Chuck

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Chuck

Serie TV

Immagine Chuck 2007 logo.svg.
Titolo originale

Chuck

Paese Stati Uniti d'America
Anno 2007 - 2012
Genere commedia, azione, spionaggio
Stagioni 5
Episodi 91
Ideatore Josh Schwartz, Chris Fedak
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Chuck, serie televisiva statunitense, trasmessa dal 2007 al 2012.

Indice

Stagione 1[modifica]

Episodio 1, Chuck vs. i servizi segreti[modifica]

Frasi[modifica]

  • Devo dirti una cosa. Anche se te lo chiedono nessuna donna vuole sentire la storia di una vecchia fidanzata, è deprimente. (Ellie)
  • [A Ellie che non gli risponde e si volta] Ciao Ellie. Sembra che tutti si siano divertiti eh. Io di sicuro. Si Super. (Morgan)
  • [A Ellie mentre arriva Devon] Oh c'è capitan Fenomeno. (Chuck)
  • [Parlando di Devon] Sì, aspetta a conoscerlo. Tutto quello che fa è fenomenale: scalare le montagne, saltare dagli aerei, lavarsi i denti. (Chuck)
  • [A Sarah parlando di Chuck] Ai bravi ragazzi non mandano i segreti di stato. (Langston Graham)
  • Tu spari a lui, io sparo a te. Lascio qui entrambi i cadaveri e finalmente vado a mangiare. Mi andrebbero delle ciambelle. (Casey)
  • [A Casey] Chuck è il computer. (Sarah)
  • [A Chuck] Non vomitare sul C4. (Casey)

Dialoghi[modifica]

  • Ellie: Chuck cosa stai facendo?
    Chuck: Sto scappando?
    Ellie: Dalla tua festa di compleanno?
  • [Ellie e Devon parlano di Chuck e una ragazza] Ellie: Come se la cava?
    Devon: Eh, non è un fenomeno.
  • Morgan: Fermate le macchine! Chi è questa?! Vicky Vale!
    Chuck: Vicky Vale, Vi-Vicky Vale, Vickity Vickity, Vicky Vale, Vi- Vicky Va... [vede Sarah]
    Sarah: Spero di non averti interrotto.
    Chuck: No, niente affatto. Quello era tratto da Batman.
    Sarah: Credi che migliori la situazione?
    Chuck e Morgan: Ahahah.
    Morgan: Ciao, io sono Morgan e lui... lui è Chuck.
    Sarah: Be', non credevo che la gente chiamasse ancora i propri figli Chuck o Morgan nell'era moderna.
    Chuck: I miei sono sadici e i suoi l'hanno trovato in un cassonetto.
    Morgan: Solo che mi hanno cresciuto come uno di loro, almeno spero.
  • Sarah: Wow, voi cervelloni siete bravi.
    Chuck e Morgan: Ehm... Nerd.
  • Chuck: Ciao... Hai ancora problemi con il telefono?
    Sarah: Sì, sembra che non riceva più telefonate perché... Non ho mai ricevuto la tua.
  • [A Chuck] Sarah: Siccome io qui non conosco nessuno, mi chiedevo se tu potessi farmi da accompagnatore, naturalmente se sei libero.
    [Morgan compare dietro Chuck] Morgan: Oh è molto libero, è sempre molto disponibile, il tempo a sua disposizione è infinito. Voi due vi divertirete un mondo.
    [Chuck guarda male Morgan che si gira] Che dice signore le stampanti?
  • Ellie: Ciao Chuck.
    Chuck: Ellie, Capitano non spaventatevi restate calmi, ho una buona notizia.
    [Arriva di corsa Morgan che gli va in braccio] Morgan: Chuck ha un appuntamento.
    Ellie: Cosa? Con chi?
    Devon: Ben fatto Chuck, sei un fenomeno.
  • Sarah: C'è ancora una cosa che dovresti fare per me.
    Chuck: Qual è?
    Sarah: Fidati di me, Chuck.

Episodio 7, Chuck vs. l'Alma Mater[modifica]

  • [Studente della Stanford rivolto a Casey] Pianta un albero alla Stanford, una risorsa rinnovabile per il futuro dei tuoi figli.
    Casey: Ah così vuoi salvare l'ambiente eh? Fatti una doccia hippie.
    Chuck: Sei bravo a mischiarti alla folla, per chi tifi? Per la morte?
    Casey: Divertente, non smetto di ridere.

Episodio 9, Chuck vs. gli insaccati[modifica]

  • [Parlando allo specchio] Chuck: Ciao campione, complimenti per sta notte.
    Casey: Ehy, latin lover, quello specchio non ha sofferto abbastanza?
    Chuck: Io vorrei restare da solo in bagno, d'accordo? Non esiste niente di sacro per voi due?
    Casey: Solo il diritto di portare armi.

Stagione 2[modifica]

Episodio 5, Chuck vs. Missile Command[modifica]

  • John Casey: Agente Walker, in che cosa hai più fiducia in uno squilibrato che gioca con un vecchio videogame o in un missile balistico?
    Sarah Walker: Ho fiducia in Chuck.

Episodio 8, Chuck vs. Leader[modifica]

  • [Chuck porta Jill nella sua macchina e clicca sul telecomando detenzione] Jill Roberts: Che cosa significa Chuck? Che cosa succede.. non vorrai mica tradirmi?
    Chuck Bartwoski: Io volevo aiutarti, veramente, ti avrei anche fatto scappare, ma tu stavi per uccidere Sarah. Mi hai tolto ogni dubbio, sei in arresto e non voglio più vederti.

Episodio 22, Chuck vs. l'Anello[modifica]

Frasi[modifica]

  • [Dopo aver steso degli agenti dell'Anello grazie all'Intersect 2.0] Ragazzi... conosco il Kung fu. (Chuck)

Dialoghi[modifica]

  • Agente dell'Anello Miles: Dovreste saperlo. Nessuno può fermarci, nessuno l'ha mai fatto.
    Sarah Walker: Voi chi siete?
    Agente dell'Anello Miles: Spie, agente Walker, le migliori.

Stagione 3[modifica]

Episodio 1, Chuck vs. il licenziamento[modifica]

  • Ellie: Ehi Chuck, ti sei rasato oggi!
    Chuck: Decisione avventata.

Episodio 13, Chuck vs. Shaw[modifica]

  • [Sarah chiude il laptop di Chuck, interrompendo la videochiamata con il Generale Beckman] Chuck: Non s...
    Sarah: Sta zitto e baciami.

Episodio 14, Chuck vs. la luna di miele[modifica]

  • Sarah: Chuck Bartowski vuoi tu non lasciare la vita da spia con me?
    Chuck: Lo voglio! Sarah Walker vuoi tu non lasciare la vita da spia con me?
    Sarah: Lo voglio!
  • Sarah: Generale.. noi abbiamo una relazione.. monogama!
    Generale Beckman: Devo avvertirvi che permettere alla vostra vita privata di interferire con quella professionale può essere pericoloso.. ma in via non ufficiale: Ce l'avete fatta finalmente!

Episodio 18, Chuck vs. la sconfitta[modifica]

  • Il tuo coraggio mi rende molto orgoglioso ma da certe battaglie bisogna sapersi ritirare. (Steven J. Bartowski)
  • Il nostro bambino è diventato un uomo, Bartowski è una spia.. Hai scelto bene Walker, finalmente! (John Casey)

Episodio 19, Chuck vs. l'Anello parte II[modifica]

  • Non esiste niente di rotto in tutto l'universo a cui voi non possiate rimediare, se lo affronterete insieme. (Steven J. Bartowski)
  • Mani in alto topi di fogna, se voi siete il male io sono la cura! (Morgan)

Stagione 4[modifica]

Episodio 1, Chuck vs. l'anniversario[modifica]

  • Sarah: Casey, hai mai avuto una relazione a distanza?
    Casey: No. O io me ne vado o loro muoiono.

