Seinfeld

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Seinfeld

Serie TV

Immagine Seinfeld logo.svg.
Titolo originale Seinfeld
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1989-1998
Genere sit-com
Stagioni 9
Episodi 180
Ideatore Larry David, Jerry Seinfeld
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Seinfeld, situation comedy americana degli anni '90.

Tagline
Uno show sul nulla.

Frasi ricorrenti[modifica]

  • [Con odio]
    Jerry: Salve Newman.
    Newman: Salve Jerry.

Prima stagione[modifica]

Episodio 1, Segnali[modifica]

  • In ogni momento della vita, questa è la mia sensazione: non ci si può fermare. (Jerry)
  • Laura: Questa casa non è niente male...
    Jerry: Sì, mi fa venir voglia di andare a vivere per strada!

Episodio 2, L'investigazione[modifica]

  • C'è di tutto in quella borsa, e mai una volta che trovassero le chiavi! Ma il libretto degli assegni lo trovano sempre! (Jerry)

Episodio 4, L'amico insopportabile[modifica]

  • Il bello di noi uomini è che possiamo diventare amici sulla base di niente, o quasi. Praticamente due uomini diventano amici solo perché sono uomini! (Jerry)
  • Elaine: Avanti, usciamo un po'. Non voglio restare chiusa qui dentro...
    Jerry: Va bene.
    Elaine: Andiamo a mangiare qualcosa?
    Jerry: Dove vuoi andare?
    Elaine: Dove vuoi, io non ho fame.
    Jerry: Potremmo andare in una caffetteria. Così potremmo anche sederci.
    Elaine: E poi cosa facciamo, parliamo?
    Jerry: Sì, possiamo parlare.
    Elaine: Verrò solo se non devo parlare.

Seconda stagione[modifica]

Episodio 1, L'ex fidanzata[modifica]

  • Sala d'attesa, odio quando ti fanno aspettare in sala d'attesa. Si chiama "sala d'attesa", quindi non puoi evitare d'aspettare. Visto che la chiamano "sala d'attesa", devono usarla, ce l'hanno. Serve a questo, a farti aspettare. E tu te ne stai lì seduto, con una rivista in mano e fai finta di leggere, ma in realtà stai osservando le altre persone. Già... Così quando fai finta di leggere pensi: "Che diavolo avrà quello lì? ...quando finisce di sfogliarla mi prendo la sua rivista!". (Jerry)

Episodio 2, Pony fatale[modifica]

  • Noi non comprendiamo la morte, e la dimostrazione di questo è che offriamo ai defunti un cuscino! (Jerry)

Episodio 3, Il giubbotto di pelle[modifica]

  • Jerry: Francamente, preferisco la compagnia degli ignoranti.
    Elaine: Ora ho capito perché non stiamo più insieme!

Episodio 4, Il messaggio telefonico[modifica]

  • Il difetto più grande della televisione è che, qualsiasi cosa facciamo quelli che appaiono in tv, sembra sempre che la facciano molto meglio di voi! (Jerry)
  • Il lato brutale del primo appuntamento è l'esame microscopico a cui ci si sottopone l'un l'altro, perché ogni volta che immaginate quella persona, proiettata nel vostro futuro, voi ingigantite qualsiasi suo piccolo difetto. L'uomo si chiederà: "Le sopracciglia non sono regolari... posso guardare delle sopracciglia irregolari per il resto della mia vita?"; e la donna guardando lui penserà: "Ma che cavolo sta fissando? Posso stare con uno chi mi fissa così per il resto della mia vita?". (Jerry)
  • Se la chiamassi ora, penserebbe che sono un debole, una categoria che le donne detestano. Voi volete uomini in divisa, non so: colonnelli, dittatori, zar! (George)

Episodio 5, L'appartamento[modifica]

