Henry Adams

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Henry Adams

Henry Brooks Adams (1838 – 1918), scrittore, storico e giornalista statunitense.

L'educazione di Henry Adams[modifica]

Incipit[modifica]

All'ombra della Boston State House, in direzione della casa di John Hancock, il piccolo passaggio chiamato Hancock Avenue si dirige, o si dirigeva, da Beacon Street, fiancheggiando la base della State House, verso Mount Vernon Place, sulla sommità di Beacon Hill; là, nella terza casa sotto Mount Vernon Place, il 16 febbraio 1838, nacque un bambino, che fu subito dopo battezzato dallo zio, pastore della Chiesa che seguiva i principi dell'Unitarismo di Boston, con il nome di Henry Brooks Adams.

[Henry Adams, L'educazione di Henry Adams, Adelphi, traduzione di Vittorio Gabrieli]

Citazioni[modifica]

  • La politica, nella pratica, quali che siano le idee che professa, è sempre l'organizzazione sistematica dell'odio. (cap. I)
  • Amici si nasce, non si diventa. (cap. VII)
  • Un amico al potere è un amico perduto. (cap. VII)
  • Il caos spesso genera la vita, laddove l'ordine spesso genera l'abitudine. (cap. XIII)
  • Un insegnante ha effetto sull'eternità; non può mai dire dove termina la sua influenza. (cap. XX)
  • La moralità è un lusso privato e costoso. (cap. XXII)
  • La politica pratica consiste nell'ignorare i fatti. (cap. XXII)
  • [La filosofia] Risposte incomprensibili a problemi insolubili. (cap. XXIV)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]