Episodio 2, Chuck vs. la valigia[modifica]

  • [A Ellie] Mi è giunta voce che sei incinta.. C'è posto per due in quell'utero? (Jeff)

Episodio 9, Chuck vs. la fase tre[modifica]

Frasi[modifica]

  • Ho sempre questo terribile sapore in bocca da quando è scomparso. Il che mi fa pensare che probabilmente sta mangiando qualcosa di sgradevole. (Morgan)
  • Sono pronto ad andare. Ho uno zaino! (Morgan)
  • Voglio passare il resto della mia vita con te. Non mi importa se hai l'Intersect o meno. Senza te, non sono nessuno. Sono solo una spia. Torna da me, Chuck. Voglio sposarti. (Sarah)

Dialoghi[modifica]

  • Morgan: Seriamente? A nessuno importa che lì ci sia un cobra?!
    Casey: Non avrai proiettili per molto, moltissimo tempo.
  • Casey: Walker, cosa fai qui? Da sola. Qui c'è solo feccia. Assassini e signori della guerra. La feccia della terra!
    Cameriera: Ah, Signor Casey! Il solito?
  • Morgan: Ok, ecco la mia proposta. E se non usassimo armi questa volta? Voi non usate armi. Loro non usano armi. Noi abbiamo questa piccola adorabile missione in cui nessuno si becca una pallottola. Capite cosa sto dicendo?
    Casey: Mmm... un diversivo piuttosto.
    Sarah: Una calamita. Sei pronto Morgan?
    Morgan: Armi! Usiamo un sacco di armi!

Episodio 10, Chuck vs. Volkoff[modifica]

Frasi[modifica]

  • Aaah Roulette! Il mio gioco preferito dopo Call of Duty! (Chuck)
  • Ci aspettiamo sempre il meglio da coloro che amiamo, e raramente lo otteniamo. (Volkoff)
  • Preferirei che morisse, piuttosto che vivesse senza di me. (Volkoff)
  • [Parlando di Frost] Come posso fidarmi di ciò che dice? Ogni volta che lo faccio mi becco una pallottola o salto in aria. Non sono ancora stato accoltellato.. (Chuck)
  • Le mamme della maggior parte delle persone non devono spiegare perché hanno sparato ai propri figli o perché li hanno legati e fatto saltare in aria la casa in cui hanno trascorso la loro infanzia! (Chuck)
  • [Dopo aver recuperato l'Intersect 2.0] Ragazzi... conosco il Kung fu. Di nuovo. (Chuck)

Dialoghi[modifica]

  • Frost: Charles è mio figlio.
    Volkoff: Davvero?
    Frost: Davvero.
    Volkoff: Davvero?
    Sarah: Davvero.
    Volkoff: Davvero?
    Chuck: DAVVERO!!

Episodio 11, Chuck vs. la terrazza[modifica]

Frasi[modifica]

  • Sono un colonnello nel Corpo dei Marines, retrocesso a domestico di un nerd. (Casey)

Dialoghi[modifica]

  • Morgan: Come facevi a saperlo?
    Casey: Perché sono una spia, non un idiota!

Episodio 12, Chuck vs. lo sbranatore[modifica]

  • [Parlando di Chuck] Forse potremmo sedarlo finché non torna Walker... (Casey)
  • [Parlando di Alex] Questa ragazza è la migliore con cui io sia mai uscito. E sono uscito con quasi... tre ragazze? (Morgan)

Episodio 13, Chuck vs. la contessa[modifica]

  • [Al telefono con la videochiamata] Volkoff: Frost? Sono io.
    Frost: Sì, lo so. Posso vederti.

Episodio 23, Chuck vs. gli ultimi dettagli[modifica]

  • Sarah: È tutto perfetto, niente può andare storto.
    Chuck: No Sarah, non lo dire... [Si sente Morgan chiedere aiuto] Perché?! Perché l'hai detto? Ma non vedi mai i film, accidenti?!
    Sarah: Finalmente ho visto Mannequin!
    Chuck: Davvero? E... ti è piaciuto?
  • [Chuck usa l'Intersect 2.0 per arrampicarsi sul balcone, salvare Morgan e scendere] Devon: Fenomenale!
    Sarah: Impressionante eh?
    Devon: E non fai nessun esercizio fisico?
    Chuck: Solo quando prendo il telecomando.

Episodio 24, Chuck vs. Decker[modifica]

  • Pensi di aver combattuto il male? Hai fatto del bene? Sei solo una pedina, lo sei sempre stato. Credi che sia stato tutto un caso? L'Intersect, la Fulcrum, l'Anello, Shaw, l'Agente X. Faceva tutto parte di un piano, Bartowski, pezzi del puzzle. (Clyde Decker)
  • [Dopo aver installato l'Intersect 2.0 per sbaglio] Ragazzi... Conosco il Kung Fu! (Morgan)

Stagione 5[modifica]

Episodio 1, Chuck vs. lo zoom[modifica]

Frasi[modifica]

  • [A Chuck] Giocherai tu? Sai davvero giocare a qualche sport che non sia un videogame? (Casey)

Dialoghi[modifica]

  • [Dopo che Morgan ha un flash] Morgan: Chuck perché non gli rubiamo il telefono mentre gioca a squash?
    Chuck: Cosa?
    Morgan: Ho appena zoomato sulla sua borsa, "Kensington Athletic", è un circolo molto esclusivo, giocherà lì regolarmente.
    Chuck: Morgan, è fantastico!
    Morgan: Sì!
    Chuck: Fantastico. Zoomato? Che cosa hai detto? Hai per caso detto... Hai detto zoomato sulla sua borsa?
    Morgan: Sì, sì, tu avevi i flash ed era grandioso, ma... volevo trovare una cosa mia, così ho pensato allo zoom.
  • Lester: Straziante non è vero?
    Chuck: Che cosa è successo?
    Lester: Di cosa parli? Del povero Jeffrey laggiù? [Si vede Jeff in lontananza in sedia a rotelle]
    Chuck e Morgan: Povero Jeffrey?
    Lester: È stato calpestato da un branco di segretarie di mezz'età durante il lancio di mezzanotte del bambolotto parlante di Justin Bieber. Gli hanno spezzato le gambe. Potrebbe non camminare mai più. Ma lo sapreste se... [Parlando a Morgan] Ti fossi mai degnato di venire a controllare il negozio Grimes. [Parlando a Chuck] O se tu, Bartowski, ti fossi mai degnato di venire a salutare i tuoi amici. Vergogna! [Parlando a Morgan] Vergogna!
  • Morgan: Come facciamo a dimostrare che Jeff e Lester ci stanno truffando?
    Chuck: Magari con qualche stratagemma potremmo riuscire a farlo alzare dalla sedia. O potremmo... aspetta. [Jeff si alza] O potremmo aspettare che lo faccia lui da perfetto idiota quale è.
  • Chuck: O riconsegni fino all'ultimo penny... O vai in prigione.
    Jeff: A trovare la mia mamma!
  • Chuck: Oh! Oh, dimenticavo, Sarah mi ha detto che vuole parlare. Sa che le nascondo un segreto, l'ha capito.
    Morgan Oh. No, non le puoi dire della casa.
    Chuck: Farà di tutto per farmi parlare.
    Morgan: Ok, questo lo tengo io, d'accordo? Tu intanto entra e sii forte. Buona fortuna, e mi raccomando... non ci sarò lì io a salvarti.
    [Chuck entra in casa] Chuck: Sarah?
    Sarah: Un minuto.
    Chuck: Ehm, allora... tesoro... ecco i fatti... ehm non sto cercando di nasconderti niente, tu sei... mia moglie e... fa parte dell'accordo, ne sono consapevole, vorrei comunque mettere alcune cose nella categoria speciale del... "non c'è bisogno che tu lo sappia". [Sarah si presenta con un vestito provocante] No, no, non oggi. Ha funzionato in passato, non oggi.
    Sarah: Che cosa?
    Chuck: Questo, questo tutto questo.
    Sarah: Qual è il tuo segreto Chuck?
    Chuck: Le mie labbra sono sigillate.
    Sarah: Bene, e tu aiutami a rompere il sigillo, amore.
    [Cambia inquadratura, e Sarah va a casa di Morgan] Sarah: Dammelo subito.
    Morgan: Si è sciolto come un gelato. [Morgan consegna a Sarah un fascicolo con la scritta T.I.T.S.] È un acronimo, vedi ci sono i puntini...
    Sarah: Sempre il solito.
    Morgan: Ogni lettera indica una parola, non devi leggerlo...
  • [Morgan dice ad una persona che Casey è il suo servitore muto] Casey: Dovevo essere il tuo ragioniere...
    Morgan: Scusa, all'ultimo ho improvvisato.