  • Il mio ideale di stanza di soggiorno sarebbe la plancia della nave spaziale Enterprise. Sapete che voglio dire, no? Poltrona, schermo gigante, telecomando... Ecco perché per me Star Trek rappresenta il massimo della fantasia dell'uomo: andarsene in giro per lo spazio nel proprio soggiorno guardando la tv. Per questo gli alieni vanno sempre a trovarlo, perché Kirk è il solo ad avere lo schermo gigante. Ci andranno anche venerdì sera, c'è l'incontro con i Klingon, non possono mancare! (Jerry)
  • Mi piacerebbe avere un figlio... Be', prima dovrei uscire con una donna, però! (George)
  • Jerry: Vedi, fa tutto parte di un piano divino!
    George: E dove si inserisce la calvizie in questo piano?
  • Le persone non rifiutano mai il denaro. È questo che ci differenzia dagli animali! (Jerry)

Episodio 7, La vendetta[modifica]

  • La miglior vendetta è vivere bene. (Jerry)

Episodio 9, L'affare[modifica]

  • Ho notato che donne e uomini hanno un modo diverso di provarsi i vestiti. Le donne non si misurano i vestiti, loro si fanno misurare dai vestiti, mi spiego? Non si disturbano neanche a toglierli dalla stampella e se li appoggiano addosso così, come se niente fosse. E chiedono anche il parere della commessa! (Jerry)

Episodio 10, Il baby party[modifica]

  • A volte ho visto che queste donne incinte non si rendono conto della pancia che hanno. Vedi, basta una curva presa male ed ecco che finisce in terra un intero buffet! (Jerry)
  • Ogni donna sulla faccia della Terra ha il controllo assoluto della mia vita. E continuo a volerle tutte! (George)

Episodio 11, Il ristornate cinese[modifica]

  • Non potevo restare a cena con lui. Mi sarei perso Creature spaziali 9! Lo danno soltanto oggi! È un mito, capisci? Beh, non avevo altra scelta![1] (Jerry)
  • Elaine: Non è giusto! Non dovrebbero servire in ordine di arrivo, al ristorante si dovrebbe servire prima chi ha più fame! Fra un attimo mi avvicinerò a un tavolo e afferrerò un pugno di riso da un piatto!
    Jerry: Allora forza, va! Ti do cinquanta dollari se hai il coraggio di farlo.
    Elaine: Che cosa dovrei fare?
    Jerry: Ecco, ti devi avvicinare a quel tavolo, afferrare un paio di involtini, senza dire niente però, eh, quindi li mangi, ringrazi tutti gentilmente, ti pulisci bene la bocca e te ne vai via. E io ti ho i cinquanta bigliettoni.
    George: Sì, ma quelli che faranno?
    Jerry: Oh, non faranno niente vedrai. Perché almeno avranno una storia da raccontare.
  • [Urlando in un ristorante cinese] Noi viviamo ancora in una società civile! E dovremmo comportarci civilmente con gli altri! (George)
  • Questo è un film unico, una perla del cinema di fantascienza: è Creature spaziali 9! È quello che ha avuto un successo enorme, il film peggiore prodotto in America![2] (Jerry)
  • [Su Plan 9 from Outer Space] Ma non è possibile vedere un filmaccio così, da soli! A chi devo fare i miei commenti sarcastici? A degli sconosciuti? (Jerry)
  • La fame a volte fa fare delle cose veramente incredibili. E infatti, non per niente, esiste il cannibalismo. (Jerry)

Stagione 3[modifica]

Episodio 9, La plastica al naso[modifica]

  • Che fine farebbero i rapporti umani se tutti dicessero apertamente quello che in quel momento passa loro per la mente? Quanto durerebbe un incontro galante? Io credo all'incirca 13 secondi. "Mi dispiace, hai il sedere troppo grosso." "Tu hai l'alito cattivo." "Ci vediamo." "Non c'è problema." "Addio." "D'accordo." "Va a quel paese." "Cia'." (Jerry)

Episodio 4, Il cane[modifica]

  • Gavin: Lei ha degli animali?
    Jerry: Sì, l'inquilino accanto a me.
    Gavin: Oh, ascolti. Avere un animale, come per esempio un cane, significa avere un rapporto che gli arricchirebbe la vita più di quanto non possa immaginare.
    Jerry: Quando deve raccogliere la pupù con la paletta si sente arricchito di qualcosa?
  • Nel mio quartiere c'è parecchia gente che porta a spasso il proprio cane e tutti escono con il sacchetto per la pupù. Per me non c'è cosa più deprimente nella vita di un uomo. Se un marziano potesse vedere la scena attraverso un telescopio penserebbe che i veri padroni sono i cani. "Se analizziamo queste due forme di vita vediamo che una delle due fa la cacca e l'altra gliela porta in un sacchetto! Quale delle due secondo voi è la più privilegiata?" (Jerry)

