Alan Turing

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Monumento in memoria di Alan Turing

Alan Mathison Turing (1912 – 1954), matematico e informatico inglese.

  • Ai tempi di Galileo si affermava che i testi « Stette fermo il sole in mezzo al cielo e non si affrettò a calare quasi un giorno intero» (Giosuè 10,13) e « Hai fondato la terra sulle sue basi, mai potrà vacillare» (Salmi 104,5) fossero una confutazione adeguata dalla teoria copernicana. (da Computing Machinery and Intelligence, Mind 59 (1950), pagina 443.)
  • Credo che alla fine del secolo l'uso delle parole e l'opinione delle persone di cultura saranno cambiate a tal punto che si potrà parlare di macchine pensanti senza aspettarsi di essere contraddetti.
  • Il ragionamento matematico può essere considerato piuttosto schematicamente come l'esercizio di una combinazione di due capacità, che possiamo chiamare intuizione e ingegnosità.
  • Possiamo vedere solo poco davanti a noi, ma possiamo vedere tante cose che bisogna fare. (dal suo articolo sul test di Turing)
  • Propongo di considerare questa domanda: "Le macchine sono in grado di pensare?".

Citazioni attribuite[modifica]

  • La scienza è un'equazione differenziale. La religione è una condizione al contorno. (citato in J. D. Barrow, Teorie del tutto. La ricerca della spiegazione ultima.)
  • No, non mi interessa sviluppare un cervello elettronico potente. Mi accontento di uno mediocre, un po' come quello del presidente dell'AT&T. (pronunciato alla mensa dei Bell Labs, 1943; citato in A. Hodges, Storia di un enigma – Alan Turing, Boringhieri.)

Altri progetti[modifica]