Kate DiCamillo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Kate (Katrina Elizabeth) DiCamillo (1964 — vivente), scrittrice statunitense.

Incipit di Le avventure di Meschino[modifica]

Questa storia ha inizio dentro le mura di un castello, con la nascita di un topo. Un piccolo topo. L'ultimo nato, e l'unico sopravvissuto, di un'intera cucciolata.
— Dove sono i miei bebé? — chiese sfinita mamma topo dopo avere superato quella dura prova. — Mostvami i miei bebé.
Papà topo sollevò l'unico topolino ancora vivo.
— Non c'è che questo — le disse. — Gli altri sono nati morti.
Mon Dieu, uno solo?
— Uno solo. Che nome vuoi dargli?
— Tanta fatica pev niente — sospirò mamma topo. — Che tvistezza. Che disappunto. — Era francese, arrivata al castello molto tempo prima dentro la valigia di un ambasciatore. "Disappunto" era una delle sue parole preferite, e la usava spessissimo.
— Allora? — insisté papà topo. — Vuoi dargli un nome?
— Davgli un nome? Se voglio davgli un nome? Cevto che gli davò un nome, ma so già che movivà come tutti gli altvi. Oh, che tvistezza. Oh, che disappunto.

Bibliografia[modifica]

  • Kate DiCamillo, Le avventure di Meschino. Storia di un topo, una principessa, una zuppa proibita e un rocchetto di filo, traduzione di Angela Ragusa, Mondadori, 2005. ISBN 8804543469

Altri progetti[modifica]

Voci correlate[modifica]

Le avventure del topino Despereaux