Episodio 5, La biblioteca[modifica]

  • Jerry: Questa è davvero incredibile: la New York Public Library dice che io ho preso Tropico del Cancro nel 1971 e non l'ho più restituito!
    Kramer: Hai la vaga idea di quanto ti verrà a costare? Sono cinque centesimi al giorno per vent'anni: in tutto fa cinquantamila dollari!
    Jerry: Naaaa, non funziona così.
    Kramer: Se sono dieci centesimi sono centomila dollari!
  • [La New York Public Library] Quello è un posto pieno di spilorci, ad ogni modo! Vanno lì, si siedono e si mettono a leggere un giornale attaccato a quei lunghi bastoni di legno per risparmiare venticinque centesimi! (Kramer)
  • Il Sistema decimale di Dewey:[3] che grossa fregatura è stata! (Kramer)
  • L'agente investigativo della biblioteca si chiama davvero Bookman? È sorprendente! È come se un gelataio si chiamasse Chocolate! (Kramer)
  • [Parlando degli scherzi del liceo]
    Elaine: Perché la chiamano sgrufolata?
    George: Perché le mutande vengono tirate verso sopra da dietro finché si sgrufulano in mezzo.
    Jerry: Poi c'è anche la sgrufolata atomica. L'obiettivo in questo caso è distendere l'elastico dalla vita fino a sopra la testa.
    Elaine: I ragazzi sono cattivi.
    Jerry: E voi ragazze cosa fate?
    Elaine: Tuttalpiù infastidiamo una compagna fino a farla diventare anoressica.
  • Ciò che sorprende a proposito delle biblioteche è che puoi entrare e prendere tutti i libri che vuoi. L'unica cosa che ti senti dire è "Riportali quando hai finito." Mi ricordano l'amico patetico che tutti avevamo da ragazzini, quello che ti dava in prestito qualsiasi cosa avesse purché tu restassi suo amico, ricordate? Ecco cos'è una biblioteca: un amico patetico finanziato dal governo. Nessuno prende seriamente una biblioteca, giusto? "Lo riporterò in tempo" "Tranquillo, niente orecchie alle pagine" "Come? L'ultima volta era macchiato di cappuccino?!" (Jerry)

Episodio 11, Il lato opposto[modifica]

  • Questi tarallucci mi fanno venire sete![4] (Kramer)

Episodio 13, La metropolitana[modifica]

  • Elaine: A che ora hai il tuo colloquio, George?
    George: Nove e quarantacinque.
    Jerry: E non fischiettare in ascensore!
    George: Perché no?
    Jerry: È quello che aveva detto Willy Loman a Beef in Morte di un commesso viaggiatore.
    George: Ehi, mi stai paragonando a Beef Loman? Molto incoraggiante: il più grande perdente in tutta la letteratura americana!
  • Jerry: A che ora hai il matrimonio lesbico?
    Elaine: Nove e mezza.
    George: Strano matrimonio. Chi decide chi è lo sposo e chi la sposa? Tirano una moneta?
  • Quando una lesbica mi guarda ho la sensazione che pensi: "Ecco perché non sono eterosessuale!" (George)
  • Io non sono lesbica! Odio gli uomini...ma non sono lesbica! (Elaine)

Episodio 18, Il nuovo amico (parte 1)[modifica]

