' la storia del paradosso dei cretesi.
    Kurz: E che roba sarebbe?
    Mao: È il paradosso del cretese che dice che tutti i cretesi sono bugiardi. Comunque si intenda la frase non si può capire quale sia la verità.
    Kurz: Uhm.
    Kainin: Del paradosso di Epimenide potrete parlarne più tardi.

Episodio 5[modifica]

  • Kurz: Capisco i tuoi sentimenti, ma non puoi cedere al tuo istinto.
    Mao: E così ogni tanto riesci anche ad essere serio.
    Kurz: Ah! Il ruolo del buffone è una simpatica facciata, ma il mio autentico volto è questo. La luna della Sicilia ci guarda, anche i profondi sentimenti che da sempre nascondo nel mio cuore, dinanzi alla dea della notte potrebbero rivelarsi. Lo sapevi, Ecate, la dea della notte è anche la dea della vendetta e se ti guardo adesso tu ne sembri la più radiosa reincarnazione.
  • Sosuke: Che strano costume da bagno che hai addosso.
    Mao: Ma che costume, è un abito da sera!

Episodio 10[modifica]

  • Sosuke: Chi ti ha insegnato tutte queste cose?
    ARX-7: È stato Bunny Morauta sergente.
    Sosuke: Bunny Morauta è l'ingegnere che ti ha creato?
    ARX-7: Affermativo sergente.
    Sosuke: Il genitore di questo aggeggo malriuscito.
    ARX-7: Richiesta di apprendimento. Può spiegarmi il significato di malriuscito?
    Sosuke: Non c'è bisogno che tu ripeta ogni volta richiesta di apprendimento. Malriuscito si dice di uno strumento che non si attiva quando richiesto. Come te ad esempio
    ARX-7: Affermativo, il sistema ARX è incompleto.
    Sosuke: Aaah, allora lo ammetti?
    ARX-7: Affermativo, la responsabilità è anche sua.
    Sosuke: Ehi che cosa hai detto?
    ARX-7: Lei signore è parte integrante del sistema ARX. Senza la sua collaborazione esso è incompleto. Mi parli del suo problema. Se vorrà farlo potrei darle qualche consiglio per aiutarla a risolverlo.
    Sosuke: Un consiglio? Tu mi dai un consiglio?
    ARX-7: Affermativo.
    Sosuke: Io a dir la verità non ho nessun problema.
    ARX-7: Non si direbbe.
    Sosuke: Perché?
    ARX-7: Me lo suggerisce l'intuito.

    Sosuke: L'intuito? Sono curioso di sapere chi ti ha insegnato questa parola. Farmi il favore di dire al tuo intuito di smetterla di fare inutili supposizioni.
    ARX-7: La sua richiesta non ha senso. L'intuito non può essere oggetto di controllo o di persuasione, è qualcosa che prorompe dalla profondità dell'animo.
    Sosuke: Se c'è qualcuno che dice cose senza senso quello sei tu. E smettila di prendermi in giro!

Episodio 12[modifica]