Episodio 2, Chuck vs. il bandito barbuto[modifica]

  • [Dei banditi rapinano il negozio] Morgan: Mio Dio.
    Chuck: Non ci voleva.
    Morgan: Ci siamo. È proprio quello che stavo aspettando.
    Chuck: Cosa? Cosa? Cosa stavi aspettando?
    Morgan: L'opportunità di far uscire dall'ombra... il Bandito Barbuto.
    Chuck: Di che stai parlando? Questo non è un gioco, Morgan.
    Morgan: Lo so, ma posso farcela, salverò la situazione.
    Chuck: Sai almeno cosa vuol dire bandito? È come rapinatore o... criminale.
    Morgan: L'ho visto su Google è un cacciatorpediniere, un giustiziere.
    Chuck: No, aspetta non ho capito, che hai detto?
    Morgan: L'ho cercato su Google, è anche uno slang per cacciatorpediniere.
    Chuck: Non è una buona idea, Morgan.
    Morgan: Dimmi buona fortuna.
  • [Parlando in auto della Verbanski Corporation, che ha chiesto a Casey di unirsi a loro] Sarah: Per curiosità, quanto ti ha offerto?
    Casey: Niente! Quello che interessa a Verbanski è il mio corpo. Fisicamente.
    Sarah: Ma...
    Casey: Sessualmente.
    Sarah: Cosa?
    Casey: Guarda la strada Walker! È stato molto tempo fa. E solamente una volta. Vederla di nuovo è un po'... complicato.
    Sarah: Complicato in che senso scusa?
    Casey: Be'... L'hai mai fatto con chi aveva appena cercato di ucciderti?
    Sarah: Oddio.
    Casey: È incredibile.
  • [Entrando al Buy More] Sarah: Come mai tutte queste persone? Ommioddio non sarà successo qualcosa?
    Chuck: Spero solo che Jeff non sia di nuovo entrato nella lavatrice.

Episodio 3, Chuck vs. la zip drive[modifica]

Frasi[modifica]

  • Hai una zip drive in tasca... o sei solo felice di vedermi? (Verbanski)
  • Vi prego, portatemi in prigione. Non ho mai visto un branco di matti come voi. (Zorn)

Dialoghi[modifica]

  • [Casey vorrebbe chiedere a Verbanski di uscire con lui, ma finisce col piazzarle una cimice] Sarah: Aspetta, hai messo una cimice a Verbanski?!
    Casey: Siamo connessi tramite il Wi-Fi del cellulare.
    Sarah: È una strana mossa Casey.
    Casey: Così posso scoprire tutto quello che devo sapere prima di chiederle di uscire.
    Sarah: Mi sembra che gli appuntamenti è a questo che servono: per conoscersi.
  • [Il Generale Beckman incontra Chuck e Morgan per affidare loro una missione] Generale Beckman: Mi rivolgo a voi per evitare fughe di notizie. La mia unica condizione è che non si associ il mio nome alla missione.
    Morgan: Yo, Becky! Come va bella bimba?
    Generale Beckman: Ti avevo detto di venire solo.
    Morgan: Sta facendo pilates? Lo fa, non dica di no, lo fa.
    Generale Beckman: Cosa diavolo c'è che non va in quel pazzo?
    Chuck: Tantissime cose.
    Morgan: Becky! Complimenti è davvero tonica.
  • Chuck: Un giorno a ginnastica Meredith arrivò alle spalle di Morgan e gli tirò giù i pantaloni. Mostrò a tutti chi era veramente. Tornò a essere impopolare entro la quinta ora e noi tornammo amici entro fine giornata. Ci sono!
    Sarah: Vuoi tirargli giù i pantaloni?
    Chuck: Metaforicamente sì.
  • Devon: Jeff quando è stata l'ultima volta che hai visto un medico?
    Jeff: L'ultima volta che mi è rimasto qualcosa incastrato da qualche parte.
  • Generale Beckman: Agente Walker, avete catturato l'obiettivo?
    Sarah: Non l'ho chiamata per Zorn, ma per l'Intersect. Non funziona bene in Morgan.
    Generale Beckman: Morgan Grimes ha l'Intersect?!
  • Chuck: Andiamo a salvare Morgan.
    Casey: Se proprio dobbiamo...
  • Sarah: Ci divideremo la taglia?
    [Verbanski guarda Casey] Verbanski: Sono sicura che troveremo un accordo.
  • [Parlando dell'appuntamento con Verbanski] Sarah: Arriverai in ritardo!
    Casey: Se porto la Smith & Wesson le mostro che sono solido e affidabile, invece con la Sig sembrerò cool e sofisticato. Le porto entrambe.

Episodio 4, Chuck vs. Viper[modifica]

Frasi[modifica]

  • [Parlando di se] Condannato a morte... È quasi sexy. (Morgan)

Dialoghi[modifica]

  • Sarah: Morgan, l'ordine di ucciderti esiste solo perché hai l'Intersect nella testa.
    Chuck: Dobbiamo estrarlo dalla tua testa, dire alla CIA che non c'è più e sarai salvo.
    Casey: E tornerai imbecille. [Chuck e Sarah lo guardano male] Scusa, rimarrai imbecille.
  • [Parlando dell'assassino Viper] Chuck: Tranquillo amico, il tuo nome non sarà su quella lista.
    Sarah: Ha ragione, ti aiuteremo.
    Casey: Sì, lascia fare agli amici a cui hai voltato le spalle.
  • [Jeff è diventato normale] Big Mike: Figliolo. Stai leggendo un libro?!
    Jeff: Sì, esatto.
    Big Mike: Prendo la fotocamera.
  • [A causa dell'Intersect modificato, Morgan ha dimenticato le cose meno importanti, e quindi Chuck gli fa rivedere i film di Star Wars] Chuck: Goditelo mentre noi risolviamo la cosa. Tranquillo, la forza in noi è potente.
    Morgan: Non ho idea di cosa parli, ma sono gasato.
  • Sarah: Sta all'erta. Viper uccide da distanza ravvicinata, per questo è infallibile. Quindi non ti sparerà da lontano, ma potrebbe avvelenarti; attento a quello che mangi e bevi ok? Lui ha strangolato, pugnalato, annegato e c'è una piscina qui, perciò...
    Chuck: Capito, tanti modi per morire oggi.
  • [Casey dà a Morgan dei DVD di Star Wars] Ah, dimenticavo. Dart Fener è il padre di Luke. Leila è sua sorella. Sono ancora arrabbiato.
  • [Casey dà a Morgan dei film di Indiana Jones] Casey: Un regalo per te.
    Morgan: Per me? Indiana Jones? Mi piaceva?
    Casey: Lo adoravi.
    Morgan: No, un momento. Sono solo questi tre? Non ti stai tenendo i migliori per caso, eh?
    Casey: Sono solo questi tre.

