Michelle Moran

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Michelle Moran (1980 — vivente), scrittrice statunitense.

Incipit di La regina dell'eternità. Il romanzo di Nefertiti[modifica]

1351 a.C.
Peret, stagione della Crescita

Mentre il sole tramontava su Tebe spandendo la luce dei suoi ultimi raggi sugli strapiombi di roccia calcarea, la nostra lunga processione avanzava attraverso la sabbia del deserto. La serpeggiante fila di persone che si dipanava fra le colline vedeva alla sua testa i visir dell'Alto e del Basso Egitto, seguiti dai sacerdoti di Amon e da centinaia di persone in lutto. Con l'avanzare delle ombre della sera, la sabbia si stava rapidamente raffreddando. Ne percepivo i granelli fra le dita dei piedi calzati dai sandali, e quando il vento soffiava sotto la sottile tunica di lino, tremavo di freddo. Mi staccai dalla colonna per vedere il sarcofago sistemato su di una slitta trainata da buoi, per dimostrare al popolo d'Egitto quanto il nostro principe della Corona fosse stato ricco e potente. Nefertiti si sarebbe rosa dall'invidia, per non aver potuto presenziare a questa cerimonia.

Bibliografia[modifica]

  • Michelle Moran, La regina dell'eternità. Il romanzo di Nefertiti, traduzione di Stefania Di Natale, Newton Compton, 2009. ISBN 9788854114920

Altri progetti[modifica]