  • Gauron: Ero convinto che saresti arrivato portandoti dietro un drappelo di compagni e invece... perché sei venuto da solo?
    Sosuke: Questi non sono affari tuoi, maledetto!
    Gauron: Uhm! Punto sul vivo, eh?!! Col tempo inizi a trovarti a disagio?!?
    Sosuke: Che cosa?!?
    Gauron: Ovviamente sto parlando della Mithril. Quella organizzazione ama atteggiarsi a paladina della giustizia. Chiunque lì dentro comincerebbe a innervosirsi, soprattutto un tipo come te!
    Sosuke: Hai finito con la tua predica senza senso? Inizia a raccontarmi tutto dell'organizzazione segreta che c'è dietro di te.
    Gauron: [ride]Accidenti a te, ragazzo! Nonostante tutto ci tieni ancora a fare il tuo lavoro, eh? In fondo non ho niente da perdere e ti racconterò ogni cosa. Vuoi sapere dell'Amalgam? Sì, questo è il nome dell'organizzazione per cui lavoravo. I suoi obiettivi sono la ricerca e lo sviluppo di armi avanzate da collaudare in vere battaglie. Motivo per cui provoca vari conflitti territoriali. Anche nelle classi dirigenti di ogni Paese si sono infiltrati dei simpatizzanti dell'Amalgam. Ce ne sono tanti in entrambi i blocchi, desiderano il mantenimento della Guerra Fredda e la crescita dell'industria bellica.
    Sosuke: Tutto questo ha forse a che vedere anche con la mia presenza qui?
    Gauron: No, questa è una mia iniziativa personale. Anzi sono praticamente sicuro che a quest'ora quei poveretti dell'Amalgam avranno perso il senno per cercare di trovarci.
    [Arriva il Venom]
    Sosuke: Il Venom!
    Gauron: Sei tu Yiu-Fan?
    Yiu-Fan: Sono pronta per la missione.
    Gauron: Ottimo lavoro! Stammi bene, mia cara!
    Yiu-Fan: Addio, Maestro!
    [Il Venom si dilegua]
    Gauron: Devi sapere che anni fa ho allevato due gemelle molto in gamba, di nome Yiu-Fan e Yiu-Lan. Due ragazzine che ti assomigliano parecchio, ancora oggi mi sono entrambe fedeli come cagnolini ed è stato per loro tramite che ho potuto mettere in pratica il mio piano. Yiu-Fan morirà questa notte, dando battaglia agli uomini della Mithril fino all'ultimo o in alternativa, sarà massacrata dalla squadra di esecuzione dell'Amalgam.
    Sosuke: La squadra di esecuzione?
    Gauron: Sono i più pericolosi in assoluto e il loro comandante è completamente pazzo e privo di scrupoli. I tuoi amici non potranno mai competere con lui. Appena li incontrerà li ucciderà uno ad uno.
    Sosuke: Amalgam? E nelle loro fila ci sono soggetti noti come whispered?
    Gauron: Sì ce n'è uno, di grado molto alto, in effetti.
    Sosuke: Ma allora perché si ostinano a tenere d'occhio Kaname Chidori? Non dovrebbero averne nessun bisogno.
    Gauron: Perché averne uno solo non è abbastanza. Ci sono grosse differenze tra un whispered e l'altro a seconda delle conoscenze che custodiscono. Un individuo può essere utile al perfezionamento del lambda driver, un altro può contribuire per quanto riguarda la tecnologia dei mezzi subacquei. Per cui quando viene scoperto un nuovo whispered bisogna identificare la sua area di competenza e valutarne l'utilità. Per questo avevamo puntato a quella ragazza nella regione del Kanka e poi a Kaname Chidori, sin dal primo istante in cui venne scoperto che lei era una whispered. A me hanno raccontanto solo questo. Non so rivelarti altro.
    Sosuke: Dimmi dove si trova la sede dell'Amalgam e chi occupa i ruoli più importanti!
    Gauron: Mi spiace non ho più nessuna voglia di parlare di questo. È un discorso un po' troppo noioso e non è un argomento a cui tengo. [Sosuke gli punta la pistola alla testa] Ehi, ehi! Credi che io sia tanto affezionato a questa vita a metà?
    Sosuke: Dimmi quello che sai, per favore!
    Gauron: Per favore, questa poi! Ragazzo tu sei lo stesso Kashim di un tempo?
    Sosuke: Come?