Episodio 5, Chuck vs. Omen[modifica]

Frasi[modifica]

  • [Casey è in prigione, e sta parlando con Chuck e Sarah] Se scappo dalla prigione diventerò un fuggitivo e io non fuggo dalla legge. Io sono la legge. (Casey)
  • No, no divertitevi voi due a trovare un indiano migliore nella vostra vita. O al Buy More. Arrivederci all'Inferno. È così che chiamo la sala visite. John, torniamo a sollevare un po' di pesi. Sembrerò una statua di Michelangelo quando uscirò da qui. (Lester)
  • Gli ho detto che mi trovo qui per delle multe. È necessaria ogni fibra del mio corpo per non infilargli quel bilancere dritto in gola. (Casey)
  • Assicurati che mangi, quando è connesso può esagerare un po' con lo Chardonnay. Lo chiama svegliacervello. (Morgan)
  • [Casey viene picchiato da alcuni detenuti] Ehi! Torcetegli un solo capello... e sarò obbligato a staccarvi la spina. Ascoltate bene le mie parole... Lasciatelo perdere, o le notti diventeranno lunghe. Queste... sono... le mie parole. (Lester)
  • [Dopo un colloquio per diventare hacker, ma che in realtà era parte di una missione] Non mi hanno assunto, penso. (Chuck)
  • È come quello che fece mio padre per riconquistare mia madre che lo tradiva con Zio Steve. Fecero sesso a tre. Ho avuto un'infanzia difficile. (Jeff)

Dialoghi[modifica]

  • Chuck: Ce la farai a resistere?
    Casey: Sì, sempre che quello non mi faccia impazzire.
    [Viene inquadrato Lester, che sta parlando con Morgan e Jeff] Lester: Ok lo ammetto. Ho cercato di intossicarti per tenerti sotto il mio controllo, cosa c'è di grave?
  • [Verbanski rifiuta di prendere il posto di Casey per una missione] Casey: Era solo una richiesta.
    Verbanski: Be' smettila di fare richieste.
    Casey: Ok, smesso...
    Verbanski: Dirti di no è difficile, sai?
    Casey: Lo so.
  • Chuck: Va bene, scoviamo questo virus, d'accordo?
    Sarah: Ehm, che succede? Quello è Chardonnay?
    Morgan: Wow, non lo faceva da tanto. Chiamavamo questa routine... La Routine...
    Sarah: Un'idea originale.
    Morgan: Già! Sai, Chuck aveva una ottima reputazione come hacker. Lo chiamavamo... Piranha. Codice: Swordfish, il film, è ispirato a lui. Non ne parla perché crede che non sia un bel film, ma...
    Sarah: Be' non è così male.
    Morgan: Aveva delle carenze nella trama e le scene con l'hacker erano...
  • Morgan: Quando il Piranha si immerge in una sessione di codificazione diventa un po'... gasato.
    Sarah: È così tenero.
    Morgan: Forse. Ma è anche un Super Nerd.
    Sarah: È decisamente anche quello.
  • Verbanski: Se non sbaglio vi manca un cecchino, in questa missione.
    Morgan: Be', io sono un cecchino infallibile a Call of Duty
    Verbanski: A quanto pare non mi sbagliavo.
  • Lester: Senti, so come resistere. Ho visto Femmine in gabbia; devi diventare il leader e credo di aver trovato un modo per farlo.
    Casey: Sai, era un carcere femminile quello di Femmine in gabbia.
    Lester: La lezione è sempre la stessa, John.
  • Chuck: Sarah... Sarah credo si tratti di una setta.
    Sarah: Ti ho anticipato, spogliati, svelto.
  • Sarah: Non saprei dove nascondere la pistola, tienici gli occhi addosso.
    Chuck: Non troppo addosso. Per favore non guardare, grazie.
    Verbanski: Calmati, nessuno guarda niente. Non c'è molto da guardare in ogni caso.

Episodio 6, Chuck vs. la maledizione[modifica]

Frasi[modifica]

  • Gli ottimi padri non fuggono. (Robin)
  • Salvare i Bartowski è il nostro mestiere. (Casey)
  • Addio, vita da fuorilegge sempre in fuga. Detto così sembra romantico. (Chuck)
  • Non è il tuo destino. Tu non sei tuo padre, Chuck. Non sei destinato ad abbandonare le persone che ami. Le cose succedono in base alle decisioni che la gente prende, che tu prendi. (Sarah)
  • [A Chuck] Se ti allontanerai ancora da solo... Ricorda che sono addestrata per uccidere. (Sarah)

Dialoghi[modifica]

  • Casey: Sei stato bravo con l'evasione. Sono fiero di te, imbecille.
    Morgan: Ti complimenti... e poi mi insulti?
  • Sarah: Be', l'importante è che tu sia libero. Dov'è Verbanski?
    Casey: Dato che si è sbarazzata di Decker si è eclissata finché le acque non si calmeranno.
    Morgan: Proprio quando voi due iniziavate a ingranare, accidenti che peccato, deve essere veramente doloroso. Non dovrei pensare ad alta voce, vero?
    Chuck: Mi dispiace Casey.
    Casey: Già. Era una donna eccezionale. Lo è ancora, non è morta e neanch'io. Al lavoro.
  • [Morgan deve intrufolarsi in casa di Casey] Alex: Un'altra mossa e sei spacciato.
    Morgan: Maledizione. E io che cercavo di essere discreto.
    Alex: Morgan?!
  • Robin: Tu convivi con il padre della tua ragazza?
    Morgan: Sì esatto, esatto. E sembra un po' strano ma per noi funziona.
  • [Alex ha appena mentito ad un agente della CIA dicendo che Morgan è il suo ragazzo] Morgan: Ok, sei... sei stata forte. Stai bene?
    Alex: Sì.
    Morgan: Sei stata... perfetta. Sono il tuo ragazzo eh?
    Alex: Era una bugia, Morgan. Non eccitarti troppo.
    Morgan: Non ero così eccitato...
  • Sarah: Che succede?
    Chuck: Niente, non capisco. È un messaggio da Opentable che mi chiede di commentare la cena di stasera.
    Sarah: Ellie avrà prenotato usando il tuo account.
    Chuck: Giusto, sa che così accumulo punti.
  • Generale Beckman: Ha impiegato parecchio a trovarmi.
    Casey: È qui che veniamo nelle nostre ore buie: Irangate, Nicaragua, gli anni di Clinton...
  • Ellie: Devon, ascolta, sono andata da Agent Provocateur per la lingerie ma le mutandine erano facoltative così ho scelto di non indossarle...
    Devon: Sul serio?
    Ellie: Sorpresa!
  • Alex: Ti prego, dimmi che non stai per fare niente di stupido.
    Morgan: Stupido? Perché? Sto solo preparando l'attrezzatura per prendere i Pants [Acronimo di Piccoli Articoli Necessari Tenuti Segreti] di Chuck e senza farmi vedere da quei grossi e terrificanti agenti che ci sorvegliano.
    Alex: Se non sono indiscreta, ti spiace dirmi come farai?
    Morgan: È semplicissimo. Salto fuori dalla finestra e mi arrampico sul tetto, lancio una corda verso la casa di Chuck, mi calo con la corda nel cortile sul retro, prendo i Pants di chuck ed esco senza farmi vedere. È facile. Certo senza computer nel cervello...
  • [Minacciando di tortura Chuck] Robin: Omen o dolore?
    Chuck: Non ci sarebbe una terza opzione?
  • Robin: Avete finito? Dimmi dove hai nascosto Omen, o il tuo amico potrà dire addio al suo bel faccino.
    [Con un tono femminile] Devon: La faccia no.
  • Chuck: Ti amo tanto tanto... Sei tanto tanto arrabbiata?
    Sarah: E non finisce qui.
  • Morgan: È stata una notte folle, eh?
    Alex: Sì.
    Morgan: È stata folle, è vero, ma follia a parte è stato bello uscire con te.
    Alex: Morgan, non siamo usciti insieme.
    Morgan: Sì, no, be', forse non in senso convenzionale, no?