  • [George deve provare di aver provato a cercare un lavoro affinché il sussidio di disoccupazione gli venga protratto]
    Signora Sokol: Le faccio presente che fra due settimane il sussidio le verrà tolto.
    George: Lo so. E mi chiedevo...ecco, è possibile prolungarlo per altre tredici settimane?
    Signora Sokol: Ha visto se c'è lavoro per lei?
    George: Sa cos'ho scoperto, signora Sokol? Non si tratta tanto di vedere, quanto di ascoltare. Ho ascoltato se c'è lavoro, ho visto e ho ascoltato. Ho anche visto, eh, non lo sottovaluto, è una combinazione. Vedere e poi...ascoltare. Ascoltare e vedere. Bisogna ascoltare.
    Signora Sokol: Mi può specificare a quale società si è rivolto?
    George: Specificare? Ehm...specifichiamo...ho fatto avanti e indietro da una marea di uffici, ho una tale confuzione in testa.
    Signora Sokol: Mi dia almeno un nome.
    George: Un nome, molto volentieri...Ecco sono stato alla Vandelay S.p.a. Ehm, non mi hanno assunto per il rotto della cuffia.
    Signora Sokol: E cosa tratta questa società?
    George: Lattice. Sì, prodotti in lattice, signora Sokol.
    Signora Sokol: E lei ha avuto un colloquio là?
    George: Sì, volevo fare il rappresentante. Un rappresentante di lattice deve vedendere lattice e...derivati del lattice. Ovviamente...

Episodio 19, Il nuovo amico (parte 2)[modifica]

  • La morte è proprio questo alla fin fine: sì, è l'ultimo grande trasloco della tua vita. Il carro funebre è il furgone, i becchini sono i tuoi cari amici, gli unici a cui puoi chiedere aiuto per un trasloco così impegnativo e la cassa da morto è la grande comoda scatola che hai sognato per tutta la vita, solo che quando l'hai trovata ci sei dentro. (Jerry)
  • Un mio amico ha una bimba. "Devi vedere la bimba! Devi venire al più presto a vedere la bimba!" Non capita mai che ti chiedano di vedere il nonno, giusto? "Devi vedere mio nonno! Sì, devi vederlo subito! È così dolce! Pensa, pesa novantasette chili e mezzo! È un tesoro, sono adorabili a quell'età! Ha mille mesi! La mattina è un periodo veramente straordinario per i vecchietti, credimi devi vederlo, è andato al bagno da solo ieri! (Jerry)

Stagione 4[modifica]

Episodio 5, Il portafogli[modifica]

  • Ah! Il velcro! Io odio il velcro! Ha quel suono dilaniante! È una tortura per le orecchie! Dovrebbero mettere in galera chi l'ha inventato! (Morty)

Episodio 17, La coppia gay[modifica]

  • Adesso sto cominciando veramente a stancarmi di fingere entusiasmo ogni volta che è il compleanno di qualcuno! Sapete cosa intendo? In fondo che cosa c'è di speciale? Quante volte siamo costretti a festeggiare la nascita di una persona? Ogni anno sempre la stessa storia! Tutto sta nel restare vivi per dodici mesi! La faccenda è tutta qui. (Jerry)
  • Elaine: Dì un po': secondo te chi è stato il capo di stato meno affascinante?
    Jerry: Vivente o di tutti i tempi?
    Elaine: Di tutti i tempi.
    Jerry: Beh, in questo caso non c'è dubbio: Brežnev. È il primo e l'ultimo della lista.
    Elaine: Ah, non saprei. Hai mai guardato bene de Gaulle?
    George: Lyndon Johnson era più brutto di de Gaulle!
    Elaine: No, non sono d'accordo. Golda Meir secondo me li batteva tutti!
    Jerry: Golda Meir. Certo. Certo.
    Elaine: [Sussurrando] Ehi, avvicinatevi, sù. Ci sono due ragazze dietro di voi. Stanno origliando.
    George: Davvero?
    Elaine: [Ad alta voce] Ragazzi, il fatto che siate omosessuali non significa proprio niente. Secondo me dovreste uscire allo scoperto e vivere serenamente la vostra diversità! [Ridacchia tra sé e sé]
    George: [Stando al gioco] Allora che ne dici? Comunque amerò per sempre solo te per tutta la vita!
  • Jerry: Già, me lo dicono sempre.
    Elaine: Che cosa?
    Jerry: Che sono gay. Tanti lo pensano.
    Elaine: Qualche volta chiedono anche a me se lo sei.
    Jerry: Già perché sono single, magro e anche ben fatto.
    Elaine: E vai anche molto d'accordo con le donne.
    George: Bene, questo mi mette al sicuro.
  • George: [Entrando in casa senza nemmeno salutare] Sai, ho trovato un nome d'arte fantastico in caso diventassi una porno star!
    Jerry: Davvero? E quale? Toro furente?[5]
  • Jerry: Non siamo gay! Non che ci sia niente di male a esserlo.[6]
    George: No, no di certo.
    Jerry: Beh, niente in contrario se lei lo è.
    George: Sicuro!
    Jerry: Sa, io ho molti amici gay.
    George: Mio padre è gay!
  • [Urlando a squarciagola a una giornalista per provare di non essere gay] Senta vuole fare l'amore con me ora? Vuole che facciamo un po' di sesso? Sù, forza! Coraggio! Che sta aspettando! Venga! Andiamo! (George)