    Gauron: Devi provare a scavare nella tua memoria, pensare a quando ci siamo incontrati per la prima volta. Sono passati cinque anni, te lo ricordi? A quel tempo io ero istruttore in un campo d'addestramento e tu eri un guerrigliero che combatteva contro l'Unione Sovietica. Non ti schieravi dalla mia parte ma non eri neanche un mio nemico. I miei ricordi sono così vivi ancora oggi! In quel periodo tu avevi uno sguardo meraviglioso: non difendevi né condannavi la vita umana, non avevi tormenti, né esistazioni, né sofferenza. Già, avevi uno sguardo limpido come quello dei santi, uno sguardo che trasmetteva forza e fierezza. Capisci che intendo? C'era totale coerenza, non c'erano sciocche debolezze o cotraddizioni. Anche quando ci siamo rivisti nel Kanka il tuo sguardo non era cambiato, era uguale a quello di allora: era lo sguardo immortale di chi non ha nessuna debolezza umana. Potrei anche accettare di morire per mano di quest'uomo, non sarebbe un disonore! Avevo pensato questo e invece osservandoti oggi... perché il tuo sguardo è tanto cambiato?!?
  • Gauron: Hai una brutta espressione, sei indeciso? Stai esitando? Dov'e il vero Kashim con il suo sguardo di un santo assassino? Che cocente delusione! Ora sei pieno di contraddizioni, non sei neanche degno di morire in battaglia!
    Sosuke: Ti avverto, sta zitto!!
    Gauron: Tu ed io siamo della stessa razza ma adesso ti è venuta una gran voglia di diventare un tizio qualsiasi. Mi vien quasi da vomitare!
    Sosuke: Ti ho detto di tacere, capito!!
    Gauron: Ah no, invece, mi ascolterai! Da quando hai iniziato a frequentare la Mithril e quella scuola superiore sei diventato banale. Hai permesso che quella gente insignificante ti cambiasse e ti rendesse mediocre. Non ti accorgi nemmeno di quanto sei teso e nervoso in ogni momento e tutto a causa loro, di quella patetica infondata bugia chiamata umanità! Una cosa che non si addice per nulla a Kashim il santo assassino. Un po' alla volta ti sei lasciato abbindolare da loro. Non ho ragione? È prerogativa dei deboli rendersi parassiti dei forti, facendo intravedere miraggi come la lealtà fra compagni o la fiducia reciproca i deboli succhiano la linfa dei forti fino al midollo! Ammetti i tuoi sentimenti! È così gratificante avere a che fare con una massa di deboli? Andiamo Kashim, rispondi! Ti sto domandando se è tanto bello lasciarsi contagiare dai tuoi deboli amici!
    Sosuke: Taci! Chiudi il becco una buona volta!
    Gauron: Patetico! Non hai nemmeno la forza di uccidermi! Come vedi io sto per crepare, ma visto che me ne sto andando ho deciso di chiudere alcuni conti in sospeso. A Yiu-Fan ho ordinato di continuare a scatenarsi finchè non renderà l'intera città di Hong Kong un mare di fiamme, mentre alla sua sorella gemella Yiu-Lan ho ordinato di eliminare il cancro più insidioso che abbia mai infestato e corrotto il tuo spirito di guerriero.
    Sosuke: Il cancro?
    Gauron: La ragazza, chi altri? Non mi dire che non ti è ancora arrivata la notizia! Conosco ogni dettaglio della sua fine: pare che il suo bel figurino in divisa scolastica sia tutto rovinato ed è stata talmente coraggiosa da non aver nemmeno chiesto che le venisse risparmiata la vita! Ah, la sua ultima parola è stata: Perdonami. A chi stava pensando in quel momento?!!
    Sosuke: Non è vero, no!!
    Gauron: Ma come? Certo che è vero! Avrei voluto mostrarti una sua foto per vederti disperato, sarebbe stato un vero spettacolo ma anche così devo dire che non c'è male per niente! La faccia che stai facendo ora è meravigliosamente espressiva, già... A Tokyo si consumava la tragedia, la speranza è fuggita, ah povera signorina Kaname! E pensare che era una ragazza tanto buona e graziosa! Come è stato crudele e malvagio il suo destino!
    Sosuke: Gauron maledetto!!
    Gauron: Sì, è andata proprio cosi! L'ho uccisa io! Avanti odiami, capito! Odiami! Kashim!!

Altri progetti[modifica]