Episodio 7, Chuck vs. il vestito di Babbo Natale[modifica]

Frasi[modifica]

  • Perché restare in prigione quando potevo evadere... rilasciare il virus... e conquistare la CIA? Ops, ho rivelato il mio piano. (Shaw)
  • C'è questa tradizione in Germania dove Santa Claus e, o Krampus come lo chiamano loro, va dai bambini cattivi la vigilia di Natale. Ma... invece di portargli il carbone li sveglia in piena notte. E quelli più cattivi di tutti non vedono mai il giorno di Natale. (Shaw)
  • Senza Sarah, senza Intersect... sei inutle, Chuck. (Shaw)
  • Accidenti. Che razza di mostro ruba il vestito di Babbo Natale il giorno della vigilia ma lascia le sopracciglia? (Big Mike)
  • Odio le feste aziendali di Natale. Sembrano tutti degli spudorati, imbarazzanti, ubriaconi. (Generale Beckman)
  • Quell'uomo ci ha portato via nostro padre, Chuck. Non gli avrei permesso di uccidere nessun altro. (Ellie)
  • [Parlando di usare i soldi della CIA per la festa di Natale] Mi stai chiedendo di sperperare il denaro dei contribuenti americani? Oh, al diavolo. Facciamolo. (Generale Beckman)
  • È stato bello ferire Shaw! Papà sarebbe stato fiero di me. (Ellie)

Dialoghi[modifica]

  • Sarah: Tua sorella è in paranoica modalità natalizia.
    Chuck: Già, a casa Bartowski non sarebbe Natale senza un piccolo dramma.
  • [Prendendo in mano un peluche] Sarah: A proposito, potresti dire a Casey che Mr. Peepers, l'orso polare, è finalmente arrivato.
    Morgan: Mr. Peepers?! Davvero?! Era il giocattolo preferito della nostra infanzia, vero?
    Chuck: Uno dei preferiti, sì.
    Morgan: Nei primi cinque, ma della nostra generazione... Non della tua. [Indicando Casey]
    Casey: L'ho trovato su eBay. La mamma di Alex ha detto che da piccola stava sempre con quell'orsetto. È ancora nella confezione originale. Credevo fosse una buona idea, stupido eh?
    Chuck: No. Anzi, è quasi commovente.
    Morgan: È come se tu provassi dei sentimenti umani.
    Casey: Non dirlo mai più. E non farne parola con Alex.
  • Shaw: Colpita? Ho coinvolto Chuck in una grande cospirazione e ho rapito la sua ragazza. Tutto da una cella di due metri.
    Sarah: Tu... lavoravi con Clyde Decker. Come?
    Shaw: Decker è un inetto. Cercò di interrogarmi, e in un solo flash... sapevo tutti i suoi segreti. È bastato un piccolo ricatto e la sua squadra ha lavorato per me. Sai qual è la parte migliore? Non c'è niente che Chuck possa fare per fermarmi.
  • Morgan: E adesso Chuck? Chuck? Oh no, si mette male, molto male, si è chiuso in sé stesso.
    Casey: Allora a Shaw ci pensiamo noi.
    Morgan: Si, ma ha l'Intersect, insomma ci servirà un piano, un buon piano.
    Chuck: Ho io il piano. Daniel Shaw ha ucciso mio padre ed ora ha mia moglie. Rimpiangerà di essere scappato di prigione.
    Casey: È un piano un po' vago.
  • Ellie: Mi dispiace disturbarti, forse dovremmo lasciar perdere.
    Big Mike: Stai scherzando?! La foto di questo angioletto con Babbo Natale potrebbe essere l'unica cosa bella che farò quest'anno.
  • Stan Lee: Bene bene, ciao Diane.
    Generale Beckman: Oh Stan, anche quest'anno...
    Stan Lee: Che cosa ne dici di farti un punch insieme a me?
    Generale Beckman: Basta. Ti stai mettendo in imbarazzo da solo, Stan.
  • Chuck: Stan Lee è una spia?! Mi sembra davvero strano.
    [Con tono inorridito] Generale Beckman: Spie di Los Angeles.
  • Generale Beckman: Il nostro minuto è scaduto.
    Chuck: Che facciamo? Dove ci nascondiamo?
    Generale Beckman: Bagnati le labbra, Bartowski, stai per diventare un uomo.
    Chuck: Nel senso del Bar Mitzvah o qualcosa un po' più... esattamente stavo...
    [Il Generale Beckman bacia in bocca Chuck] Colonnello Hayne Che cosa stai...?
    Generale Beckman: Sparite immediatamente o vi spedisco alla corte marziale.
  • [Dopo la scena precedente] Chuck: Di solito mi lavo i denti prima...
    Generale Beckman: Non ne parleremo mai più.
    Chuck: Mai e poi mai.
  • Chuck: Sono disarmato. Puoi spararmi ora, se è il tuo piano. Ma per qualche motivo non credo che lo sia.
    Shaw: Hai assolutamente ragione. È molto importante che me la goda.
    Chuck: Davvero? È un'idea carina, Shaw. Però se ricordo bene l'ultima volta che siamo stati faccia a faccia ne hai prese tante.
    Shaw: Ho fatto in modo che non succeda mai più. Ora non c'è l'Intersect ad aiutarti.
    Chuck: Non ne sarei così sicuro. Mi sto addestrando da un po'.
    Shaw: Oh, davvero? Be'... puoi competere con l'Intersect 3.0? Io posso afferrare una pallottola con i denti. Ma tu... hai fatto un po' di addominali? Due pugni al sacco? Ah perché tu lo sappia, mentre mi chiederai pietà tua moglie starà guardando. [Usa degli occhiali per installare l'Intersect 3.0] Ho passato ogni maledetto secondo in cella a desiderare questo momento. Questa volta ti uccido.
  • Sarah: Ha un posto dove passare le feste? Potrebbe venire a casa nostra.
    Ellie: Sì ma la cena che ho organizzato è stata un fallimento.
    Chuck: Nonono, la tua cena di Natale non è un fallimento, Ellie. Non sai che quando è presente il Generale Diane Beckman tutto acquista più stile?
  • Sarah: Grazie.
    Chuck: Per aver sconfitto Daniel Shaw, per aver fermato il virus Omen o... per aver ottenuto un invito a rientrare nella CIA?
    Sarah: Per avermi salvata.
  • Sarah: Chuck, dovresti sapere che... mentre io ero... incatenata nel castello, Shaw mi ha baciata.
    Chuck: Be', e dato che siamo in vena di confessioni, tu dovresti sapere che... la Beckman ha baciato me.
    Generale Beckman: Walker, una parola.
    Sarah: Generale, ho saputo del... tra lei e Chuck.
    Generale Beckman: Tutti dobbiamo fare sacrifici per questo lavoro.

Episodio 8, Chuck vs. la bambina[modifica]

Frasi[modifica]

  • [Morgan vede che Alex sta prendendo dei popcorn in una ciotola, e ne approfitta per prenderli anche lui] Oh, eheheh le nostre mani si sono toccate per un secondo e ho avuto, eh, un brivido... È un po' buffo, perché io... (Morgan)
  • [Chuck atterra un cameriere ungherese] Yuhu, sì ancora una volta! Hai visto che non mi serve l'Intersect? (Chuck)
  • [Morgan gioca a Mario Kart Wii con Molly, la sorella adottiva di Sarah di 4 anni] Ok, ecco che ti raggiungo. È il momento della mia rimonta. Ma cosa? Sei brava! Stai usando dei codici per barare, ecco come fai! Tu... andiamo, tu stai... (Morgan)
  • Ho dedicato la mia vita alla CIA per molto tempo e... l'ho preferita alla mia famiglia. E ai miei amici. Ed era la cosa giusta per me all'epoca, ma... sono molto diversa ora. Le cose sono cambiate, tu mi hai cambiata. Non voglio vivere come prima. Voglio rinunciare all'offerta della Beckman. (Sarah)

Dialoghi[modifica]

