Vittorio Calvino

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Vittorio Calvino (1909 – 1956), scrittore, autore teatrale, giornalista, sceneggiatore cinematografico e saggista.

La cometa si fermò[modifica]

Incipit[modifica]

LE PERSONE
L'Oste – Noemi, la servetta – Lo Straniero – Ariè, il primo ladro – Boz, il secondo ladro – Il marito – La moglie – Voci maschili
L'azione si svolge nel corso di una notte in una locanda a Betlemme in Giudea, nei giorni in cui, sotto Cesare Augusto, Quirinio, governatore della Siria, ordinò il censimento delle popolazioni soggette ai Romani. La locanda è condotta dall'oste Azael, ed è piena di gente, di fumo, di odori di vivande, di voci. Ecco appunto, su questo sfondo sonoro, si inizia la vicenda.
UNA VOCE (grossolanamente) – ... Allora il marito disse: o mi rendete mia moglie, oppure mi consentite di tagliarle il dito... E sapete perché? Perché la moglie era tanto ingrassata che l'anello d'oro non le usciva più! (Un coro di risate).
SECONDA VOCE – Giusto! Anch'io avrei rinunziato alla moglie ma non all'anello... Un'altra donna si trova sempre, ma un anello d'oro chi te lo dà?
PRIMA VOCE – E quella dello zoppo che faceva il cambiavalute la sapete?
TERZA VOCE – Basta con le storie! Vogliamo un po' di musica! Ehi suonatore, ti sei addormentato?
QUARTA VOCE – Sono stanco signore...
TERZA VOCE – E che razza di suonatore ambulante sei? Suona, suona se vuoi guadagnarti il tuo posto accanto al braciere...
QUARTA VOCE – Potrei avere un poco di vino, signore? Quando bevo le mie vecchie dita si fanno più agili...
PRIMA VOCE – Diamo vino al vecchio suonatore! Tieni, bevi e facci stare allegri! La notte è lunga, il giorno è lontano, e la cantina è ben fornita! Forza ragazzi!

[Vittorio Calvino, La cometa si fermò, da Il Dramma diretto da Lucio Ridenti, 28° Anno, N. 147-148, 1952.]

Bibliografia[modifica]

  • Vittorio Calvino, La cometa si fermò, da Il Dramma diretto da Lucio Ridenti, 28° Anno, N. 147-148, 1952.

Altri progetti[modifica]