Stagione 5[modifica]

Episodio 2, La camicia a drappi[modifica]

  • George: Ma io come faccio? Come faccio a tornare da quei due? Per favore, dimmelo! Quelli sono pazzi! Lo sai, no?
    Jerry: I miei genitori sono assurdi quanto i tuoi!
    George: Vorresti mettere a confronto i tuoi con i miei?
    Jerry: Lo sai che mio padre in vita sua non ha mai buttato via niente? Niente!
    George: Il mio nuota in piscina con le scarpe di gomma! Ci nuota!
    Jerry: Beh, mia madre non ha mai messo piede in una piscina! Non sa neanche che cos'è!
    George: Ascoltami bene, io non ho mai visto mia madre ridere. Mai. Mai un sorriso, un sorrisino, un sorrisetto, mai un "Ah!"
    Jerry: Se la solletichi?
    George: Neanche!
  • Prendere in prestito dei soldi da un amico è come fare sesso: cambia completamente il rapporto! (George)

Episodio 4, Il commercialista sniffatore[modifica]

  • George: Dove l'hai preso quel maglione?
    Jerry: L'ho trovato in fondo all'armadio.
    George: Ed è proprio lì che dovevi lasciarlo!
  • Ho sentito di tutto nella mia vita ma mai che un rapporto finisse per problemi di punteggiatura! (Jerry)

Episodio 5, Il padrino[modifica]

  • Kramer: Io ti consiglierei di non farlo circoncidere.
    Elaine: Ma Kramer, è una tradizione!
    Kramer: Era anche una tradizione sacrificare le vergini per placare gli dei, ma ora non lo facciamo più! No?
    Jerry: Penso che dovremmo rifarlo.

Episodio 6, Qui pro quo[modifica]

  • Per me il tennis non è altro che un ping pong con i giocatori in piedi sul tavolo. Ecco che cos'è il tennis! E quel modo di contare i punti? Se fai un punto dicono che ne hai fatti 15, due punti 30 a 0. 30 a 0?! E il povero avversario pensa "Come faccio a rimontare?!" (Jerry)
  • Quanto si controlla la posta si controlla l'informazione! (Newman)

Episodio 7, Come diventare sindaco[modifica]

  • Tutta la mia vita è una menzogna! (George)
  • George: Cos'ho?
    Dottore: Potrei suggerire la possibilità che lei stia simulando.
    George: Simulando? Cosa le fa credere che io abbia il tempo di farmi visitare, sottopormi ai raggi x, parlare con lei, se non avessi assolutamete niente al braccio? Che razza di persona farebbe una cosa del genere?!
    Dottore: Non so che razza di persona farebbe una cosa del genere. Certamente una persona malata, una persona molto immatura, una persona a cui non importa niente di far perdere del tempo prezioso al prossimo!