  • Casey: Che c'è di tanto urgente, Bartowski?
    Morgan: Sì, perché hai fatto venire Casey quaggiù? Sai che lo seguo ovunque. Stavo facendo una cosa molto importante. [Sussurra a Chuck] No, non è vero.
    Chuck: Sarah...
    Casey: Dove vai, Walker?
    Sarah: State tranquilli, torno presto.
    Chuck: Nononono aspetta, aspetta solo un secondo, stammi a sentire. Sì ti amo, quindi ovviamente vorrei sapere cosa sta succedendo, perché questa missione deve essere così segreta, perché ti servono... molte armi. Ma sono disposto a mettere tutto questo da parte.
    Sarah: Davvero?!
    Morgan: Davvero?!
    Casey: Davvero?!
    [Chuck si gira verso Morgan e Casey e sussurra loro] Chuck: Aiutatemi!
  • [Giocando ad un gioco da tavolo nel Castello] Morgan: Ok... Sapete una cosa? Sono fortunato ad avere una signora che condivide la mia piccola auto di plastica e... non ho paura di mettere dei bambini sul sedile posteriore. Non ora, ovvio sarebbe folle, ma chissà un giorno... insomma non ho paura di impegnarmi.
    Alex: Io tengo ancora qualche porta aperta.
    Morgan: L'ho notato. Sei nella tua macchina rosa senza nessuno... devi sentirti sola. Sì, sola.
    Ellie: Che sta succedendo tra loro? Pensavo che avessero risolto.
    Devon: Anch'io. Magari hanno bisogno di una pausa.
  • Chuck: Tu parli ungherese?
    Casey: No. E tu signor "Non mi serve l'Intersect"?
  • [Chuck porta una cameriera ungherese per tradurre] Casey: Cosa stai facendo?
    Chuck: Era nel ristorante. [Casey lo guarda male] Era in pausa, siamo in Europa!
  • Sarah: Ti aspettavi che entrassi dalla porta principale?
    Kieran Ryker: Non l'ho pensato neanche per un minuto.

Episodio 9, Chuck vs. le spie di cuore[modifica]

Frasi[modifica]

  • [A Casey] Chi ti ha autorizzato a rivestirti? (Verbanski)
  • Senta, vorrei ordinare io per la mia signora. Se... non ti dispiace cara. Credo che per rinfrescarsi l'ugola comincerà con un bicchiere di Barolo. [Sarah fa cenno di no con la testa] Ehm... Ah dimenticavo che siamo in vacanza... Un Vodka Martini. È perfetto, grazie. Da mangiare bistecca di manzo, e che sia al sangue, mi raccomando. Intendo praticamente cruda come se muggisse sul piatto. [Sarah ha la nausea, ma Chuck non se ne accorge] Muuuu! Ahahah non so fare bene la mucca. Ahahah. [Sussura a Casey] Lo sai, è come se lei fosse un libro aperto per me amico mio.
  • Quello che sto cercando di dire è che... non è così facile ingannare un malato di mente. (Jeff)

Dialoghi[modifica]

  • Torturatore: Allora, signor Carmichael... mi dica... con che tecnica desidera che la uccida?
    Chuck: È una scelta che vuole lasciare a me?
    Torturatore: Credo che riveli molte cose di una persona.
    Chuck: Io... io... senta non lo so, decida lei per me, ho già un sacco di cose a cui pensare...
  • Torturatore: Quindi siete... spie di cuore.
    Chuck: Lei è un genio, le dispiace se utilizzo questa frase come slogan?
  • Sarah: Sarà sicuro toccare questa roba senza una tuta antiradiazioni?
    Casey: È come fare un paio di dozzine di radiografie. Se nessuno è incinta non avremo problemi.
  • Verbanski: Non dirmi che stai diventando sentimentale... Bentornata Gertrude. Felice di vederti Gertrude. Mi sei mancata Gertrude. Devi solo annuire se è quello che stavi pensando.
    Casey: Non ti ho sentito entrare.
    Verbanski: Perché mi sono tolta i tacchi. Insieme a qualcos'altro.
  • [Casey deve mettersi un costume preso da Gertrude] Casey: Non ci riesco, Walker. A volte Gertrude non ascolta neanche quello che cerco di dirle.
    Sarah: Sì, ti posso capire.
    Casey: Grazie.
    Sarah: Ma devi metterti quel costume.
    Casey: Scordatelo.
    Sarah: Questa è una missione da sogno e non ti permetterò di rovinarla. Sai quanti abiti succinti ho dovuto indossare per la nostra squadra? Mi sono mai lamentata quando ho dovuto vestirmi da gatta con tacco diciassette centimetri o da danzatrice del ventre?
    Casey: Che missione era?
    Sarah: Be', era una cosa privata. Senti, metti il copribanana e smettila di lagnarti.
  • [Parlando di Verbanski] Chuck: Posso darti un piccolo consiglio?
    Casey: Se usi la parola cuore ti faccio ingoiare questo bicchiere e ti do un pugno nello stomaco così si frantuma.
    Chuck: Ok... lo terrò a mente. È un consiglio sulle reazioni.
    Casey: Lei non cerca una reazione, lei vuole solo un cagnolino ammaestrato. Per giocarci.
  • Casey: Credi che dovrei essere più sensibile? E dovrei imparare a captare i sentimenti, mmm? Senti chi parla.
    Chuck: Ti dispiace spiegarmi?
    Casey: Sembra che tu sia così concentrato sullo slogan "Spie di cuore" da non renderti conto che tua moglie crede di essere incinta e te lo nasconde.
    Chuck: Sei impazzito?! Lei non è... non è incinta, va bene? Dovrei essere il più distratto, insensibile, senza cuore...
    Sarah: Ehm... Chuck...
  • Verbanski: La prossima... missione è in posto più invitante. Dresda.
    Casey: Ah, Dresda... Rigida, austera...
    Verbanski: Vieni con me. Due mesi di veri pericoli, e chissà potrebbero anche spararci.
    Casey: È allettante.

Episodio 10, Chuck vs. Bo[modifica]

Frasi[modifica]

  • Sparare al fattorino del giornale non è bello. (Chuck)
  • Be', ho scoperto quello che sapevamo già. Grimes è un imbecille. (Casey)

[Riguardo al tatuaggio di Morgan sul labbro inferiore] Non è il posto più strano in cui un uomo ha tatuato il mio nome. (Bo Derek)

  • Piacere di conoscerti... mi chiamo Nicholas Quinn e sto per trasformarmi nell'Intersect. (Nicholas Quinn)
  • Odio Twitter. (Casey)

Dialoghi[modifica]

  • Morgan: Non sarebbe bello se smettessero di spararti?
    Chuck: Sì, non sei stanco di farti sparare?
    Sarah: O di essere colpito? Insomma, succede tante volte.
    Casey: Sempre poche considerate le volte che ci provano.
  • Morgan: Come stai Big Mike?
    Big Mike: È sempre una bella giornata al Buy More.
    Morgan: Ami davvero questo posto eh?
    Big Mike: Come un tacchino ama il Ringraziamento.
  • Sarah: Be', questo non cambia il piano, abbiamo solo un'ultima missione.
    Morgan: No... non devi dire... per favore...
    Chuck: Noooo!
    Casey: Andiamo, Walker...
    Sarah: Che c'è?
    Chuck: Non va mai a finire bene quando dici "un'ultima missione".
    Sarah: Dite così per qualche stupido film?
    Chuck e Morgan: Sì!
    Casey: Non si dice mai "un'ultima missione".
  • [Morgan è sotto ipnosi] Ellie: Ok, Morgan, torna in te, guarda la penna.
    Morgan: Solo tu attiri la mia attenzione. Sei così bella.
    [Il giorno dopo, al Buy More] Morgan: Wow. Ho detto qualcosa di stupido sotto ipnosi?
    Chuck: No!
  • Chuck: Ciao Derek, sono Chuck, mi chiamo Chuck, sono un tuo grandissimo fan ho davvero adorato "10".
    Morgan: Oh, anch'io.
    Bo Derek: So che avete fatto con quel poster...
  • Sarah: Scusa, ho dovuto colpire la tua ragazza.
    Chuck: Oh... non l'hai colpita in faccia vero...? Scherzo, scherzo... però è sempre Bo Derek...
  • [Parlando del nascondiglio con gli occhiali dell'Intersect]Morgan: Certo, sapevo che li avrei messi in un posto familiare. Sono nella cassaforte del direttore a Vail.
    Sarah: Tutte le strade portano al Buy More.
    Casey: Non uscirò mai da questo posto.

