Un tocco di zenzero

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Un tocco di zenzero

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Πολίτικη κουζίνα
Paese Grecia, Turchia
Anno 2003
Genere commedia, drammatico
Regia Tassos Boulmetis
Sceneggiatura Tassos Boulmetis
Attori
Doppiatori italiani

Un tocco di zenzero, film del 2003, regia di Tassos Boulmetis.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • A volte bisogna usare le spezie sbagliate per ottenere l'effetto desiderato. Aggiungere qualcosa di diverso. Il cumino, come dire... è una spezia forte, ti aggredisce, induce le persone a chiudersi. Lo zenzero è delicato e pungente, e spinge a guardarsi negli occhi. (Vasilis)
  • Le relazioni senza disaccordi sono come i matrimoni senza musica. (Vasilis)
  • Quando si parte da un posto, bisognerebbe parlare del posto in cui si va... e non di quello che ci si lascia alle spalle. (Vasilis, riferendo un pensiero della propria moglie defunta)
  • Lassù, nel cielo, ci sono cose che possiamo vedere... ma ci sono anche cose che non possiamo vedere. Parla sempre delle cose che gli altri non possono vedere. Alla gente piace ascoltare le storie di cose che non possono vedere. Lo stesso vale per il cibo: a qualcuno importa se non si vede il sale quando il cibo è saporito? Certo che no! Ma la sostanza sta nel sale. (Vasilis a Fanis)
  • Il nonno diceva che la parola "gastronomo" racchiude la parola "astronomo" e in quanto tale, le mie lezioni di astronomia prevedevano l'uso delle spezie. (Fanis)

Dialoghi[modifica]

  • Anna [indicando una stella nel cielo]: Cos'è quella?
    Fanis: Quella non esiste.
    Anna: Perché no?
    Fanis: La maggior parte delle stelle che vediamo non esiste. Vediamo semplicemente i segni che hanno lasciato nel tempo.
    Anna: Non dovresti mai dire a una donna che le stelle che vede non esistono.

Altri progetti[modifica]