Walter Lippmann

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Walter Lippmann

Walter Lippmann (1889 – 1974), giornalista statunitense.

  • L'ipotesi che a me sembra più feconda è che la notizia e la verità non siano la stessa cosa, e debbano essere chiaramente distinte. La funzione della notizia è di segnalare un fatto, la funzione della verità è di portare alla luce fatti nascosti, di metterli in relazione tra loro e di dare un quadro della realtà che consenta agli uomini di agire.[...] La notizia non dice in che modo il seme stia germinando nel terreno ma può dirci quando appare sul terreno il primo germoglio. (da L'opinione pubblica, Donzelli, Roma 1995)
  • Quando tutti pensano nello stesso modo, nessuno pensa molto. ("Where all think alike, no one thinks very much" – Walter Lippmann, Anne Pierce, The stakes of Diplomacy, Transaction Pubblishers 2009 (2nd printing), p. 54)

Senza fonte[modifica]

  • Che noi lo desideriamo oppure no, siamo coinvolti nei problemi del mondo, e tutti i venti del paradiso soffiano attraverso la nostra terra.
  • In una società libera lo stato non dovrebbe amministrare gli affari degli uomini. Dovrebbe amministrare la giustizia sugli uomini che conducono affari privati.
  • La prova fondamentale del valore di un leader è che si lasci dietro, in altri uomini, la convinzione e la volontà di proseguire la sua opera.
  • Quando gli uomini non possono più essere teisti, possono, se sono civilizzati, diventare umanisti.
  • Quando i filosofi provano a diventare dei politici, generalmente, smettono di essere filosofi.
  • Tutto quello che l'uomo fa è basato non su di una sicura e certa conoscenza, ma sulle immagini create da se stesso o che gli sono state date... Il modo in cui è immaginato il mondo determina tutto ciò che un uomo potrebbe fare in un qualsiasi particolare momento.
  • Una libera stampa non è un privilegio, ma una necessità organica in una grande società... Una grande società è semplicemente una grande e complicata società urbana.

Altri progetti[modifica]