Episodio 10, Regalo inconsueto[modifica]

  • Sapete quale sarebbe un ottimo libro da tavolino da caffè? Un libro che racconta la storia dei tavolini da caffè! [...] La storia dei tavolini da caffè, di persone illustri e dei loro tavolini da caffè! È un idea geniale! [...] E sulla copertina una bella tazza di caffè! (Kramer)

Episodio 17, Gli impermeabili (parte prima)[modifica]

  • [Claude Monet] Io dico che quello dipingeva senza occhiali... (Morty)
  • Sapete, io non vado pazzo per i vestiti usati. Alcuni li chamano "d'annata". È un evidente eufemismo: in realtà sono soltanto brutti. (Jerry)

Stagione 8[modifica]

Episodio 19, Bla bla bla[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Nel confessionale di una chiesa]
    Padre Curtis: Quali peccati hai commesso?
    Jerry: Ecco, le dico subito che sono ebreo.
    Padre Curtis: Questo non è un peccato.
    Jerry: Ah, bene. Comunque, padre, voleva parlarle di Tim Whatley Non ci crederà, ma ho il sospetto che sia diventato ebreo solo per raccontare barzellette!
    Padre Curtis: E pensi che sia un'offesa alla tua religione?
    Jerry: No, è un'offesa al mio brillante umorismo! Scometto che le interesserà sapere che racconta barzellette anche sui cattolici. Sono vecchie barzellette tipo quella del Papa su una sciualuppa di salvataggio con Raquel Welch.
    Padre Curtis: Ah, non l'ho mai sentita.
    Jerry: Aaah, di sicuro la conosce già. Sono in mezzo all'oceano, bla bla bla bla bla, allora Raquel Welch dice "Queste non sono boe".
  • Lo sa che differenza c'è tra un dentista e sadico? Riviste recenti. (Jerry)
  • Dr. Tim Whatley: Non immagini cosa deve sopportare la mia gente!
    Jerry: Gli ebrei?
    Dr. Tim Whatley: No, i dentisti! Siamo la categoria col più alto tasso di suicidi.
    Jerry: Per questo è così difficile avere un appuntamento!
  • Madre Natura è uno scienziato pazzo! (Kramer)
  • Beth: Che fa un medico che viene espulso dalla facoltà di medicina?
    Jerry: Cosa?
    Beth: Il dentista!
    Jerry: [Ride] Divertente! [Con disprezzo] Dentisti!
    Beth: Già, a che servono?! Per non parare dei negri e degli ebrei! [Jerry cambia completamente espressione]
  • [Officiando un amtrimonio con il mal di denti] Oggi, cari fratelli, siamo qui per unire questa coppia nel sacro vincolo del matrimonio. Il matrimonio è un'istituzione sacra voluta da Dio e ...bla bla bla[7]...vi dichiaro marito e moglie. (Padre Curtis)

Episodio 20, Il nuovo millennio[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • George: Cos'è esattamente un barometro?
    Kramer: È un termometro che ha fatto carriera.
  • Babe Ruth era un vecchio grassone con delle gambe da bambina. C'è un'altra cosa che ho scoperto da poco: era vegetariano! Roba da non crederci, eh? (George Steinbrenner)
  • [George sta cercando di farsi licenziare]
    George: Non sono neanche capace di sbagliare...
    Jerry: Sciocchezze! Dammi retta, tu sbagli sempre!
    George: Davvero?
    Jerry: Sì, davvero!
    George: Lo pensi sul serio?
    Jerry: Te lo assicuro! Sai, non alcuna fiducia in te!
    George: Ah, meno male. Suppongo che dovrò rimboccarmi le maniche, rimettermi al lavoro e soprattutto combinare un gran casino!
    Jerry: Bravo, così mi piaci! Sei un disastro!

Note[modifica]

  1. Nel doppiaggio originale: «Did I do a bad thing by lying to my uncle and saying I couldn't go to dinner? "Plan 9 from Outer Space" – one night only, the big screen! My hands are tied!»
  2. Nel doppiaggio originale: «Just a movie? You don't understand. This isn't "Plans One through Eight from Outer Space". This is "Plan Nine"! This is the one that worked. The worst movie ever made.»
  3. Classificazione decimale Dewey
  4. Nel doppiaggio originale: «These pretzels are making me thirsty!»
  5. Nel doppiaggio originale: «Buck Naked»
  6. Nel doppiaggio originale è la famosa frase «Not that there's anything wrong with that!»
  7. In lingua originale è «Yada Yada Yada» espressione diventata famosa grazie a questo episodio.

Altri progetti[modifica]