Episodio 11, Chuck vs. il treno proiettile[modifica]

Frasi[modifica]

  • Servono soltanto un laptop, una PSP e occhiali per la realtà virtuale. Al Buy More troverei tutto in dieci secondi... Abbiamo qualcosa di meglio del Buy More... abbiamo un treno pieno di giapponesi. (Chuck)
  • Non permetterò che le mie ultime parole ad Alex siano state "portami dei pizza combos". (Morgan)
  • [Usando un lanciafiamme] È in arrivo la fiamma del destino! (Jeff)

Dialoghi[modifica]

  • [Sarah ha scaricato l'Intersect malfunzionante] Casey: Tanto per essere sicuri... nome, grado e matricola.
    Sarah: Smettila, ce l'ho nella testa solo da tre giorni. Morgan ha cominciato a perdere la memoria dopo un mese. Ho ancora del tempo. Muoviamoci, Frank. Scherzo, Casey, sto bene.
  • [Ellie sta studiando Morgan al Castello per capire quali effetti ha avuto l'Intersect su di lui] Ellie: Aiutando me, aiuti la missione, ok? Se capiamo il problema possiamo salvare Sarah dagli effetti collaterali deleteri.
    Morgan: Ottimo argomento, hai ragione, sì. Che significa deleteri?
    Devon: È peggio di quanto credessi.
    Ellie: Tranquillo, il vocabolario di Morgan non è mai andato oltre le scatole di cereali e i fumetti.
    Morgan: E be', ci sono dei puzzle all'interno e a volte molto complicati.
    Alex: Supereremo anche questo, è tutto ok.
  • Jeff: Serviranno i nostri talenti eccezionali.
    Lester: Ne possediamo qualcuno?
    Jeff: Tu sei eccezionalmente incapace e distruttivo.
  • Chuck: So che sembra pazzesco, ma ho lavorato con loro per anni, possono sembrare vittime del botulismo, ma sono leali. Ce la faranno. [Casey rabbrividisce e chiama Jeff e Lester]
    Casey: Lester, ora ti dirò una cosa che nemmeno nei miei peggiori incubi avrei mai sognato di dirti, ma è una situazione d'emergenza. Sono il colonnello John Casey, Sicurezza Nazionale.
    Lester: Che coincidenza, c'è un John Casey che lavora al Buy More!
    Lester: Sono io, idiota. Collaboro con Sarah Walker e Chuck Bartowski che sono della CIA.
    Lester: Quei due non sono della CIA.
    Casey: E invece sì, razza di colossale imbecille. Ora... mi devi aiutare. Mia figlia ha bisogno di te e anche il tuo paese.
    Lester: Il Canada?
  • Nicholas Quinn: Ascolta... riconosci quest'uomo? [Quinn mostra la foto di Chuck a Sarah]
    Sarah: Non l'ho mai visto.
    Nicholas Quinn: Ha fatto fallire la tua ultima missione.
    Sarah: Quali sono gli ordini?
    Nicholas Quinn: Gli ordini sono uccidere Chuck Bartowski.

Episodio 12, Chuck vs. Sarah[modifica]

Frasi[modifica]

  • [Preparando un massaggio a Sarah] Benvenuta all'esclusivo centro Bartowski, dove tutte le sue preoccupazioni svaniranno. Se userà un po' di immaginazione dietro a quelle finestre potrà vedere la meravigliosa Ojai Valley e quello che potrebbe sembrare un normale materasso di cinque anni è in verità un lussuoso lettino per massaggi. Prego. Se vuole può indossare un lenzuolo per la privacy. (Chuck)
  • [Alla DARPA] Un mantello dell'invisibilità! Sì! Tu sei un mago, Harry. (Morgan)
  • [A Sarah] Puoi uccidermi... non ti farò mai del male. (Chuck)
  • [A Sarah] Penso che Bartowski ci abbia fatto rammollire entrambi. (Casey)
  • [Nella registrazione del "Progetto Bartowski"] Giorno 1. La mia missione è semplice, scoprire cosa sa e conquistare la sua fiducia finché la CIA non decide cosa fare di lui.
    Giorno 21. Chuck è venuto nel mio albergo oggi. E mi ha portato una pizza. Vegetariana, senza olive, penso che la sua missione sia di imparare a conoscermi. È dolce.
    Giorno 49. Chuck e io ci siamo lasciati. Be'... per finta, ci siamo lasciati per finta, tecnicamente.
    Giorno 56. Chuck e io stavamo disinnescando una bomba. E c'è stato un momento in cui eravamo sicuri che saremmo morti. Lui... ha chiuso gli occhi e... io l'ho baciato. Io ho baciato lui.
    Giorno 564. Le cose sono calme per una volta, nessuna missione, niente. Davvero niente da comunicare. Tranne che mi trovo seduta qui a parlare da sola. Perché... perché io lo amo. Io amo Chuck Bartowski e non so come comportarmi. (Sarah)

Dialoghi[modifica]

