Burton Wohl

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Burton Wohl (–), scrittore e soggettista statunitense.

Sindrome cinese[modifica]

Incipit[modifica]

L'aria nella cabina di regia dello studio televisivo non era né stantìa né inodora, né calda né fredda, né stagnante né mossa. Era semplicemente senza vita, e, in un certo senso, disanimata. Aveva attraversato troppi condotti, troppe ventole, troppe valvole per conservare le proprietò essenziali che incosciamente associamo alla vita.
Quel pomeriggio, i monitor della cabina di regia della KXL mostravano lo smagliante sorriso di Pete Martin, inquadrato da tutte le angolature possibili.

Citazioni[modifica]

  • I sentimenti personali rovinano il giudizio professionale... (p. 36)

Bibliografia[modifica]

  • Burton Wohl, Sindrome cinese, Longanesi & C., Milano 1976.