Differenze tra le versioni di "Franz Werfel"

Jump to navigation Jump to search
1 028 byte aggiunti ,  15 anni fa
nessun oggetto della modifica
 
 
{{NDR|Franz Werfel - ''Nel crepuscolo di un mondo'' - Mondadori, traduzione a cura di Cristina Baseggio}}
 
===''Una scrittura femminile azzurro pallido''===
La posta giaceva sul tavolo della prima colazione. Una notevole pila di lettere, perché avendo Leonida da poco festeggiato il suo cinquantesimo compleanno, arrivavano ancora ogni giorno gli auguri dei ritardatari. Leonida si chiamava proprio Leonida. Per quel nome opprimente non meno che eroico poteva dir grazie a suo padre, che a parte questa eredità, da povero insegnante di ginnasio qual era, non gli aveva lasciato altro che un'intera collezione di classici greci e latini, nonché dieci annate del "Tübinger altphilologische Studien". Per fortuna il troppo solenne Leonida si lasciava facilmente trasformare nel più agile e semplice Leo. Così lo chiamavano i suoi amici, e Amelie lo aveva sempre e soltanto chiamato Leon. Lo fece anche adesso, mentre con la sua voce scura accentuava la seconda sillaba di León in un acuto strascicato e melodioso.
 
{{NDR|Franz Werfel - ''Una scrittura femminile azzurro pallido'' - Adelphi, traduzione a cura di Renata Colorni}}
 
{{wikipedia}}
45 323

contributi

Menu di navigazione