  • [Al telefono] Morgan: Diversa come?
    Chuck: Non lo so, Morgan, è questo che cerco di dirti, non riesco a capirlo, è che Sarah sembra... diversa.
    Morgan: È ovvio che non sembri lei, è stata rapita da un maniaco su un treno proiettile giapponese e per scappare ha dovuto uccidere quell'uomo e tornare alla sua base segreta... scalza! È davvero incredibile?
    Chuck: Sì, magari hai ragione, magari hai ragione, magari devo cercare di farla sentire un po' più rilassata...
    Morgan: Sì, sì, rilassa la ragazza, sciogli la bionda dalle gambe lunghe.
  • Morgan: Wow. Sta per finire, eh?
    Casey: Che stai blaterando?
    Morgan: Sono solo un po' nostalgico. Quinn è morto, Sarah è salva... abbiamo finito, basta missioni.
    Casey: E basta sparatorie.
    Morgan: Pensaci Casey, cinque anni. Sono passato da ridicola spalla... a questo. [Casey lo guarda male] E tu... eri il cecchino con il sangue più freddo del mondo e ora pulisci il pavimento.
    Casey: Be', se tu usassi un piatto quando mangi i Taquitos non dovrei pulire il pavimento, o no?
    [Morgan legge la scritta sul grembiule di Casey] Morgan: Miglior papà del mondo?!
    Casey: Davvero sono cambiato?
  • [Chuck cerca di chiamare Sarah] Chuck: Non mi risponde.
    Morgan: Certo che non ti risponde, è malvagia. Ok, sono ingiusto è colpa dell'Intersect difettoso, è come è successo a me, solo molto peggio, visto che voleva ucciderci!
  • Chuck: Ciao, so che non ti ricordi di me. Ma magari ti ricordi della nostra casa dei sogni. Quella che mi hai detto di aver sempre desiderato.
    Sarah: La nostra relazione era solo una copertura, Bartowski. Lo è sempre stata. Eri soltanto una missione.
    Chuck: No. Era una missione, ma poi ti sei innamorata di me e so che sembra assurdo... e se non ne fossi sicuro direi anch'io che è assurdo, ma è andata così, ti sei innamorata di me, Sarah, è vero.
    Sarah: Il mio lavoro è farti credere che provo qualcosa, è quello che faccio meglio. Io mento.
    Chuck: In realtà non sei una brava bugiarda come pensi. È vero, ok? Il nostro primo bacio, non il nostro primo bacio sotto copertura, ma il nostro primo vero bacio... quando cercavamo di disinnescare una bomba. Eravamo convinti di morire e io... io chiusi gli occhi e... e tu mi prendesti e mi baciasti. Tu hai baciato me. Poi abbiamo fatto finta che non fosse mai successo, abbiamo iniziato relazioni con altre persone... ma un giorno... un giorno... quando ero sicuro che tu non avresti mai amato un nerd come me... tu sei arrivata e io ti ho chiesto se mi amavi. [Nel flashback] Sarah tu mi ami? [Fine flashback] E tu, Sarah Walker... Tu hai detto sì. E quando ti ho chiesto di sposarmi non hai avuto bisogno di dire di sì perché sapevamo che avremmo passato il resto della vita insieme. Quindi ti prego, ricordati questa casa... la porta rossa, lo steccato bianco, e la famiglia che avremmo voluto crescere insieme e ricordati di me... perché se tu ti ricordi di me... allora potrai ricordarti che un ragazzo sfigato come me che lavora al Buy More può renderti molto felice. Quindi farò scegliere a te, proprio qui adesso... decidi tu o mi dai una possibilità e possiamo ricominciare da capo... o puoi prendere gli occhiali per cui sei venuta e non vedermi mai più.
    Sarah: Questo è reale. Tu mi ami davvero.
    Chuck: Con tutto il mio cuore.
  • Sarah: Perché non combatti, forza!
    Chuck: Non mi batterò mai con te. Non ti farò mai del male! Tu sei mia moglie!
  • Chuck: Tu le hai mentito... l'hai usata.
    Nicholas Quinn: Hai ragione. Ha ragione, non sono della CIA e penso che potrei spiegarti tutto, ma onestamente non ne vale la pena.
  • Devon: Per fortuna indossavi il giubbotto.
    Chuck: La notizia migliore di tutta la giornata.
  • Sarah: Io volevo solo dirti che credo a quello che mi hai detto. Credo a tutto quello che mi hai raccontato su di noi. Ma... ma... la verità è che io Chuck... io non lo sento. Tutto quello che mi hai detto su di noi e la nostra storia... non lo sento.
    Chuck: Giusto. Giusto. Certo io... io... non so cosa mi aspettassi. Già. Allora che cosa ci fai qui?
    Sarah: Be' volevo scusarmi per tutto quello che è successo oggi... ma soprattutto volevo dirti addio.
    Chuck: Dove stai andando?
    Sarah: Quinn ha portato via la mia vita e io devo... be', devo trovarlo. Addio.
    Chuck: Addio.

Episodio 13, Chuck vs. l'addio[modifica]

Frasi[modifica]

  • Hai rubato la mia memoria... e hai rovinato la mia vita. (Sarah)
  • [A Mary] Nonna, che cosa abbiamo detto a proposito delle armi in presenza di Clara? (Devon)
  • Generale, con il dovuto rispetto, la smetta, la stiamo salvando. (Casey)
  • [A Nicholas Quinn, il quale è stupito per la musica improvvisa] Una parola: Jeffster. (Chuck)
  • [Chuck ha un flash] Uh, era un bel po' che non lo facevo. (Chuck)
  • [Chuck deve disinnescare una bomba con un virus] Chuck, trova il virus porno, sbrigati. (Casey)
  • Sono Casey, io non corro. Punto la preda. (Casey)

Dialoghi[modifica]

  • Morgan: Pensaci! Ogni missione impossibile comincia con James Bond che si alza dal letto e fa un passo da gigante.
    Chuck: Prima di tutto confondi le metafore da spia, secondo, se non l'avessi notato non sono proprio James Bond.
  • Generale Beckman: Il tuo obiettivo è Nicholas Quinn.
    Casey: Serve che glielo porti vivo?
    Generale Beckman: No. Anzi, lo preferisco morto.
  • [Parlando di far tornare la memoria a Sarah]Morgan: Credo che dovresti baciarla.
    Chuck: Cioè? Scusa, cosa?
    Morgan: Baciarla. La prendi e la baci.
    Chuck: Devo baciarla? È tutto qui il piano?
    Morgan: Sì in pratica. Ho guardato troppi film delle principesse Disney con la piccola Clara, ma sono straconvinto che un solo tuo magico bacio potrebbe sbloccarle tutti i ricordi. È così.
    Ellie: La finiamo con le sciocchezze?
  • [Invece di sparare a Quinn, Chuck spara in aria per spaventarlo] Casey: Ehi! Quella è la mia Desert Eagle. Hai abbattuto il mio elicottero con la mia dannata pistola!
    Chuck: Era un colpo di avvertimento... più o meno.
  • Sarah: Me ne sto andando.
    Chuck: No no non te ne vai.
    Sarah: Perché?
    Chuck: Per via di mia madre.
    Sarah: Cosa?
    Chuck: È una spia.
    Sarah: Quindi?
    Chuck: È alle tue spalle con una pistola.
  • Chuck: Sei finito, Quinn.
    Nicholas Quinn: Andremo all'inferno insieme.
  • Sarah: C'è rimasto solo un upload.
    Chuck: Sarah, mi dispiace. Non posso farti recuperare la memoria. Non sarai più mia. Ma devo salvare moltissime persone.
  • Generale Beckman: Mi rendo conto che questa è la fine.
    Chuck: Sì, lo è Generale, penso che...
    Sarah: È colpa mia. Io devo andare a cercare me stessa.
    Casey: Come tutti.
    Generale Beckman: Se voleste di nuovo salvare il mondo... sapete dove trovarmi.
  • Casey: Sento che stai per diventare lacrimevole ed emozionato, mi risparmio quella parte. Ci vediamo quando capita, Bartowski.
    Chuck: Addio Casey. [Chuck gli porge la mano, ma Casey si avvicina con un sorriso e lo abbraccia]
    Casey: Se c'è una cosa che i russi sanno fare bene... è abbracciare.
  • Jeff: Se la musica si fosse fermata la bomba sarebbe esplosa!
    Lester: Chuck ha chiamato noi.
    Jeff: Per salvare la situazione!
    Lester: I Jeffster hanno rockeggiato di nuovo.
    Big Mike: State dicendo... che Chuck Bartowski è una spia, che ha un'agenzia di spionaggio sotto il negozio...?
    Lester: La parte cool è che noi abbiamo salvato la situazione.
  • Casey: Qual è la sorpresa? Andate a vivere insieme?
    Morgan e Alex: Andiamo a vivere insieme!
    Morgan: Non c'è gusto con te...
    Alex: Era una sorpresa, come l'hai capito?
    Casey: Sveglia... spia.
  • Chuck: Speravo che fossi qui.
    Sarah: Questo posto è importante, vero?
    Chuck: Sì. Sì molto importante. Qui è dove mi hai detto che sarebbe andato tutto ok. Che potevo fidarmi di te. Ed è quello che sto facendo io ora, ti chiedo di fidarti di me. Sarah, io non, io non voglio niente da te, io voglio solo che tu sappia che dovunque andrai ci sarò sempre per aiutarti. Puoi chiamarmi quando vuoi, in ogni caso. Fidati di me, Sarah, ti sono sempre accanto.
    Sarah: Chuck? Raccontami di noi.
    Chuck: Sì, sì, ehm... da dove comincio? Be', è iniziato tutto con un ragazzo che lavorava al Buy More. E poi un giorno un suo amico del college gli mandò una e-mail piena di segreti. Il giorno seguente la sua vita cambiò completamente quando conobbe una spia di nome Sarah. E lui se ne innamorò. [Scorrono scene dei vari momenti di Chuck e Sarah] Sai Morgan ha un'idea folle.
    Sarah: Di che si tratta?
    Chuck: Lui crede che con un bacio ti tornerà in mente tutto.
    Sarah: Un bacio magico?
    Chuck: Sì, già. Lo so che è...
    Sarah: Chuck?
    Chuck: Sì?
    Sarah: Baciami.

Altri progetti[modifica]